Nagarjuna: Commentario sulla Mente dell’Illuminazione

Un commentario sulla Mente dell’Illuminazione Bodhicittavivarana

di Arya Nagarjuna

Omaggio al glorioso Vajrasattva.

E stato insegnato: “Poiché tutti i fenomeni sono uguali nella loro mancanza del sé, la nostra mente priva di qualsiasi esistenza vera, completamente libera da soggetto ed oggetto [rispetto agli] aggregati, elementi e sorgenti di percezione, è dall’inizio non prodotta e vuota per propria natura”. Continue reading »

Yongzin Ling Rinpoche: Preghiera per la diffusione degli insegnamenti in occidente

Yongzin Ling Rinpoche

Yongzin Ling Rinpoche

Preghiera per la diffusione degli insegnamenti in occidente di Yongzin Ling Rinpoche

Grazie alla forza dell’energia ispiratrice

dei Tre Preziosi Gioielli che non ingannano

e della sincerità delle nostre pure aspirazioni altruistiche

possa, il prezioso Insegnamento di Buddha,

fiorire e diffondersi penetrando in ogni parte dell’Occidente.

Per tutti coloro che vivono in questi paesi

insieme ai loro seguaci che sono impegnati negli insegnamenti,

e che per essi hanno fede e rispetto,

possano tutte le circostanze avverse essere disperse

ed una ricca raccolta di circostanze favorevoli

aumentare come la Luna crescente. Continue reading »

La Ruota della Vita o ruota del Samsara

La ruota della vita o ruota del samsara.La Ruota della Vita o ruota del Samsara – Tratto da: “La pratica della divinità nell’arte tibetana” di Jonathan Landaw e Andy Weber ed. Chiara Luce.

Kalu Rinpoche, “le cause del samsara sono prodotte dalla mente, e la mente è ciò che ne sperimenta le conseguenze. Null’altro che la mente crea l’universo, e null’altro che essa lo sperimenta “.

Secondo la dottrina buddhista, il cosmo non è né permanente né creato.

Al suo vertice vi sono i quattro regni di rinascita puramente mentale, senza forma; al di sotto i regni di pura forma, dove abitano gli dei, che non sono né permanenti, né eterni; al di sotto il regno del desiderio, dove vivono gli dei vedici, gli animali, gli uomini e gli dei gelosi.

Ancora al di sotto vi sono i regni degli spiriti famelici e gli inferi.

All’interno di questa ruota si trovano sei sfere d’esistenza in ognuna delle quali può rinascere l’ Esistenza.

Il diagramma noto come Ruota della Vita, che illustra i vari reami dell’esistenza ciclica e gli esseri che li abitano, è principalmente un supporto visivo che ci permette di ottenere una chiara comprensione di come opera la nostra mente. Continue reading »

Nagarjuna: In lode al trascendente

Nagarjuna: Non esiste nessun agente né soggetto, non (esiste) nessun merito: essi sorgono dalla dipendenza.

Nagarjuna: Non esiste nessun agente né soggetto, non (esiste) nessun merito: essi sorgono dalla dipendenza.

In lode al trascendente

Nagarjuna: Inno al Buddha, il Trascendente del Mondo

Titolo sanscrito: Lokatitastava

Titolo tibetano: jigten le de par to pa (jigten ley depar toepa)

Omaggio a Manjushri!

1 Mi prostro a te, che trascendi il mondo,

Che sei esperto nella gnosi dell’assenza.

Per il bene del mondo

Hai accettato molte sofferenze, mosso dalla grande compassione.

2 Al di fuori dei meri aggregati,

tu sostieni, non esiste alcun essere senziente.

Tu, grande saggio, continui a rimanere

Perfettamente immerso nel bene degli esseri. Continue reading »

Pema Chodron: L’ego

L'assenza di ego è uno stato d'animo che ha completa fiducia nella sacralità del mondo.

L'assenza di ego è uno stato d'animo che ha completa fiducia nella sacralità del mondo.

L’ego è come la tua dimora, una camera con vista, con la temperatura e gli odori e la musica che ti vuoi, tutto a modo tuo. Ti piacerebbe solo avere un po’ di pace, ti piacerebbe avere un po’ di felicità, si sa, datemi solo una pausa.
Ma, più si pensa in questo modo, più si tenta di ottenere che la vita riesca nel modo che ci si confà, e più la paura di altre persone e di ciò che è fuori della propria camera cresce. Piuttosto che diventare più rilassati, si inizia a tirar giù le tapparelle e a chiudere la porta.
Quando si va fuori, si trova l’esperienza più inquietante e sgradevole. Si diventa più paurosi, più irritabili che mai. Quanto più si cerca di fare le cose a modo proprio, meno ci si sente a casa.
L’ego potrebbe essere definito come ciò che copre la nostra bontà di base. Da un punto di vista esperienziale, l’ego che cosa copre? Continue reading »