SIDEBAR
»
S
I
D
E
B
A
R
«
Sua Santità il Dalai Lama Riprende il Ciclo di Insegnamenti di Manjushri
January 5th, 2020 by admin

Sua Santità il Dalai Lama: “I sutra ed i tantra chiariscono che la principale causa di infelicità è l’egocentrismo, specialmente se combinato con l’idea sbagliata che persone e fenomeni siano intrinsecamente esistenti. Per contrastare queste tendenze, ci rifugiamo nel Buddha e seguiamo ciò che è stato rivelato anche da Manjushri, Nagarjuna e dai suoi discepoli, ma anche da Maitreya, che conseguirono l’illuminazione prendendo a cuore ciò che il Buddha insegnò. Questo ci rende suoi studenti, quindi dobbiamo studiare.”

Sua Santità il Dalai Lama Riprende il Ciclo di Insegnamenti di Manjushri

4 gennaio 2020. Bodhgaya, Bihar, India – Il freddo è tornato a far da padrone a Bodhgaya ed una forte nebbia è sospesa nell’aria mentre questa mattina Sua Santità il Dalai Lama è diretto verso il Kalachakra Ground. Come è sua abitudine, s’è impegnato faccia a faccia con il maggior numero di persone possibile tra coloro che hanno seguito il suo percorso. Dal palco ha salutato il pubblico e che ha risposto calorosamente al saluto. Ha quindi salutato vari lama ed altri ospiti prima di salire sul trono. Prima di sedersi, ha reso omaggio agli innumerevoli dipinti sacri appesi dietro ed intorno al palco.

Otto monaci del Royal Thai Monastery, guidati dal loro abate, l’anziano Thai Elder in India, hanno preso immediatamente posto davanti al trono per recitare una parte del Mangala Sutta http://www.sangye.it/altro/?p=1868 in Pali. Sono stati seguiti da un gruppo di dieci monaci, monache e laici, dal Giappone che hanno cantato il “Sutra del cuorehttp://www.sangye.it/altro/?p=6098 in giapponese. Dopo di loro hanno presenziato undici mongoli: monaci, una monaca e laici che hanno di nuovo cantato il “Il Cuore della Saggezza” in mongolo.

“Oggi, domani e dopodomani”, ha annunciato Sua Santità, “darò le Iniziazioni dal Ciclo di Insegnamenti di Manjushri che abbiamo iniziato l’anno scorso. http://www.sangye.it/dalailamanews/?p=13104 , http://www.sangye.it/dalailamanews/?p=13101 . Spero questa volta di concludere ciò che resta del ciclo.

Questi insegnamenti ci arrivano da Lama Umapa, Pawo Dorjé, che, anche da ragazzo quando allevava pecore, ha avuto visioni di Manjushri. Ho ricevuto la trasmissione da Tagdrak Rinpoché. ‘Omaggio a Manjushri, dall’aspetto giovanile, la cui brillante saggezza dissipa l’oscurità dei tre mondi.’ Questo non si riferisce all’oscurità fisica, ma all’ignoranza.

“Per i seguaci delle religioni teistiche la fede in Dio è sufficiente, ma quelli di noi che non credono in Dio hanno bisogno di sfruttare appieno la nostra intelligenza. Trasformando le nostre menti, dobbiamo sviluppare una completa saggezza, lucida, rapida e profonda. Le pratiche per sviluppare queste saggezze e migliorare la nostra intelligenza includono l’impegno nello studio della filosofia sulla base della ragione e della logica, come stanno facendo i molti monaci qui dalle Sedi dell’Apprendimento.

Il grande abate Shantarakshita, l’Adepto Padmasambhava http://www.sangye.it/altro/?p=1571 ed il re Trisong Detsen hanno introdotto la tradizione di Nalanda in Tibet. Per mantenerla viva è necessario utilizzare la ragione e la logica, un approccio preservato principalmente dai tibetani. Esaminiamo i nostri libri di testo alla luce della logica e quindi entriamo in discussione e dibattito.

“Mentre eseguo i rituali preparatori, potete recitare il mantra “Ara Patsa Nadi” di Manjushri. Una volta conferita la prima iniziazione, mi dedicherò ai riti preparatori per la prossima.

In questi giorni, quando conferisco iniziazioni come queste, sono trasmessi in rete e disponibili per le persone in luoghi lontani. Sto dando queste istruzioni con dedizione ed amore. Coloro che guardano online con fede e devozione possono ricevere la trasmissione. Al tempo del Buddha, c’erano occasioni in cui i devoti non erano in grado di incontrarlo di persona e l’ordinazione era concessa attraverso un messaggio. Questa disposizione del Vinaya costituisce un precedente positivo. Questo Ciclo di Insegnamenti di Manjushri appartiene al Tantra Yoga più elevato ed anche coloro che non sono qui, che guardano con fede, possono riceverlo.

“Certo, abbiamo trovato questa vita umana e non desideriamo soffrire. Vogliamo essere felici, ma non prestiamo sufficiente attenzione a ciò che provoca la sofferenza ed a come superarla. Né pensiamo molto a quali siano le cause della felicità. Tuttavia, abbiamo incontrato gli insegnamenti del Buddha, appartenenti alla tradizione indiana, che prescrivono mezzi per disciplinare le nostre menti. Il problema chiave è che la sofferenza od il piacere che proviamo, dipende in gran parte dal nostro stato d’animo.

I sutra e i tantra chiariscono che la principale causa di infelicità è l’egocentrismo, specialmente se combinato con l’idea sbagliata che persone e fenomeni siano intrinsecamente esistenti. Per contrastare queste tendenze, ci rifugiamo nel Buddha e seguiamo ciò che è stato rivelato anche da Manjushri, Nagarjuna http://www.sangye.it/altro/?p=10906 e dai suoi discepoli, ma anche da Maitreya, che conseguirono l’illuminazione prendendo a cuore ciò che il Buddha insegnò. Quando offro alle persone delle statue del Buddha, spiego che è il nostro maestro. Questo ci rende suoi studenti, quindi dobbiamo studiare.

In un lontano passato, il Buddha coltivò la mente risvegliata di bodhicitta, quindi accumulò meriti e saggezza per tre innumerevoli eoni. Alla fine, raggiunse l’illuminazione in questo luogo speciale. È un percorso che anche noi possiamo intraprendere ora.”

La settima iniziazione di questo Ciclo riguarda Tara Bianca, che, ha osservato Sua Santità, nel Guhyasamaja Tantra è associata all’energia in movimento. Ha anche notato che Drom-tön-pa aveva un legame speciale con Tara Bianca, che si estende anche al popolo Tibetano.

Domani, Sua Santità darà un Iniziazione di una Divinità femminile adirata.

Traduzione del Dott. Luciano Villa, da http://www.sangye.it/dalailamanews/?p=13953 nell’ambito del Progetto Free Dalai Lama’s Teachings a beneficio di tutti gli esseri senzienti.


Comments are closed

»  Substance:WordPress   »  Style:Ahren Ahimsa