Lama Yesce: Religione, il Sentiero della Ricerca

Lama Yesce: Coloro che non riescono a comprendere che la natura della loro mente è pura non potranno comprendere la possibilità di scoprire la loro innata purezza, e perderanno ogni opportunità di farlo.

Lama Yesce: Coloro che non riescono a comprendere che la natura della loro mente è pura non potranno comprendere la possibilità di scoprire la loro innata purezza, e perderanno ogni opportunità di farlo.

Lama Yesce: Religione, il Sentiero della Ricerca

La gente ha numerose idee differenti sulla natura della religione in generale, e sul buddhismo in particolare. Coloro che esaminano la religione e il buddhismo con un approccio unicamente superficiale ed intellettuale non potranno mai comprendere il loro vero significato e valore. E coloro che hanno idee ancor più superficiali penseranno che il buddhismo non sia neppure una religione.

Innanzitutto, nel buddhismo non siamo particolarmente interessati a parlare del Buddha stesso. E questo valeva anche per lui. Buddha non aveva alcun interesse che la gente credesse in lui, per cui sino ad oggi il buddhismo non ha mai incoraggiato i suoi aderenti a credere semplicemente nel Buddha. Siamo sempre stati maggiormente interessati alla comprensione della psicologia umana, alla comprensione della natura della mente. Per cui , i praticanti buddhisti cercano sempre di comprendere le proprie attitudini mentali, la propria coscienza e le relative idee, concetti e percezioni. Questo sono le cose che realmente hanno importanza.

Al contrario, se vi dimenticate di voi stessi e delle vostre illusioni e vi concentrate su qualche idea elevata – ad esempio ‘Cos’è il Buddha’ – il vostro percorso spirituale diventa una allucinazione simile a un sogno. È possibile; fate attenzione. Nella vostra mente non c’è alcuna connessione tra Buddha, o Dio, e voi stessi.

Sono entità completamente separate: voi siete completamente qui sulla terra, in basso; Buddha, o Dio, è completamente lassù, in cielo, al di fuori della vostra portata. Non vi è alcuna possibile connessione. Non è realistico pensare in questo modo, è troppo estremista. State mentendo qualcosa nel punto più basso e l’altra ne l punto più elevato. Nel buddhismo, definiamo questo tipo di mente ‘dualistica’.

Diventare il Proprio Analista

Inoltre, se gli umani sono completamente negativi per natura, a che scopo perseguire un’ idea più elevata? In ogni caso, le idee non sono realizzazioni. Le persone vogliono semplicemente conoscere tutto sui più elevati ottenimenti o sulla natura di Dio. Ma questa conoscenza intellettuale non ha nulla a che vedere con le loro vite o con la loro mente. La vera religione dovrebbe essere la ricerca della realizzazione di sé e non un mero esercizio di accumulazione di nozioni e fatti.

Nel buddhismo, non siamo particolarmente interessati alla sola ricerca della conoscenza intellettuale. Siamo molto più interessati alla comprensione di ciò che sta avvenendo qui e ora, alla comprensione delle nostre presenti esperienze, di ciò che siamo in questo preciso momento e della nostra natura fondamentale. Vogliamo sapere come ottenere la soddisfazione, come trovare la felicità e la gioia. invece della depressione e della miseria spirituale; vogliamo apprendere come superare la sensazione che la nostra natura sia totalmente negativa.

Buddha stesso ha insegnato che, fondamentalmente, la natura umana è pura, priva di ego, proprio come il ciclo è per natura chiaro, non oscurato dalle nuvole. Le nuvole vanno e vengono, ma il ciclo blu è sempre presente; le nuvole non alterano la natura fondamentale del ciclo. Allo stesso modo, la mente umana è fondamentalmente pura, non è una cosa sola con l’ego, non è unificata ad esso. In ogni caso, anche se siete una persona religiosa oppure no, se non potete separare voi stessi dal vostro ego siete completamente in errore; voi stessi avete creato per voi stessi una filosofia di vita totalmente irrealistica, che non ha nulla a che vedere con la realtà.

Invece di attaccarvi alla conoscenza intellettuale, volendo conoscere cosa sia l’entità più elevata, fareste molto meglio a cercare di ottenere una comprensione della fondamentale natura della vostra mente, imparando come gestirla ora, in questo momento. È importante sapere come agire in modo efficace: il metodo è la chiave di ogni religione, la cosa più importante da apprendere. Poniamo che veniate a conoscenza di uno straordinario tesoro di gioielli, però non avete le chiavi del luogo in cui si trova: tutte le vostre fantasie su come spendereste il denaro della vostra nuova ricchezza sarebbero solo allucinazioni. [Qui Lama Yesce non intende colori e visioni fantasmagoriche, ma la tendenza della mente a distorcere la realtà, facendole percepire e proiettare emozioni che non hanno alcun riscontro nella realtà. Similmente, fantasticare su meravigliose idee religiose e straordinarie esperienze spirituali, senza avere alcun interesse per le azioni da compiere per iniziare un cammino spirituale o per i relativi metodi di realizzazione, è totalmente irrealistico. Se non avete alcun metodo, alcuna chiave, alcun modo per integrare la vostra religione nella vostra vita quotidiana, una coca cola vi sembrerebbe di maggiore utilità. Almeno questa potrà soddisfare la vostra sete. Se la vostra religione è solo un’idea, è come l’aria, priva di sostanza. Dovreste fare molta attenzione, per comprendere esattamente cosa sia la religione e come si dovrebbe praticare.

Buddha stesso ha affermato: ‘Credere non è importante. Non credete a quello che dico solo perché sono mie parole’. Queste furono le sue ultime parole in punto di morte ‘Ho insegnato numerosi metodi differenti poiché vi sono molti differenti individui. Prima di praticare uno qualsiasi di questi metodi, fate uso della vostra saggezza per esaminare se siano adatti alla vostra costituzione psicologica, alla vostra mente. Se per voi i miei metodi risultano validi e sono efficaci, adottateli pienamente. Ma se non vi sembrano adatti, anche se possono apparire meravigliosi, lasciateli perdere. Sono stati insegnati per qualcun altro.’

Ai nostri giorni, alla maggioranza delle persone non potete dire che dovrebbero credere in qualcosa solo perché così ha affermato Buddha, o perché cosi ha affermato Dio. Per queste persone ciò non è sufficiente; non accetteranno queste parole, ma risponderanno di voler delle prove. Ma coloro che non riescono a comprendere che la natura della loro mente è pura non potranno comprendere la possibilità di scoprire la loro innata purezza, e perderanno ogni opportunità di farlo. Se pensate che la vostra mente sia fondamentalmente negativa, sarete inclini a perdere ogni speranza. Naturalmente, la mente umana ha lati sia positivi sia negativi. Ma il negativo è transitorio, molto temporaneo. Le vostre emozioni, i vostri ‘alti e bassi’ sono come le nuvole nel cielo; al di là di queste emozioni la reale e fondamentale natura umana è chiara e pura.

Bmoane, Australia 28 aprile 1975.

Chiara Luce Edizioni, 56040, Pomaia, Pisa telefono e fax 050/ 685690, www.chiaraluce.it

 

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.sangye.it/home/altro/wp-includes/comment-template.php on line 1379