Sogyal Rinpoche: Le pratiche per morire

Sogyal Rinpoche: L’aiuto spirituale ai morenti. Al capezzale del morente. Dare speranza e trovare perdono. Trovare una pratica spirituale. Elementi essenziali della pratica del Phowa. Tre modi per praticare. Usare gli elementi essenziali del Phowa nell’aiuto ai morenti. Dedicare la nostra morte. Le pratiche per morire. Il momento della morte. Lasciar andare l’attaccamento. Entrare nella chiara consapevolezza. Le istruzioni per la morte. Le pratiche per il momento della morte. Il phowa: il trasferimento della coscienza. La grazia della preghiera al momento della morte. L’atmosfera del momento della morte. Abbandonare il corpo. Continue reading »

Ven. Ghesce Ghendun Tharcin: La via del tantra

Ven Lama Ghesce Ghendun Tarchin. La legge di causa effetto ha creato l'universo, grazie all'energia della vacuità.

Ven Lama Ghesce Ghendun Tarchin. La legge di causa effetto ha creato l'universo, grazie all'energia della vacuità.

Ven. Lama Ghesce Ghendun Tharcin: La via del tantra è la via verso la liberazione.

Insegnamento del Ven. Lama Ghesce Ghendun Tharcin conferito il 19-20.11.16 a Sassari. Appunti ed editing del Dr. Luciano Villa, revisione di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Ven Lama Ghesce Ghendun Tarchin

Buongiorno a tutti. Buongiorno al Maestro Enrico al suo impegno per tutti, per il Dharma, per la sua bodhicitta.

Siamo tutti, come si dice nel Cristianesimo, strumenti di dio. Non strumenti d’una possente macchina.

Così la nostra è la pratica dell’amore per aiutare gli altri, secondo le proprie possibilità.

Questo è il motivo della nostra vita, è la pratica del Dharma, è il motivo della vita. Tutto qua.

Chi pratica la via del Buddha, lo fa attraverso la pratica del Dharma, la filosofia della Via di Mezzo, attraverso la pratica della compassione e della saggezza, questo è il modo di servire tutti gli esseri senzienti, senza distinzione. Questa è la grande compassione del Buddha, è questo: la compassione verso tutti esseri, grazie alla sua consapevolezza. Continue reading »

Sogyal Rinpoche: Il processo del morire.

Sogyal Rinpoche: Il processo del morire. Esaurimento della durata della vita. La morte prematura. Il bardo doloroso del morire. La posizione per morire. La dissoluzione esterna: i sensi e gli elementi: Acqua, Fuoco, Aria. La dissoluzione interna. La morte dei veleni. La base. La base della mente ordinaria. L’incontro di madre e figlia. La durata della luminosità fondamentale. La morte di un maestro. La radiosità intrinseca. Le quattro fasi della dharmata. Luminosità: il paesaggio di luce. Unione: le divinità. Continue reading »

Sogyal Rinpoche: Le esperienze del bardo.

Sogyal Rinpoche: Saggezza. Presenza spontanea. Comprendere la dharmata. Il riconoscimento. Il bardo del divenire. Il corpo mentale. Le esperienze del bardo. Durata del bardo del divenire. Il giudizio. Il potere della mente. La rinascita. L’aiuto dopo la morte. Quando possiamo aiutare. Come possiamo aiutare. La chiaroveggenza dei morti. Pratiche del Buddhismo tibetano per i morti. Il Né Dren e il Chang Chok. La purificazione dei sei reami. La pratica delle cento divinità pacifiche e irate. La cremazione. Le pratiche settimanali.

Continue reading »

Sogyal Rinpoche: Mantenere aperto il cuore.

Sogyal Rinpoche: L’aiuto a chi rimane. Una pratica del cuore. Invocazione. Richiesta di aiuto. Colmare il cuore di beatitudine. Aiutare i morti. Mantenere aperto il cuore. Imparare dal dolore. Le esperienze di pre morte: una scala per il paradiso? L’oscurità e il tunnel. La luce. Somiglianze col bardo del divenire. Uscita dal corpo. Osservare impotenti i propri cari. Forma perfetta, mobilità e chiaroveggenza. Incontro con altri. I vari reami. Visioni infernali. I Délok: l’esperienza di pre-morte tibetana. Il messaggio delle esperienze di pre-morte. Il significato delle esperienze di pre-morte. Il processo universale. La rivelazione dei bardo. Che cosa è quindi la morte secondo gli insegnamenti del bardo? Il processo nel sonno. Il processo nella vita di tutti i giorni.

Continue reading »

Ven. Ghesce Gendun Tharcin: Il Dharma

Ven. Ghesce Gendun Tharcin: Tutte le esperienze devono avere la capacità di trasformare la nostra mente.

Ven. Ghesce Gendun Tharcin: Tutte le esperienze devono avere la capacità di trasformare la nostra mente.

Ven. Ghesce Gendun Tharcin: Il Dharma

Insegnamento del Ven. Ghesce Gendun Tharcin conferito il 03.11.16 alla Fondazione Maitreya, Via Clementina 7, Roma. Appunti ed editing del Dr. Luciano Villa, revisione di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dharma Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Ven. Ghesce Gendun Tharcin

Benvenuti tutti al Dharma. Continue reading »

Lama Thubten Yeshe

Lama Yeshe, Kopan, 1981Lama Thubten Yeshe

View a photo montage on YouTube of Lama Yeshe and Lama Zopa Rinpoche prepared by David Zinn for the 2009 Parliament of World Religions.

Read excerpts from the upcoming biography of Lama Yeshe, Big Loveto be published soon by the Archive. For more information about Lama’s life, see Lama’s page on the FPMT site.

Read A Tribute to Lama Yeshe compiled after his death in 1984 and published in Wisdom Magazine.

Lama Thubten Yeshe was born in Tibet in 1935. At the age of six, he entered the great Sera Monastic University, Lhasa, where he studied until 1959, when the Chinese invasion of Tibet forced him into exile in India. Lama Yeshe continued to study and meditate in India until 1967, when, with his chief disciple, Lama Thubten Zopa Rinpoche, he went to Nepal. Two years later he established Kopan Monastery, near Kathmandu, in order to teach Buddhism to Westerners. Continue reading »

Lama Yeshe: Anger is such a ridiculous mind

Lama Yeshe: Anger is such a ridiculous mind

Lama Yeshe: Anger is such a ridiculous mind

Lama Yesce: I think it’s important to deeply imprint your mind with the knowledge that there’s no external enemy.

Q: When we feel anger, what should we do? Repress it, show it if it’s not harmful to others, or ignore it?

Lama: The first thing you can do when somebody makes you angry is to analyze the situation, especially what caused it and its effect. When you analyze the situation, start by looking at how anger projects its object—how it concretizes and exaggerates the object. When you analyze the evolution of your anger in detail, you can’t find that concrete object anywhere. That’s one way of eliminating anger.

Another thing you can consider is if it’s worth hanging onto your anger. The moment you conclude that it’s not worthwhile – that anger destroys yourself and others – you can change your mind and let it go. The inner conversation that breeds resentment and perpetuates anger – “He did this, she did that, he did this, she did that” – simply agitates your mind and is completely not worthwhile. Continue reading »

Lama Yeshe: Different People, Different Methods

Lama Yesce: What matters is mental attitude.

Lama Yesce: What matters is mental attitude.

Lama Thubten Yeshe: Different People, Different Methods

Lama Yesce: What matters is mental attitude.

Lama Yeshe gave this teaching at a weekend seminar in Christchurch, New Zealand, 14 June 1975. Edited by Nicholas Ribush. Published in Mandala magazine, July 2012.

The characteristic nature of all of Lord Buddha’s teachings and methods is psychology and knowledge wisdom. And what he taught was not just theoretical but practical and based on experience.

In general, theories and ideas are inadequate if they lack the key of understanding. We need to know how to put them into practice. Because of this, the Tibetan tradition has always emphasized the importance of passing the experiential lineage, not just the theories, from guru to disciple, and in this way the living teachings of the Buddha have come down to us today.

There are four different schools of Tibetan Buddhism but their similarities are far greater than their differences. Continue reading »