5 Shantideva Bodhisattvacharyavatara: la vigilanza

Shantideva, Bodhisattvacharyavatara, V, 100: In modo diretto o indiretto, tutto quello che faccio deve essere per il bene degli altri. Ed al solo fine del bene per tutti gli esseri senzienti dedicherò tutte le mie azioni per raggiungere l'illuminazione.

Shantideva, Bodhisattvacharyavatara, V, 100: In modo diretto o indiretto, tutto quello che faccio deve essere per il bene degli altri. Ed al solo fine del bene per tutti gli esseri senzienti dedicherò tutte le mie azioni per raggiungere l'illuminazione.

SHANTIDEVA, BODHISATTVACHARYAVATARA, CAPITOLO 5:

LA VIGILANZA, L’INTROSPEZIONE.

1 Colui che desidera proteggere la sua pratica dovrebbe salvaguardare con ogni sforzo la sua mente, poiché senza applicare la vigilanza sulla mente non sarà possibile mantenere una disciplina.
1 In questo mondo non vi sono bestie selvagge e furenti che possano causare tanti danni quanto quelli che può causare una mente che sia simile ad un elefante impazzito il quale può trascinarci nel dolore e negli inferi.
2 Ma se l’elefante del pensiero è ben trattenuto dalla fune della consapevolezza, ogni nostra paura cesserà e tutte le virtù ed i benefici saranno in nostro possesso.
3 Tigri, leoni, orsi, elefanti, serpenti e tutti gli animali ostili, ogni guardiano degli inferi, demoni e tutti gli spiriti maligni.
4 Verranno sottomessi unicamente avendo il controllo della nostra mente. Tutti sono domati se il pensiero è domato.
5 Come ha detto infatti il Maestro della Verità tutte le sofferenze e le paure sorgono dalla nostra mente.
6 Chi è stato a costruire le lame che torturano negli inferi? Chi ha costruito il suolo di metallo rovente? Da dove provengono i demoni femminili che tormentano gli adulteri ?

7 Il Savio ha affermato che tutte queste cose sono unicamente prodotte dalle negatività della nostra mente. Perciò nei tre reami dell’esistenza l’unico nemico terribile da temere è la nostra mente. Continue reading »

The 9° Karmapa: Mahamudra Eliminating the Darkness of Ignorance – 1

The Ninth Karmapa: Mahamudra Eliminating the Darkness of Ignorance – 1

Introduction

I make heartfelt obeisance to the precious Kagyu line. Although manifestly enlightened countless ages ago, you have been emanating in whatever bodies have been suited for taming those needing to be tamed, so that even hearing your names eliminates the fears of recurring samsara. Continue reading »

Ushnisha-Sitatapatra

Ushnisha-Sitatapatra

Ushnisha-Sitatapatra

White Umbrella Ushnisha-Sitatapatra
(gTsug-tor gdugs-dkar)
Praise
Great repulser, queen of mantra,
Invincible lady, very strong!
To great White Umbrella and her host
Of buddhas and bodhisattvas, praise!
Mantra:
TADYATHA OM ANALE ANALE KHASAME KHASAME BHAIRE BHAIRE SAUME SAUME SARVA BUDDHA ADHISHTHANA ADHISHTHITE SVAHA
and
OM SARVA TATHAGATA USHNISHA SITATAPATRE HUM PHAT HUM MAMA HUM NI SVAHA
N.B.: The above mantras can be combined into one as follows:
TADYATHA OM ANALE ANALE KHASAME KHASAME BHAIRE BHAIRE SAUME SAUME SARVA BUDDHA ADHISHTHANA ADHISHTHITE SARVA TATHAGATA USHNISHA SITATAPATRE HUM PHAT HUM MAMA HUM NI SVAHA

http://www.fpmt.org/teachers/zopa/advice/pdf/whiteumbrellaDTB.pdf

The 9° Karmapa: Mahamudra Eliminating the Darkness of Ignorance – 2

The Ninth Karmapa: Mahamudra Eliminating the Darkness of Ignorance – 2

Mahamudra Shamatha Meditation

The Essential Points concerning the Body and Mind

As for the actual fundamental part, there are two (sections): a stilled and settled state of shamatha and an exceptionally perceptive state of vipashyana.

As for the first, in general, there are many methods for developing samadhi, absorbed concentration. But, if you know one set of essential points, then hindrances and interferences will not come about and, parted from any faults regarding shamatha or vipashyana, boon experiences and stable realizations of primordial deep awareness will occur without any labor. Continue reading »