Archive for the ‘Saraha EN-IT’ Category

Saraha: Canto per il popolo, Dohakosha-giti

Saraha, surrounded by other Mahāsiddhas

Dohakosha-giti – Canto per il popolo (Saraha)
1 Ignorando il mistero profondo, i bramini recitano invano i Veda.

2 Cantano salmi, fanno l’offerta dell’acqua, della terra e del fuoco, bruciano l’erba kus
ha, con gli occhi arrossati dal fumo.
3 Con un’aria da Bhagavan, impugnano un bastone, si pavoneggiano e i fedeli si lasciano ingannare. Essi separano arbitrariamente il puro e l’impuro.
4 Nudi, coperti di ceneri, portano lo ” chignon “, accendono una lampada ad olio e fanno tintinnare i loro campanelli.
5 Seduti nella posizione del loto, confidano segreti, abusano dei fedeli e vendono l’iniziazione alle vedove e alle monache.
6 Vagabondano nudi o vestiti di stracci, si lasciano crescere smisuratamente le unghie e trascurano il loro corpo. La loro liberazione non é altro che una parodia.
7 Se basta denudarsi per conoscere la liberazione, cani e sciacalli sono liberati! Se basta rasarsi il cranio per conoscere l’illuminazione, i fianchi delle donne sono più che illuminati!

Continua »

 

Saraha: Mahamudra

Saraha

Saraha

SARAHA

Kye Ho! Do not fear distraction, trying to keep attention on the mind. If you realize the nature of your own mind, then even the wandering mind will be seen as the Mahamudra. In the state of Great Bliss all dualistic features become auto-liberated.
Like awakening from a dream, pleasure and pain then seem to have had no reality whatsoever.
So, abandon hope and fear. Let go of trying to accomplish something or exhibiting anything. Since all the phenomena of both Samsara and Nirvana are devoid of “self-nature,” any clinging to hopeful or doubtful thoughts is simply meaningless. What is the point of striving to accept or reject anything? Continua »

 

Saraha: Il Canto Reale

Il Canto Reale di Saraha

Mi inchino al nobile Manjusri

mi inchino a colui che ha conquistato il mondo finito.

Come acqua limpida della sferza del vento

è trasformata in onde e in gorghi,

così il re pensa a Saraha

in mille forme, benchè sia un’unica entità.

Ad uno sciocco effetto da strabismo

una luce appare come duplice,

in realtà colui che vede e ciò che è visto

non sono separati; ahimè! la mente

agisce sulla sostanza dei due fenomeni.

Benché la lampada sia stata accesa

il cieco vive nell’oscurità. Continua »

 

Saraha: The Royal Song

Saraha

Saraha

Saraha: The Royal Song

I bow down to noble Manjushri
I bow down to Him who has conquered the finite.

1 As calm water lashed by wind
Turns into waves and rollers,
So the king thinks of Saraha
In many ways, although one man.

2 To a fool who squints
One lamp is as two;
Where seen and seer are not two, ah! the mind
Works on the thingness of them both.

3 Though the house-lamps have been lit,
The blind live on in the dark.
Though spontaneity is all-encompassing and close,
To the deluded it remains always far away. Continua »

 

Saraha: Treasury of Songs

Saraha’s Treasury of Songs

The Brahmins who do not know the truth,
Vainly recite the Vedas four.
Continua »