»
S
I
D
E
B
A
R
«
Il Dalai Lama arriva a Leh
July 4th, 2018 by admin

Il Ven. Gaden Trisur Rizong Rinpoche porge il benvenuto a Sua Santità il Dalai Lama al suo arrivo all’aeroporto di Leh il 3 luglio 2018.

3 luglio 2018. Leh, Ladakh, India – Dopo aver lasciato questa mattina presto Delhi, Sua Santità il Dalai Lama ha raggiunto in aereo Leh. Al suo arrivo c’era ad attenderlo il tradizionale cerimoniale di benvenuto con il parasole, i corni e i cembali. Il Dalai Lama è stato accolto dall’ex titolare del trono di Ganden Rizong Rinpoche, da Drikung Chetsang Rinpoche e Thiksey Rinpoche, oltre che da altri Lama. Numerosi funzionari locali e rappresentanti di varie organizzazioni, tra cui il deputato Thubten Tsewang e Rigzin Jora, membro dell’assemblea legislativa di Leh, e un vasto pubblico erano presenti per rendergli omaggio. Mentre l’auto di Sua Santità si allontanava lentamente dall’aeroporto, migliaia di abitanti del Ladakh e tibetani, monaci e laici, vecchi e giovani, tra cui centinaia di scolari in divisa, hanno salutato festosamente il suo passaggio. Sembrava che l’intera popolazione locale si fosse riversata in strada per salutare Sua Santità, i volti sorridenti, le sciarpe bianche e bastoncini d’incenso tra le mani e una profusione di fiori.Raggiunto il Shewatsel Phodrang, la residenza ufficiale del Dalai Lama in Ladakh, Sua Santità è stato accolto ancora una volta dal Ganden Trisur, Rizong Rinpoche, Drikung Chetsang Rinpoche, Thiksey Rinpoche, Taklung Matrul, Thuksey Rinpoche e da altri dignitari. Tè e riso dolce sono stati serviti agli ospiti.

“Sono molto felice di essere di nuovo qui”, ha detto Sua Santità, parlando prima in tibetano e poi in inglese. “Sono in buona salute e se tutto va bene conto di trascorrere un bel po’ di tempo qui, evitando il monsone giù a valle. Voi, popolo del Ladakh, avete con me un legame speciale basato sulla vostra fede e gentilezza. Lo apprezzo molto”.

“Vengo qui da più di 50 anni. All’inizio il Ladakh non era particolarmente sviluppato. Oggi invece la situazione è cambiata e possiamo vedere ogni sorta di progresso materiale. Anche nei monasteri, rispetto a 50 anni fa, la qualità dello studio è cresciuta in modo significativo. Ho incontrato di recente alcuni membri della Fondazione Tawang che hanno in programma di trasformare tutti i monasteri, da qui a Tawang (un distretto della Arunachal Pradesh a oltre 3.000 chilometri di distanza da Leh, n.d.t.), in centri di apprendimento qualificati”.

“Incontrando gli studiosi del Vinaya a Delhi l’altro giorno, ho chiesto loro se ritengono gli insegnamenti del Buddha ancora attuali. Poiché, come altre tradizioni religiose, il Buddhadharma insegna l’amore, la compassione e la tolleranza, non è solo rilevante ma necessario. Tuttavia non dico mai che il buddhismo è la migliore tradizione. Non avrebbe senso dire che una sola medicina è la migliore per chiunque in qualunque circostanza. Ed è per questo che il Buddha ha dato insegnamenti diversi a persone diverse, a seconda delle loro particolari disposizioni, nei tre giri della Ruota del Dharma”.

Salutando affettuosamente i vecchi amici in mezzo alla folla e stringendo mani, Sua Santità si è ritirato nella sua residenza. Domani farà una breve visita al Monastero di Jokhang. http://154.35.150.101/news/2018/il-dalai-lama-arriva-a-leh


Comments are closed

»  Substance: www.sangye.it   »  Style: Ahren Ahimsa