15 Gocce nell’Oceano “I numeri del Dharma”

bh15.  QUINDICI

15.1. Quindici debolezze (YT 86)

Un religioso devoto mostra debolezza se permette alla propria mente di essere ossessionata da pensieri terreni quando dimora in solitudine.

Un religioso devoto che sta a capo di un monastero mostra debolezza se cerca di fare i propri interessi.

Un religioso devoto mostra debolezza quando pur osservando scrupolosamente la disciplina morale è carente di freno morale.

Mostra debolezza chi una volta intrapreso il giusto Sentiero rimane ancora soggetto ai terreni sentimenti di attrazione e repulsione.

Mostra debolezza chi avendo rinunciato a tutto ciò che è terreno ed essendo entrato nell’Ordine desidera ardentemente acquistare merito.

Mostra debolezza chi una volta ricevuta una fuggevole rivelazione della Realtà non persevera nel sadhana fino al momento in cui sopravviene l’Illuminazione totale.

Mostra debolezza chi essendo religioso devoto intraprende il Sentiero e poi non è capace di percorrerlo fino in fondo.

Mostra debolezza chi non avendo altra occupazione al di fuori della devozione religiosa è incapace di allontanare definitivamente da sé le azioni indegne.

Mostra debolezza chi avendo abbracciato la carriera religiosa esita a entrare in un assoluto ritiro pur sapendo che il cibo e tutto ciò di cui avrà bisogno gli sarà fornito senza che lo chieda.

Un religioso devoto che mostra di possedere poteri occulti nel praticare esorcismi o nell’allontanare malattie, mostra debolezza.

Un religioso devoto mostra debolezza quando baratta verità sacre con cibo e denaro.

Chi si è votato alla vita religiosa mostra debolezza quando elogia se stesso e denigra gli altri.

Un religioso che predica in maniera nobile e non vive in maniera nobile mostra debolezza.

Chi professa la religione ed è incapace di vivere in solitudine, in compagnia solo di se stesso, e tuttavia non sa come rendere se stesso adatto alla compagnia degli altri, mostra debolezza.

Il religioso devoto mostra debolezza quando non riesce ad essere insensibile tanto alle comodità quanto alle privazioni.

15.2. Quindici nomi del nirvana (PBI 70)

Permanente.

Stabile.

Immutabile.

Indefettibile.

Senza fine.

Di durata infinita.

Non produzione.

Estinzione della nascita.

Non nato.

Non soggetto a dissoluzione.

Non creato.

Non continuante.

Libero da malattie.

Che non invecchia.

Che non muore.

 

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.sangye.it/home/altro/wp-includes/comment-template.php on line 1379