»
S
I
D
E
B
A
R
«
Iniziazione di Vajrabhairava Tredici Divinità
January 20th, 2018 by admin

Alcuni partecipanti all’iniziazione indossano le bende rituali durante l’iniziazione di Vajrabhairava Eroe Solitario conferita da Sua Santità il Dalai Lama a Bodhgaya, Bihar, India, il 21 gennaio 2018. Foto di Lobsang Tsering

19 gennaio 2018 Bodhgaya, Bihar, India – Questa mattina le strade solitamente brulicanti di Bodhgaya erano quasi deserte e la sede degli insegnamenti ha iniziato a riempirsi solo quando Sua Santità il Dalai Lama vi ha fatto ingresso poco prima delle 7. Il Dalai Lama ha salutato i presenti e si è seduto davanti al padiglione del mandala per i rituali preparatori per l’iniziazione di Vajrabhairava Tredici Divinità.

Due monaci del monastero di Namgyal si sono seduti accanto a lui per accompagnare la sua recitazione.

Un’ora e mezza più tardi Sua Santità ha detto ai monaci presenti di sentire un po’ di freddo.
“E’ passato un mese e mezzo da quando ho lasciato Dharamsala. Sono stato a Mumbai e a Drepung, a Ganden e a Sera a parlare e insegnare pubblicamente: ora comincio ad avvertire un po’ di stanchezza. Domani prenderò un giorno di pausa e il giorno successivo darò l’iniziazione di Vajrabhairava Eroe Solitario, poiché è un rituale breve, ma ho intenzione di rimandare l’iniziazione di Chakrasamvara a un’altra volta”.

Questa vita umana offre la migliore opportunità di impegnarsi sulla via della liberazione. Dal punto di vista fisico, siamo minacciati dalla morte e, mentalmente, siamo sopraffatti dall’ignoranza. Yamantaka è un avversario di entrambe queste condizioni. Nagarjuna disse che i tre veleni – la rabbia, l’attaccamento e l’ ignoranza – nascono dal nostro fraintendimento della vera natura della realtà. Le cose ci sembrano esistere in modo indipendente e ci aggrappiamo a questa idea. Il Buddha è il solo ad aver insegnato la verità dell’origine dipendente, sulla base della quale possiamo sviluppare la compassione per gli esseri senzienti e la saggezza focalizzata all’illuminazione. Queste sono le due ali che, per così dire, permettono a un bodhisattva di volare sull’altra riva”.

Sua Santità ha fatto notare che gli insegnamenti generali del Buddha sono stati dati pubblicamente a tutti, ma il tantra è stato insegnato in segreto e non perché il Buddha non volesse condividere queste istruzioni particolari, ma perché occupandosi di canali, energie e gocce gli insegnamenti di tantra possono essere pericolosi per chi non ha una corretta formazione e una guida qualificata.

Molti anni fa, L.M. Joshi, un erudito professore indiano, disse a Sua Santità che uno dei motivi per cui il buddhismo in India è decaduto fino a quasi scomparire era perché i monaci si arricchivano, la gente disapprovava il loro comportamento e perdeva la propria fede. Un secondo motivo è stato anche l’abuso del tantra: avere un consorte è incompatibile con la pura osservazione del Vinaya. Per queste ragioni, alla fine, i regnanti e gli altri governatori locali hanno progressivamente orientato il loro sostegno alle tradizioni non buddhiste. Sua Santità ha suggerito dunque che praticare il tantra in segreto è anche una questione di discrezione.

Successivamente, ha conferito l’iniziazione, che ha dato con energia incrollabile.

http://it.dalailama.com/news/2018/iniziazione-di-vajrabhairava-tredici-divinit%C3%A0


Comments are closed

»  Substance: www.sangye.it   »  Style: Ahren Ahimsa