2 Darmaraksita: La Ruota delle Armi taglienti

Manjushri

Manjushri

2 Darmaraksita: La Ruota delle Armi taglienti

(2° Parte) (Una pratica mentale del Mahayana) Darmaraksita (Maestro di Atisha) -La ruota delle armi taglienti. Tradotto dal tibetano in Inglese da Alexander Berzin e Sharpa Tulku, insieme a Jonathan Landaw e Khamlung Tulku, sulla base di una spiegazione orale da Ghesce Ngawang Dhargyey, 1973. Tradotto in Italiano da Aliberth Meng.

(34) Quando il pregiudizio, le malattie o un ictus ci paralizzano

E i danni delle forze esterne si scagliano contro di noi,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora, abbiamo raccolto vasti depositi di non-virtù

Rompendo i nostri voti e offendendo i protettori

Nella nostra pratica dalla devozione al guru, fino al tantra [10];

D’ora in avanti cerchiamo di eliminare tutte le visioni errate.

(35) Quando ci manca ogni controllo su dove dobbiamo andare

E dobbiamo vagare sempre come derelitti senza casa,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora abbiamo disturbato santi guru e tutti gli altri

E li abbiamo costretti a muoversi dalle loro case o dalle loro sedi;

D’ora in avanti cerchiamo di non causare più disturbo ad altri

Senza più farli crudelmente spostare da dove essi risiedono.

(36) Quando i raccolti nei nostri campi sono sempre sprecati

A causa di siccità, inondazioni e grandine, ed insetti e gelo,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora non abbiamo mai voluto onorare i nostri impegni;

D’ora in avanti, cerchiamo di mantenere puri tutti i nostri voti morali.

(37) Quando siamo poveri, ma pieni di avidità e con molti desideri,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora noi siamo stati avari, riluttanti a condividere.

Le offerte che abbiamo fatto ai Tre Gioielli sono state scarse;

D’ora in avanti, doniamo di più, con un cuore generoso.

(38) Quando i nostri corpi sono brutti e gli altri ci tormentano

Sorridendo dei nostri difetti, senza mai mostrare rispetto,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora, abbiamo dato di noi un’immagine priva di bellezza,

Così, sfogando la nostra rabbia, abbiamo fatto brutte scene;

D’ora in avanti, facciamo stampare libri e creare piacevoli statue,

Cercando di non essere irascibili, ma sereni e di buon cuore.

(39) Quando l’attaccamento e la rabbia ci disturbano e ci sconvolgono

Pur se facciamo del tutto per cercare di sopprimerli,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora abbiamo mantenuto visioni e prospettive improprie,

Pensando caparbiamente a coltivare solo noi stessi;

D’ora in avanti cerchiamo di sradicare totalmente l’egoismo.

(40) Quando il successo nelle nostre pratiche ci sfugge sempre,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora, nel profondo, ci siamo attaccati solo al nostro ego,

Completamente immersi in pensieri di auto-gratificazione;

D’ora in avanti cerchiamo di dedicare le azioni che facciamo,

che siano ben virtuose, in modo che altri possano prosperare.

(41) Quando la nostra mente è indomabile pur agendo con grande virtù,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora ci siamo impegnati in stupide ambizioni mondane

Che mirano al successo per noi stessi in questa vita;

D’ora in avanti cerchiamo di lavorare con puro sforzo unidirezionato

Per alimentare il desiderio di ottenere la libertà dell’altra sponda.

(42) Quando, dopo aver fatto una qualunque azione virtuosa,

Sentiamo profondo rammarico o mettiamo in dubbio il suo effetto,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora siamo stati incostanti e, mossi da basse motivazioni,

Abbiamo corteggiato solo quelli che hanno il potere o ricchezza;

D’ora in avanti cerchiamo di agire con totale auto-consapevolezza,

Esercitando una grande cura nel modo di fare le nostre amicizie.

(43) Quando quelli con ambizione ci danno fiducia e amicizia

Per adescarci con i loro progetti subdoli e devianti,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora noi abbiamo agito con arroganza per ambizione,

D’ora in avanti, cerchiamo di smorzare il nostro orgoglio auto-centrato.

(44) Quando la forza dell’attrazione o quella della repulsione

Condizionano sempre qualunque cosa che sentiamo o diciamo,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora abbiamo ignorato ciò che ha causato tutti i nostri problemi:

La massa di illusione che dimora dentro la nostra mente-cuore;

D’ora in avanti cerchiamo di abbandonare tutti gli offuscamenti:

Prendendo buona nota del loro sorgere, ed esaminandoli bene.

(45) Quando, pur se le nostre azioni sono ben dirette verso gli altri,

E tuttavia esse ci fanno sempre ottenere una risposta ostile,

Questa è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

Fino ad ora abbiamo ripagato la gentilezza amorevole con la malizia;

D’ora in avanti, cerchiamo di accettare sempre i favori altrui

In un modo che sia più gentile, e con un più umile rispetto.

(46) In breve, allora, ogni qualvolta che le disgraziate sofferenze

Che noi non abbiamo voluto piomberanno su di noi come un tuono,

Questo è identico al fatto di quel fabbro che aveva eliminato

La sua vita uccidendosi con una spada da lui stesso fatta.

La nostra sofferenza è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

D’ora in avanti cerchiamo di avere sempre attenzione e consapevolezza

E di non agire mai più in modi che siano non-virtuosi.

(47) Tutte le sofferenze che noi abbiamo sopportato

Nella vita, ci hanno poi portato nei tre stati inferiori,

Così come i nostri dolori e le nostre pene del presente e del futuro,

Sono gli stessi identici al caso di quel forgiatore di frecce

Che fu poi ucciso da una freccia che egli stesso aveva fatto.

La nostra sofferenza è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

D’ora in avanti cerchiamo di avere sempre attenzione e consapevolezza

E di non agire mai più in modi che siano non-virtuosi.

(48) Quando i problemi e le preoccupazioni della vita familiare ci addolorano,

Questo fatto è identico al caso di quel certo bambino,

Che fu curato con amore, ma che dopo uccise i suoi genitori.

La nostra sofferenza è la ruota delle armi taglienti che ci ritorna indietro

Con un giro completo su di noi per gli errori che abbiamo fatto.

D’ora in avanti perciò sarà conveniente in tutte le nostre vite

Che noi si debba vivere in modo puro come monaci o monache.

(49) Quello che ho detto sull’interesse egoistico, è vero:

Infatti, ora riconosco chiaramente il mio nemico.

Riconosco chiaramente il bandito che mi saccheggia,

Il bugiardo che mi attira, fingendo di far parte di me;

Oh, che sollievo, ora che ho eliminato questo dubbio!

(50) E allora Yamantaka, adesso fà vorticosamente girare

Con grande forza la ruota delle armi taglienti delle buone azioni.

Falla girare tre volte, essendo nel tuo aspetto irato,

Le tue gambe stanno a significare i due tipi di verità,

Con i tuoi occhi fiammeggianti aperti per saggezza e metodi.

(51) Scoprendo le tue zanne dei quattro grandi opponenti,

Divora il nemico – la nostra crudele preoccupazione egoista!

Con il tuo potente mantra del coltivare gli altri,

Demolisci questo nemico che è in agguato dentro di noi!

(52) Attraversando freneticamente l’intricata giungla della vita,

Siamo inseguiti dalle armi taglienti dei torti che abbiamo fatto

E che ritornano verso di noi; così siamo fuori controllo.

Questo furbo, letale mascalzone – il nostro egoismo,

Inganna noi stessi e contemporaneamente tutti gli altri.

Catturalo, catturalo, dunque, o feroce Yamantaka,

Evoca questo nemico, ed ora portalo via immantinente!

(53) Percuotilo, combattilo, strappa via dal nostro cuore

L’attaccamento all’ego, che è il nostro amore per noi stessi!

Travolgilo, spazzalo via, e poi danza forte sulla testa

Di questo concetto traditore di coinvolgimento egoico!

Strappa via il cuore di questo macellaio auto-centrato

Che massacra le nostre possibilità di ottenere la Liberazione finale!

(54) Hum! Hum! Mostra tutti i tuoi poteri, o potente protettore.

Dza! Dza! Incatena questo nemico, non lasciarlo sciolto.

P’at! P’at! Rendici liberi con il tuo potere, o Gran Signore sulla morte.

Taglia! Taglia! Taglia il nodo dell’auto-interesse che ci lega dal di dentro.

(55) Appari, o Yamantaka, o adirato protettore;

Io ho ulteriori suppliche da fare a Te, ancora.

Questo sacco di cinque veleni, di errori e delusioni

Ci trascina giù nelle sabbie mobili della dura vita quotidiana;

Taglia il nostro Ego, strappalo via e fallo a brandelli!

(56) Noi siamo trascinati nelle sofferenze delle miserabili rinascite,

Eppure, inconsapevoli del dolore, andiamo verso le loro cause.

Travolgi dunque quest’Ego, straccialo, danza sulla testa

Di questo insidioso concetto di interesse egoistico.

Strappa il cuore di questo macellaio auto-incentrato

Che massacra le nostre possibilità di ottenere la Liberazione finale.

(57) Noi abbiamo grandi aspettative di veloci realizzazioni,

Ma non vogliamo lavorare alla pratica in questione.

Abbiamo molti buoni progetti che pensiamo di realizzare,

Eppure, alla fine, nessuno di questi riusciamo mai a fare.

Travolgi dunque quest’Ego, straccialo, danza sulla testa

Di questo insidioso concetto di interesse egoistico.

Strappa il cuore di questo macellaio auto-incentrato

Che massacra le nostre possibilità di ottenere la Liberazione  finale.

(58) Il nostro desiderio di essere felici è forte in ogni momento,

Eppure, non raccogliamo i meriti per produrre questo risultato.

Noi abbiamo poca resistenza per il disagio e la sofferenza,

Eppure, spietatamente spingiamo per avere le cose che desideriamo.

Travolgi dunque quest’Ego, straccialo, danza sulla testa

Di questo insidioso concetto di interesse egoistico.

Strappa il cuore di questo macellaio auto-incentrato

Che massacra le nostre possibilità di ottenere la Liberazione finale.

(59) Con relativa facilità, noi sviluppiamo nuove amicizie,

Tuttavia, poiché siamo insensibili, nessuna di esse dura davvero.

Noi siamo pieni di desiderio per il cibo e per i bei vestiti,

Però, se non li possiamo avere, facciamo progetti e li rubiamo.

Travolgi dunque quest’Ego, straccialo, danza sulla testa

Di questo insidioso concetto di interesse egoistico.

Strappa il cuore di questo macellaio auto-incentrato

Che massacra le nostre possibilità di ottenere la Liberazione  finale.

(60) Noi siamo esperti nel lusingare gli altri per ottenere favori,

Eppure, lamentandoci sempre, siamo tristi e depressi.

Non possiamo sopportare di separarci dai soldi che abbiamo;

Li manteniamo stretti come avari e però ci sentiamo poveri.

Travolgi dunque quest’Ego, straccialo, danza sulla testa

Di questo insidioso concetto di interesse egoistico.

Strappa il cuore di questo macellaio auto-incentrato

Che massacra le nostre possibilità di ottenere la Liberazione  finale.

Continua qui http://www.sangye.it/altro/?p=4996

(TRATTO DAL SITO: http://www.centronirvana.it/home.htm che devotamente ringraziamo per la sua compassionevole gentilezza verso tutti gli esseri che soffrono in questa dolorosa esistenza samsarica.)

 

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.sangye.it/home/altro/wp-includes/comment-template.php on line 1379

1 Commento

Lascia un Commento

Comments are closed.