1 Dharmarakshita: The Wheel of Sharp Weapons

Dharmarakshita, The Wheel of Sharp Weapons: Our pleasure and happiness come from the Buddhas.

Dharmarakshita, The Wheel of Sharp Weapons: Our pleasure and happiness come from the Buddhas.

Dharmarakshita: The Wheel of Sharp Weapons (1)

A Mahayana Training of the Mind

The name of this work is

The Wheel of Sharp Weapons Effectively Striking the Heart of the Foe.

I pray heartfelt homage to you, Yamantaka;

Your wrath is opposed to the Great Lord of Death.1

1 In jungles of poisonous plants strut the peacocks, Continue reading »

8 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche, Mahamudra e lo Yoga della Divinità

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: La causa fondamentale del nostro essere bloccati nell’esistenza ciclica, nel samsara, è il nostro eccessivo attaccamento a vari oggetti.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: La causa fondamentale del nostro essere bloccati nell’esistenza ciclica, nel samsara, è il nostro eccessivo attaccamento a vari oggetti.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche s’addentra ulteriormente nei particolari della pratica della Mahamudra spiegandoci, tra l’altro, lo scopo di yoga della divinità.

Appunti a cura della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi e revisione del Dr. Luciano Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Quando si realizza Mahamudra attraverso lo Yoga della Divinità, quella realizzazione è diversa dal Mahamudra che si realizza attraverso la Vipashyana? Continue reading »

The 37 practices of a Bodhisattva

Thogme Zangpo

Thogme Zangpo

The 37 practices of a Bodhisattva

(Rgyal-sras lag-len so-bdun-ma)
By Thogme Zangpo

I pay heartfelt homage to you, Lokesvara; You have true compassion extending to all.
To those who in every coming and going have seen that each thing is inherently void, and thus can devote both their time and their efforts with one aim in mind – “Let me benefit all!”

To such foremost Gurus and you, Lokesvara, All- seeing protector, with utmost respect I bow down before you in constant obeisance, and turn to your service my thoughts, words and deeds. Continue reading »

9 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: il Lama radice nella Mahamudra

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Una volta che abbiamo imparato a conoscere la natura dei concetti, la realtà dietro di loro, ne saremo meno disturbati e arriveremo al punto di non doverli eliminare.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Una volta che abbiamo imparato a conoscere la natura dei concetti, la realtà dietro di loro, ne saremo meno disturbati e arriveremo al punto di non doverli eliminare.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche risponde alle domande sullo scopo dello yoga della divinità nella Mahamudra, sul “lama radice” e come eliminare i pensieri disturbanti nella meditazione.

Appunti a cura della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi e revisione del Dr. Luciano Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: In molte delle visualizzazioni si usa il termine “lama radice”.Talvolta il lama radice è identificato come una divinità particolare, altre volte si dice che è il nostro personale lama radice. Che cosa si intende per “lama radice”?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

Esistono vari tipi di lama radice, a seconda del contesto. Continue reading »

10 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Il respiro Mahamudra

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Questa è la procedura Mahamudra che vi raccomando quando vi alzate al mattino prima di qualsiasi preghiera o meditazione.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Questa è la procedura Mahamudra che vi raccomando quando vi alzate al mattino prima di qualsiasi preghiera o meditazione.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche ora ci spiega la pratica del respiro Mahamudra.

Appunti a cura della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi e revisione del Dr. Luciano Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità, ci potrebbe spiegare la pratica d’incanalare il respiro?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

La pratica speciale di incanalare il respiro è una meditazione in tre gruppi di tre inspirazioni ed espirazioni da ciascuna narice, cioè da ogni narice separatamente e quindi con entrambe le narici. Ciascuno dei tre gruppi è lo stesso, tranne che per origine. Il primo gruppo consta di tre inspirazioni attraverso una narice e tre espirazioni attraverso l’altra, il secondo gruppo di tre inspirazioni attraverso la seconda narice e tre espirazioni attraverso la prima narice e il terzo gruppo sono tre inspirazioni ed espirazioni con entrambe le narici.

La prima espirazione di ogni gruppo è forzata e anche molto lunga e prolungata. Anche la seconda è forzata, ma breve.

La terza è dolce e prolungata, naturale, senza particolare sforzo. Fate questo per tre volte da una narice, e poi dall’altra, poi di nuovo con entrambe. Continue reading »

11 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche, Mahamudra: la giusta postura.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: È molto importante sapere cosa fare con il corpo mentre siamo impegnati in diversi tipi di meditazione Mahamudra.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche ora ci spiega la disposizione del corpo ed i benefici della postura di Vairochana, la funzione dei cinque venti nel corpo nella pratica Mahamudra.

Appunti a cura della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi e revisione del Dr. Luciano Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità, ci potrebbe spiegare la corretta disposizione del corpo?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

In genere, gli insegnamenti sulla Mahamudra Continue reading »

12 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Mahamudra e Shamatha

 Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: La meditazione Shinè è solo semplice consapevolezza, focalizzata in modo determinato ma calmo su un oggetto.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: La meditazione Shinè è solo semplice consapevolezza, focalizzata in modo determinato ma calmo su un oggetto.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche ci illustra la meditazione Shamata ai fini della pratica Mahamudra.

Appunti a cura del Dr. Antonio Busi e revisione del Dr. Luciano Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità, ci potrebbe illustrare la meditazione Shamatha ai fini della pratica Mahamudra?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

In questo testo, shamatha e vipashyana sono trattati nel loro ordine di addestramento. Continue reading »

A. Berzin, M. Lindén: Cosa sono le Quattro Nobili Verità?

La nostra infelicità e felicità di breve durata non sorgono semplicemente dal nulla, ma provengono da un vasto assortimento di cause e condizioni.

Dr. Alexander Berzin, Matt Lindén: Cosa sono le Quattro Nobili Verità?

Le Quattro Nobili Verità sono fatti essenziali che delineano un sentiero per superare i nostri problemi. Questo è il primo insegnamento del Buddha, il quale offre la struttura per tutti gli altri insegnamenti buddhisti.

La Prima Nobile Verità: vera sofferenza

Continue reading »

13 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: ancora meditazione Shamata e Mahamudra

 Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: L’equilibrio corretto può essere paragonato al filo di del cotone filato, che non va teso troppo, altrimenti il filo si romperà; ma se è troppo molle, il filo non si formerà propriamente.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: L’equilibrio corretto può essere paragonato al filo di del cotone filato, che non va teso troppo, altrimenti il filo si romperà; ma se è troppo molle, il filo non si formerà propriamente.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche prosegue nell’illustrare la meditazione Shamata ai fini della pratica Mahamudra.

Appunti a cura del Dr. Antonio Busi e revisione del Dr. Luciano Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità,ci potrebbe parlare delle ulteriori strategie sull’oggetto di meditazione?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

Ci sono molte strategie che si possono adottare riguardo l’oggetto di focalizzazione meditativa. In diversi insegnamenti, sono menzionati diversi oggetti, come una lampada al burro od una candela. Questi vanno bene, ma non è necessario preoccuparsi riguardo il tipo di oggetto. Il punto è che questo tipo di meditazione è finalizzato ad addestrare la mente focalizzandosi su un oggetto, univocamente e senza distrazione, per conseguire il potere della concentrazione univoca che esclude tutti i kalpana. Non importa quale sia l’oggetto, purché evitiate un oggetto che, per sua propria natura, distragga la vostra mente. Se si è impegnati nello stadio di generazione della pratica tantrica, allora è bene usare lo yidam come oggetto di meditazione, ma solo se si riesce a fare questo senza essere distratti. Continue reading »

14 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Mahamudra e Vipashyana

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Quando guardiamo la mente, la prima sostanza essenziale, o entità che si incontra è la chiarezza.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Quando guardiamo la mente, la prima sostanza essenziale, o entità che si incontra è la chiarezza.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche, ai fini della pratica Mahamudra, inizia ad illustrare la meditazione Vipashyana: analisi della natura della mente.

Appunti e domande del Dr. Luciano Villa e dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità, ci potrebbe parlare del processo di addestramento Vipashyana?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

Il prossimo è il processo di addestramento vipashyana Continue reading »

15 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Mahamudra e la realtà ultima

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Guardiamo il modo in cui mente risponde ai fenomeni.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Guardiamo il modo in cui mente risponde ai fenomeni.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche, ai fini della pratica Mahamudra, continua ad illustrare la meditazione Vipashyana: la natura ultima di tutti i fenomeni.

Appunti e domande del Dr. Luciano Villa e dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità, ci potrebbe parlare della distinzione tra realtà convenzionale e realtà ultima?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

La mente è ciò che non può essere isolato o localizzato o definito attraverso l’analisi logica. Tutti i fenomeni esistono in modo convenzionale. Ma, quando sono sottoposti ad un’analisi tesa a trovare la propria sostanza essenziale, non può essere trovata. Questa è la sua realtà ultima.

Ecco quindi la distinzione tra realtà convenzionale ed ultima. Tutti i fenomeni, tra cui la mente, esistono convenzionalmente. Ma, quando li si cercano per quello che in realtà sono, non troviamo nulla. Questo è la loro vacuità, o realtà ultima. La natura della mente, allora, non è diversa in questo senso dalla natura di tutti i fenomeni del samsara e nirvana. Continue reading »

16 – S.S. Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Mahamudra e la natura della mente

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Lo scopo di questa analisi consiste nel determinare la natura della mente.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche: Lo scopo di questa analisi consiste nel determinare la natura della mente.

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche, ai fini della pratica Mahamudra, continua ad illustrare la meditazione Vipashyana: la natura della mente.

Appunti e domande del Dr. Luciano Villa e dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Domanda: Santità, ci potrebbe parlare della distinzione tra realtà convenzionale e realtà ultima?

Sua Santità Drikung Kyabgon Chetsang Rinpoche

Quindi, il processo di meditazione ci consente di partire qui dalla comprensione superficiale intellettuale per interiorizzarla, facendo così in modo di realizzarla effettivamente. L’unico modo che può essere fatto è quello di farlo da noi stessi: intraprendendo personalmente tutti questi passi per la realizzazione della natura della mente e di tutti i fenomeni. Continue reading »