15 – Il Dhammapada: L’ira

Dhammapada 224: Di' la verità, non ti adirare, dona anche se poco, quando ti si chiede: queste sono le tre condizioni che ti faranno essere presto vicino agli dei.

Dhammapada 224: Di' la verità, non ti adirare, dona anche se poco, quando ti si chiede: queste sono le tre condizioni che ti faranno essere presto vicino agli dei.

L’ira

221

Lascia l’ira, abbandona l’orgoglio, va al di là dei legami:

nessun dolore sfiora

chi è lontano da nome e forma e non possiede nulla.

222

Chi frena l’ira come fosse un carro

che precipita, questi io definisco un vero cocchiere,

gli altri tengono solo le briglie.

223

Che l’assenza d’ira vinca l’ira; che la bontà vinca

la cattiveria. Che la generosità

vinca l’avarizia, che la verità vinca la menzogna.

224

Di’ la verità, non ti adirare, dona anche se poco, quando

ti si chiede: queste sono

le tre condizioni che ti faranno essere presto vicino agli dei.

225

Gli asceti che non nuocciono ad alcuno,

che controllano sempre il loro corpo, essi andranno

al luogo eterno, dove non dovranno più soffrire.

226

Per chi veglia sempre

e giorno e notte studia per raggiungere il nirvana,

per questi viene meno l’attaccamento.

227

Questo è un vecchio detto, oh Atula, non uno dei nostri

giorni: “Condannano chi è silenzioso,

condannano chi parla molto, condannano chi parla poco:

non c’è al mondo chi non sia condannato”.

228

Non è mai esistito,

non esisterà, né esiste chi sia sempre condannato

o chi sia sempre lodato.

229

Ma chi, osservato giorno per giorno, è lodato

da chi lo osserva,

che è irreprensibile, intelligente, sapiente e onesto,

230

come una moneta d’oro,

chi ardirebbe dirne male? Anche gli dei lo lodano,

anche Brahma lo loda.

231

Bada agli atti d’ira fisici e controlla il corpo.

Abbandonata la cattiva

condotta fisica, comportati bene con il corpo.

232

Bada agli atti d’ira verbali

e controlla le parole. Abbandonata la maleducazione

verbale, comportati bene con la parola.

233

Bada agli atti di collera mentali e controlla

la mente. Abbandonati

i peccati mentali, comportati bene con la mente.

234

Controllati nel corpo

e nella parola sono i forti e anche nella mente; essi sono

davvero ben controllati.

 

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.sangye.it/home/altro/wp-includes/comment-template.php on line 1379