1.1 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa

1.1 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Primo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 1 Atisha. Capitolo 2 La grandezza dell’Insegnamento. Capitolo 3 Come ascoltare e spiegare l’Insegnamento. 

Atisha.

{33} PROLOGO

Omaggio a guru Manjughosa

Chino la testa al capo dei Sakya,

Il cui corpo fu formato da dieci milioni di virtù perfette,

La cui parola realizza le speranze degli esseri illimitati, Continue reading »

Ven. Lama Ciampa Monlam

Ven. Lama Ciampa Monlam con la nipote sua traduttrice Anila Tenzin Tsomo

Ven. Lama Ciampa Monlam (Preghiera d’Amore) nasce in Tibet nel 1926 da una famiglia di nomadi. All’eta di 4 anni entra nel monastero Tsecioling a Lhasa, dove viveva un suo fratello più anziano. Compito specifico del Gompa era quello della celebrazione quotidiana dei rituali al Palazzo del Potala, sia per il Dalai Lama che per il Governo Tibetano. Lì Lama Monlam riceve la formazione ed acquisisce il titolo di “Maestro di cerimonia”. Era a Lhasa quando l’invasore cinese bombardava nel 1959 il Potala. Vi rimane per qualche anno travestito da laico. Nel 1962 a causa dell’invasione Cinese fugge dal Tibet, si rifugia prima in India a Dharamsala e poi in Nepal al monastero di Samtenling a Boudhanath, dove stringe amicizia con Lama Thupten Yesce.

Nel 1972 Lama Thupten Yesce lascia il monastero per fondare Kopan offrendo a Lama Monlam la carica di Abate, che tuttavia rinuncia, decidendo di dedicarsi intensamente alla meditazione seguendo i consigli del suo maestro, spostandosi nei luoghi sacri nepalesi. I primi 9 anni di ritiro li trascorre in una minuscola capanna sulla collina di Swayambu successivamente, invitato da alcuni discepoli Nepalesi, si sposta a vivere e meditare vicino a Katmandu al tempio di Vajra Yogini a Pharping, benedetto alla meditazione di Guru Padmasambawa e visitato da Marpa Lotzawa e caro a tutte le tradizioni tibetane, dove risiede tutt’ora. Qui continua incessantemente la sua pratica meditativa in relazione a Tara Bianca, Vajra Yogini, Yamantaka perfezionando le sue doti di guaritore. A metà degli anni 90 comincia ad avere discepoli occidentali e diventa guida spirituale di una scuola sperimentale per bambini disagiati con sede a Sarnat e Bodhgaya nel nord dell’India. Lama è particolarmente devoto alla pratica di Tara Bianca cui a rivolto molte preghiere.
È depositario della preghiera di “guarigione con il sale” tramandatagli oralmente per guarire in special modo le malattie provocate dai “Naga”. Ha conosciuto l’Occidente nel 2002 tramite gli amici che lo hanno invitato in Italia. Dal 2005 è assistito e tradotto (parla solo tibetano) dalla nipote Tenzin Tsomo del monastero.

Ven. Lama Ciampa Monlam: Vajrasattva 1

Ven. Lama Ciampa Monlam col Dott. Luciano Villa

 Ven. Lama Ciampa Monlam: Ritiro di Vajrasattva, Centro Tara Bianca Genova 20-22/12/17. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, revisione di Graziella Romania nell’ambito del Progetto Free Dharma Teachings, per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Traduzione dal tibetano in inglese di Tenzin Tsomo e dall’inglese in italiano da Sabrina Facco. Prima parte.

 Ven. Lama Ciampa Monlam 20/12/17 sera

Buonasera a tutti, ci troviamo qui di nuovo, ed alla mia età a 91 anni, è molto bello, perché ho la possibilità d’incontrare nuove persone e vecchi amici. Il ritiro di questi giorni è su Vajrasattva, ed è positivo perché prima di praticare dobbiamo conoscere perciò stasera vi parlerò dell’importanza delle pratiche preliminari.

Per essere un buon praticante, dovete sapere come prepararvi alla pratica di Vajrasattva. È una pratica preliminare di purificazione. E, per poterla fare, dobbiamo possedere 4 qualità della mente, perciò dobbiamo essere consapevoli degli 8 Dharma mondani (Desiderio di fama, Infelicità o angoscia alla perdita di fama, Desiderio di piaceri mondani, Infelicità o angoscia alla perdita di piaceri mondani, Desiderio di profitti materiali, Infelicità o angoscia alla perdita di profitti materiali, Desiderio di lodi

Infelicità o angoscia alla perdita di lodi, http://www.sangye.it/altro/?p=658http://www.sangye.it/altro/?p=3896il che è la base. Innanzitutto ci dobbiamo impegnare nelle pratiche di base, il che implica la mente dell’ascoltare gli insegnamenti ed in particolare, l’attitudine, l’apertura all’ascolto. E, per ascolto, intendo mantenere la concentrazione mentale per tutto il tempo degli insegnamenti. Ma, per farlo, dobbiamo avere la mente pulita. Continue reading »

Ven. Lama Ciampa Monlam: Vajrasattva 2

Lama Ciampa Monlam: È molto importante nella pratica Buddhista generare la mente dell’altruismo o di bodicitta e la vacuità, altrimenti non ne conseguiremo il valore.

Ven. Lama Ciampa Monlam: Ritiro di Vajrasattva, Centro Tara Bianca Genova 20-22/12/17. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, revisione di Graziella Romania nell’ambito del Progetto Free Dharma Teachings, per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Traduzione dal tibetano in inglese di Tenzin Tsomo e dall’inglese in italiano da Sabrina Facco. Seconda Parte.

 Ven. Lama Ciampa Monlam

Le afflizioni mentali non sono la nostra mente, noi percepiamo i suoni, la bellezza dei colori, ma è la mente è ad essere il nostro boss. E lo scordiamo, perché siamo inconsapevoli del valore della nostra mente, immediatamente il desiderio s’impadronisce della nostra mente, e quella è la prova che non controlliamo la nostra mente. E diventiamo schiavi delle emozioni affliggenti. Dobbiamo essere consapevoli che la nostra mente è sempre più forte, che è pacifica, ed il boss che è in noi in questo momento che li ascolta, si concentra sugli insegnamenti, e non sulle afflizioni mentali! Continue reading »

Lama Monlam: La felicità nella vita di tutti i giorni

Ven. Lama Ciampa Monlam: Le afflizioni mentali non sono la nostra mente.

Ven. Lama Ciampa Monlam: La felicità nella vita di tutti i giorni, Centro Tara Bianca Genova 23/12/17. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, revisione di Graziella Romania nell’ambito del Progetto Free Dharma Teachings, per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Traduzione dal tibetano in inglese di Tenzin Tsomo e dall’inglese in italiano da Sabrina Facco.

Ven. Lama Ciampa Monlam Sabato 23/12/2017

Buon pomeriggio, parlerò di come avere la felicità nella vita di tutti i giorni, parlerò del Buddhismo in generale.

Chi gestisce un centro di dharma deve avere una buona motivazione, dev’essere una buona persona.

Nella nostra società abbiamo molte religioni, ma ci sono anche molti che non credono in una religione, perché desiderano la felicità. Ma non mi riferisco solo agli umani, ma anche agli animali, partendo da quelli più grandi come gli elefanti, le tigri, fino agli insetti, tutti vogliono la felicità e la pace. Continue reading »

1.2 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

1.2 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Primo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016. Capitolo 4 Avere fiducia nell’Insegnante. Capitolo 5 La sessione di Meditazione. 6 Confutare le concezioni errate della meditazione. 7 Una vita umana di condizioni favorevoli ed opportunità.

Capitolo 4 Avere fiducia nell’insegnante

IV. Come guidare gli studenti con le effettive istruzioni
A. Come avere fiducia nell’insegnante, la radice del sentiero
Continue reading »

1.3 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa

1.3 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Primo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016. Capitolo 8 I tre tipi di persone. Capitolo 9 La consapevolezza della morte. Capitolo 10 Riflettere sulla tua vita futura.

Capitolo 8 I TRE TIPI DI PERSONE

2. Come trarre pieno vantaggio da una vita di condizioni propizie e opportunità

a. Come sviluppare conoscenza certa della presentazione generale del sentiero

1) Come tutte le scritture sono incluse entro i sentieri dei tre tipi di persone. Continue reading »

1.4 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa

1.4 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Primo Volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016. Capitolo 11 Prendere Rifugio nei Tre Gioielli. Capitolo 12 I Precetti del Rifugio. Capitolo 13 Le caratteristiche generali del Karma. Capitolo 14 Le varietà del Karma.

Capitolo 11 PRENDERE RIFUGIO NEI TRE GIOIELLI

ii) Affidarsi ai mezzi per ottenere la felicità nella prossima vita.
a’ Addestrarsi nel prendere rifugio, l’eccellente porta per accedere all’insegnamento.

1’ Le cause del prendere rifugio.
2’ Sulla base di questo, gli oggetti in cui prendere rifugio.

a” Identificare gli oggetti in cui prendi rifugio. Continue reading »

1.5 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa

1.5 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Primo Volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016. Capitolo 15 Coltivare il comportamento etico. Capitolo 16 L’attitudine di una persona dalla capacità ridotta. Capitolo 17 Gli otto tipi di sofferenza. Capitolo 18 I sei tipi di sofferenza. Capitolo 19 Ulteriori meditazioni sulla sofferenza.

Capitolo 15 COLTIVARE IL COMPORTAMENTO ETICO {247}

3’ Come ti impegni nella virtù e ti distogli dalla non-virtù dopo aver riflettuto sul karma e i suoi effetti in generale e in dettaglio.
a” Una spiegazione generale.
b” In particolare, il modo di purificazione tramite i quattro poteri
Continue reading »

10 Principi buddhisti fondamentali

Dr. Alexander Berzin, Matt Lindén: 10 Principi buddhisti fondamentali

Tutti vorrebbero avere una vita felice, ma pochi sanno cosa ciò vorrebbe dire o come realizzarla.

  1. Le nostre emozioni e atteggiamenti influenzano come ci sentiamo. Con l’addestramento, possiamo sbarazzarci di quelli negativi e sviluppare quelli che sono più salutari e più positivi. Fare questo renderà le nostre vite più felici e più gratificanti.

Continue reading »

Cos’è il Buddhismo?

Dr. Alexander Berzin, Matt Lindén: Cos’è il Buddhismo?

Il Buddhismo è un insieme di metodi che ci aiutano a sviluppare in pieno il nostro potenziale umano attraverso la comprensione della vera natura della realtà.

Fondato in India 2500 anni fa da Siddharta Gautama, meglio conosciuto come il Buddha, il Buddhismo si diffuse in tutta l’Asia ed è oggi la quarta religione al mondo. Il Buddha passò la maggior parte della sua vita insegnando i metodi per il risveglio che lui stesso aveva realizzato, affinché gli altri potessero diventare essi stessi dei Buddha illuminati. Il Buddha aveva compreso che se da un lato siamo tutti uguali nella nostra capacità di diventare dei Buddha, ci sono anche enormi differenze nelle nostre inclinazioni, interessi e talenti. Rispettando questo, il Buddha insegnò una grande varietà di metodi per superare i nostri limiti e realizzare in pieno il nostro potenziale. Continue reading »

1.6 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa

1.6 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Primo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016. Capitolo 20 L’origine della sofferenza. Capitolo 21 I dodici fattori del sorgere dipendente. Capitolo 22 L’attitudine di una persona dalle medie capacità. capitolo 23 Accertare la natura del sentiero che conduce alla liberazione. Capitolo 24 La Natura dei tre addestramenti.

Capitolo 20 L’ORIGINE DELLA SOFFERENZA {297}

2’ Riflessione sul processo dell’esistenza ciclica nei termini della sua origine

a” Come sorgono le afflizioni

1” Identificare le afflizioni
2” L’ordine in cui sorgono le afflizioni
Continue reading »

Ognuno può diventare un Buddha

Dr. Alexander Berzin: Ognuno può diventare un Buddha

Tutti noi vogliamo raggiungere una felicità di lungo termine, quindi la cosa più significativa e logica da fare consiste nel lavorare in maniera realistica verso questo obiettivo. Sebbene gli oggetti materiali potrebbero darci una certa felicità, la vera fonte della felicità è la nostra mente. Quando tutte le nostre capacità sono pienamente sviluppate e tutti i nostri difetti vengono sconfitti, diventiamo un Buddha, una fonte di felicità non solo per noi stessi, ma per tutti gli altri. Ognuno di noi può diventare un Buddha, perché abbiamo al nostro interno tutti i fattori funzionanti che ci consentiranno di raggiungere questo obiettivo. Noi tutti abbiamo la natura di Buddha.

Il Buddha affermò energicamente che tutti noi possiamo diventare dei Buddha, ma cosa significa effettivamente?

Continue reading »

2.1 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa

2.1 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Secondo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 1 Gli stadi del sentiero per le persone di grandi capacità. Capitolo 2 Compassione, l’ingresso nel Mahayana. Capitolo 3 Le istruzioni personali sulle sette cause ed effetti (sei cause e un effetto). Capitolo 4 Scambiare se stessi con gli altri. Capitolo 5 Il rituale per adottare la mente dell’illuminazione. Capitolo 6 Mantenere la mente dell’illuminazione. Continue reading »

2.2 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: Se sei capace di generare un intenso diletto nel contemplare i molti benefici del dare via le cose e la grande paura nel riflettere sui difetti dell’avarizia, produrrai in modo naturale un’attitudine generosa.

2.2 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Secondo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 7 Una introduzione alle sei perfezioni. Capitolo 8 L’addestramento nel Mahayana: precetti e perfezioni. Capitolo 9 La perfezione della generosità. Capitolo 10 Come dare. Capitolo 11 La perfezione della disciplina etica.

Capitolo 7 Una introduzione alle sei perfezioni {85}

c) Come apprendere gli atti del bodhisattva dopo aver sviluppato la mente dell’illuminazione.

i) La ragione per cui devi apprendere gli addestramenti dopo aver sviluppato la mente dell’illuminazione.

ii) Dimostrazione che non diventerai un Buddha apprendendo separatamente metodo e saggezza.
c)
Come apprendere gli atti del bodhisattva dopo aver sviluppato la mente dell’illuminazione. Continue reading »

2.3 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: La generosità è la causa più preziosa di tutte le cose eccellenti per tutti gli esseri viventi.

2.3 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Secondo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 12 La perfezione della pazienza. Capitolo 13 La perfezione della perseveranza gioiosa. Capitolo 14 La perfezione della stabilizzazione meditativa e della saggezza. Capitolo 15 Aiutare gli altri a maturare: i quattro modi di radunare discepoli.

Capitolo 12 La perfezione della pazienza {151}

(iii) Come addestrarsi nella perfezione della pazienza

(a’) Cos’è la pazienza
(b’) Come cominciare a coltivare la pazienza
(c’) Le divisioni della pazienza

(1’) Sviluppare la pazienza del non tenere conto del danno fatto a te.

(a”) Porre freno all’impazienza verso quelli che ti danneggiano. Continue reading »

3.1 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: Tutte le buone qualità mondane e sovramondane del Mahayana e dell’Hinayana sono il risultato di serenità e visione profonda.

3.1 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Terzo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 1 Serenità e visione profonda (insight). Capitolo 2 Preparare la serenità meditativa. Capitolo 3 Focalizzare la mente. Capitolo 4 Come comportarsi con la mollezza e l’eccitazione. Capitolo 5 Conseguire la serenità.

Capitolo 1 Serenità e visione profonda (insight) {13}

2” In particolare, come addestrarsi nelle ultime due perfezioni
(a) I benefici del coltivare serenità e visione profonda (
insight)

(b) Come serenità e visione profonda includono tutti gli stati di concentrazione meditativa
(c) La natura della serenità e della visione profonda

(d) Perché è necessario coltivarle entrambe

Continue reading »

3.2 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: La serenità è necessaria come base per eliminare le afflizioni.

3.2 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Terzo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 6 La serenità come parte del sentiero. Capitolo 7 Perché è necessaria la visione profonda (insight). Capitolo 8 Fare affidamento su sorgenti definitive. Capitolo 9 Gli stadi dell’ingresso nella realtà. Capitolo 10 Erronea identificazione dell’oggetto di negazione. Capitolo 11 Sorgere dipendente e vacuità. Capitolo 12 Analisi razionale. Capitolo 13 Determinazione valida.

Capitolo 6 La serenità come parte del sentiero {91}

  1. (2’)  Presentazione generale del modo di procedere lungo il sentiero sulla base della serenità meditativa.

  2. (3’)  Presentazione specifica del modo di procedere lungo il sentiero mondano.
    (a’’) La necessità di conseguire la serenità meditativa prima di procedere sul sentiero che porta gli aspetti di calma e grossolanità
    (b’’) La via verso la liberazione dall’attaccamento al regno del desiderio, sulla base della serenità meditativa.

Continue reading »

3.3 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: La gente comune non comprende il karma e i suoi effetti, i livelli dei sentieri o argomenti di questo genere, ma ne sente parlare e li sperimenta, prendendoli in tal modo come oggetti.

3.3 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Terzo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 14 L’esistenza convenzionale. Capitolo 15 La produzione non è confutata . Capitolo 16 Non negare abbastanza. Capitolo 17 L’effettivo oggetto da negare. 18 Interpretazioni errate della distinzione svatantrika/prasangika.

Capitolo 14 L’esistenza convenzionale {177}

In questo modo, noi Madhyamika postuliamo convenzionalmente, all’interno del nostro sistema, molte presentazioni dell’esistenza ciclica e del nirvana; confutiamo anche l’esistenza convenzionale dei costrutti che sono proposti come asserzioni uniche dagli essenzialisti. Tutto questo è estremamente difficile, la conoscenza precisa della presentazione delle due verità è scarsa. Continue reading »

3.4 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: Per la forza del conoscere che il sé manca di esistenza intrinseca, tu comprendi che anche ciò che il sé possiede manca di esistenza intrinseca.

3.4 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Terzo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 19 Confutare le interpretazioni errate della distinzione tra svatantrika e prasangika. Capitolo 20 La nostra interpretazione della distinzione svatantrika/prasangika. Capitolo 21 La nostra critica dello svatantrika non lede le nostre argomentazioni. Capitolo 22 Analizzare un carro. Capitolo 23 La persona manca di natura intrinseca.

Capitolo 19 Confutare le interpretazioni errate della distinzione tra Svatantrika e Prasangika {233}

(b’)) Confutare quelle posizioni
(1’)) Confutare la prima interpretazione errata

(2’)) Confutare la seconda interpretazione errata Continue reading »

3.5 Lama Tzong Khapa: I Grandi Stadi del Sentiero, Lam Rim Cen Mo

Lama Tzong Khapa: All’inizio, la radice del sentiero proviene dalla tua fiducia in un maestro.

3.5 Lama Tzong Khapa: Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione, Lam Rim Cen Mo. Terzo volume. II Ed. a cura della traduttrice Ven. Tenzin Oejung, Dharamsala, India 2016.

Capitolo 24 Gli oggetti mancano di natura intrinseca. Capitolo 25 La visione profonda [insight] richiede analisi. Capitolo 26 Unire insight (visione penetrante intuitiva) e serenità. Capitolo 27 Sommario e Conclusione.

Capitolo 24 Gli oggetti mancano di natura intrinseca {309}

(3)) Come applicare queste linee di ragionamento ad altri fenomeni

(b)) Come determinare che non c’è un sé nei fenomeni

[(1)) Confutazione della produzione da sé]
[(2)) Confutazione della produzione da altro]
[(3)) Confutazione della produzione sia da sé che da altro]
Continue reading »