100, 108, 112 – Gocce nell’Oceano “I numeri del Dharma”

buddha-face100. CENTO, 108 CENTOOTTO, 112 CENTODODICI

100.1. Mantra delle cento sillabe (di Vajrasattva) (CM 186)

Om Vajrasattva samaya manupalaia

Vajrasattva teno patitsa drido me bhava

Suto kayo me bhava

Supo kayo me bhava

Sarva siddhi me par ya tza

Sarva karma su tza me

Tsittam shri yam kuru hum

Ha ha ha ha ho

Baghavan

Sarva tathagata

Vajra ma me mu tsa

Vajra bhava maha samaya sattva

Ah hum pè

Versione dalle pratiche preliminari Karma Kagyu (Centro Milarepa)

Om benza sato samaya manupalaia

Benza sato tenopa

tishta drido me baua

Suto kayo me baua

Supo kayo me baua

Anurakto me baua

Sarua siddhi me prayatsa

Sarua karma sutsame tsitam shriyam

Kuru hung

Ha ha ha ha ho baghavam

Sarua tathagata benza mahme mutsa benze baua maha samaya sato ah

Mantra di purificazione secondo il Ven. Rizong Rinpoce

Om namo bhagavate, benza sara dramardane

tathagataya, arahate, samyak sambuddhaya

tayata, Om benza

benza maha benza

maha tenza benza, maha bidya benza

maha bodhicitta benza

maha bodhi man-dropa, samdramana benza

sarua karma auarana, bisho dana, benza soha

100.2. Fasi della Concentrazione della Marcia Eroica (SSS §21, 98)

  1. Purificare il pensiero e renderlo puro come lo spazio

  2. Esaminare e rendersi presenti i pensieri di tutti gli esseri

  3. Conoscere la forza e la debolezza delle facoltà spirituali degli esseri

  4. Determinare e comprendere il meccanismo della causa e del frutto circa gli esseri

  5. Conoscere la retribuzione degli atti circa gli essere

  6. Penetrare le diverse aspirazioni degli esseri e dopo averle penetrate, non dimenticarle

  7. Conoscere le molteplici e differenti disposizioni degli esseri

  8. Esercitarsi con i suoi di Brahma e con le concentrazioni, nell’insegnare agli esseri la concentrazione come il diamante e dominare a volontà gli assorbimenti e i raccoglimenti

  9. Conoscere le antiche residenze, senza incontrare ostacoli

  10. Discernere i cammini che conducono ai diversi destini

  11. Possedere l’occhio divino senza ostacoli

  12. Ottenere il sapere della distruzione dei vizi, ma senza realizzarlo intempestivamente

  13. Ottenere il sapere che penetra l’uguaglianza del monto materiale e di quello immateriale

  14. Manifestare e giocare con tutte le forme

  15. Sapere che tutti i suoni sono come l’eco

  16. Penetrare nel ricordo e nella saggezza

  17. Rallegrare gli esseri con buone parole

  18. Predicare il Dharma secondo le necessità

  19. Distinguere il tempo opportuno e quello inopportuno

  20. Poter trasformare il proprio sesso

  21. Tenere predicazioni non vane

  22. Penetrare nella cima del vero

  23. Abilità ad accattivarsi le diverse categorie degli esseri

  24. Adempiere a tutte le perfezioni

  25. Avere attitudini e un comportamento esenti da ogni bizzarria

  26. Distruggere ogni illusione, invenzione e fantasia

  27. Non offendere l’elemento fondamentale, ma sfruttarlo fino al suo ultimo

  28. Manifestare in un solo istante il proprio corpo in presenza di tutti i Buddha

  29. Ricordare le predicazioni di tutti i Buddha

  30. Esercitare trasformazioni del corpo simili a miraggi in tutti gli universi

  31. Predicare abilmente tutti i Veicoli, salvare gli esseri e garantire la non interruzione del Triplice Gioiello

  32. Produrre grandi ornamenti fino all’ultimo termine della trasmigrazione, senza provare il minimo senso di fatica

  33. Manifestarsi sempre in tutti i luoghi di nascita, nel momento desiderato e senza interruzione

  34. Manifestare la propria attività in tutti i luoghi di nascita

  35. Abilità nel condurre a maturazione gli esseri

  36. Fare conoscenza correttamente con tutti gli esseri

  37. Essere insondabile da parte degli adepti dei due Veicoli

  38. Conoscere correttamente le articolazioni di tutti i suoni

  39. Far sì che tutti i dharma siano incendiati

  40. Far sì che un semplice kalpa diventi un kalpa incalcolabile

  41. Far sì che un kalpa incalcolabile diventi un semplice kalpa

  42. Far sì che un semplice campo si estenda a innumerevoli campi

  43. Far sì che innumerevoli campi si riducano a un semplice campo

  44. Introdurre immensi campi di Buddha in unico poro della pelle

  45. Introdurre tutti gli esseri in un solo corpo

  46. Comprendere che tutti i campi di Buddha sono pari allo spazio

  47. Estendere il proprio corpo a tutti i campi di Buddha, nessuno escluso

  48. Introdurre tutti i corpi nell’elemento fondamentale, di modo che non vi siano più corpi

  49. Comprendere che tutti i dharma sono senza carattere

  50. Conoscere bene tutti gli abili mezzi di salvezza

  51. Poter esprimere, con una sola emissione di voce, tutte le nature delle cose

  52. Parlare durante innumerevoli kalpa incalcolabili pronunciando una sola frase

  53. Considerare abilmente tutti i capitoli delle esposizioni del Dharma

  54. Ricordare bene le somiglianze e le differenze e nel predicare il Dharma estesamente o meno

  55. Uscire abilmente da tutti i cammini di Mara

  56. Lanciare il raggio degli abili mezzi di salvezza del sapere e della saggezza

  57. Far sì che gli atti del corpo, della voce e della mente siano preceduti dal sapere

  58. Avere sempre poteri soprannaturali a propria disposizione senza sforzo

  59. Utilizzare i quattro saperi non impediti per il beneficio di tutti gli esseri

  60. Manifestare trasformazioni sino ai confini dell’elemento fondamentale

  61. Utilizzare i mezzi di accattivamento per attrarre gli esseri

  62. Comprendere tutti i linguaggi che gli esseri usano nei differenti universi

  63. Non mettere in dubbio che i dharma non siano pari a una magia

  64. Esercitare largamente la sovranità in tutti i luoghi di nascita

  65. Procurare a volontà e senza fatica tutte le cose necessarie

  66. Manifestarsi da padrone in mezzo agli esseri

  67. Essere un campo di meriti di pari profitto per i buoni e i malvagi

  68. Ottenere e penetrare tutti i segreti dei Bodhisattva

  69. Lanciare sempre raggi di luce su tutti gli universi senza eccezione

  70. Possedere un sapere profondo e insondabile

  71. Avere un pensiero pari alla terra, all’acqua, al fuoco e al vento

  72. Fare girare abilmente la ruota del Dharma in ogni esposizione, frase e discorso

  73. Penetrare senza ostacoli nella terra dei Tathaghata

  74. Ottenere spontaneamente la convinzione che i dharma non nascono

  75. Ottenere un pensiero conforme alla verità e non essere inquinato dalle macchie delle passioni

  76. Introdurre tutte le acque in un unico foro, senza per questo dar noia agli esseri acquatici

  77. Accumulare immensi meriti e radici di bene

  78. Conoscere bene tutte le applicazioni degli abili mezzi di salvezza

  79. Eccellere nei miracoli e nell’esercitare dappertutto le pratiche dei Bodhisattva

  80. Trovare la propria sicurezza in tutti i dharma del Buddha

  81. Dopo averla trovata, sfuggire alle esistenze originali condizionate dagli atti anteriori

  82. Penetrare nei tesori segreti del Dharma del Buddha

  83. Manifestare una vita dissoluta e dedita ai piaceri

  84. Prestare orecchio a vari insegnamenti e ricordarli

  85. Ricercare tutti i dharma, senza mai stancarsi

  86. Conformarsi alle cose del mondo, senza esserne contaminato

  87. Predicare il Dharma agli uomini durante immensi kalpa, dando tuttavia l’impressione che la predica non sia durata che un mattino

  88. Manifestare ogni sorta di malattia, farsi zoppo, cieco, sordo, muto, per condurre a maturazione gli esseri

  89. Avere centomila Guhyakadhipati Vajrapani Malla come assistenti perpetui

  90. Vedere e scoprire spontaneamente tutti gli stati di Buddha

  91. Poter manifestare in un istante una durata di vita che si prolunga durante innumerevoli kalpa incalcolabili

  92. Far mostra di adottare le attitudini dei due primi veicoli, senza però rinunciare interiormente alle pratiche dei Bodhisattva

  93. Meditare sulla vacuità e assenza di segno con una mente perfettamente calma

  94. Custodire interiormente la concentrazione della memoria dei Buddha, pur divertendosi con musicanti

  95. Condurre a maturazione essere innumerevoli vedendo, ascoltando, toccando o coabitando

  96. Manifestare d’istante in istante l’arrivo allo stato di Buddha e, conformandosi agli esseri da convertire, far loro ottenere la liberazione

  97. Manifestare l’entrata nella matrice e la nascita

  98. Manifestare l’uscita dal mondo e l’arrivo allo stato di Buddha

  99. Far girare la ruota del Dharma

  100. Entrare nel grande Nirvana senza tuttavia estinguersi totalmente

108. CENTOOTTO

108.1. Centootto categorie dei fenomeni esistenti (corso di Geshe Jampa Gyatso)

I cinquantatré fenomeni della classe delle afflizioni o della forma http://www.sangye.it/altro/?p=6963

I cinquantacinque fenomeni della classe della purezza o purificata http://www.sangye.it/altro/?p=6969

112. CENTODODICI

112.1. Centododici caratteristiche (Laksana) del Buddha

32 Laksana maggiori http://www.sangye.it/altro/?p=6937

80 Laksana minori http://www.sangye.it/altro/?p=6973

 

Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.sangye.it/home/altro/wp-includes/comment-template.php on line 1379