»
S
I
D
E
B
A
R
«
Smentita di Osel Hita Torres
June 1st, 2009 by admin

Lama Osel

Lama Osel

 In merito agli articoli usciti sui quotidiani nei giorni scorsi sulla rinuncia ai voti da parte di Osel Hita Torres, ecco il testo della smentita scritto dallo stesso, pubblicato nell’originale inglese su

www.fpmt.org/teachers/osel, il sito della Fondazione per la Preservazione della Tradizione Mahayana. 

 Cari amici

 Ritengo che sia importante cercare di fare una buona esperienza di quello che la vita realmente è.  Io sono stato veramente fortunato  nell’aver sperimentato sia la cultura occidentale che quella orientale e sono molto grato verso coloro che mi hanno aiutato in questo cammino. L’aver vissuto in India e in occidente è stata un’esperienza che mi ha arricchito moltissimo e mi sento un privilegiato poiché ho potuto assorbire tante cose.

Ci sono stati dei momenti, in India, in cui ho faticato molto ad accettare il mio destino, quello di una persona che veniva considerata come un diverso e che veniva tenuto in disparte. Ma anche questa è stata una bellissima esperienza che io ho apprezzato tantissimo.

Purtroppo alcuni media cercano di sensazionalizzare quella che è soltanto una storia un po’ fuori dal comune. Spero che non prendiate alla lettera tutto quello che leggete. Non credete a tutto ciò che viene scritto!

L’esperienza con le interviste dimostra che indipendentemente da quanto uno provi a trasmettere con sincerità e onestà delle informazioni importanti, ciò che poi va in stampa può facilmente portare al sensazionalismo al solo fino di attirare l’attenzione.

L’FPMT sta facendo un ottimo lavoro e Lama Zopa è una persona veramente speciale – una notevole fonte di  ispirazione e un grande yoghi. -

A livello personale considero il mio compito quello di trovare nuovi modi per scoprire la vera natura di noi stessi. Non esiste una separazione tra me e l’FPMT, lavoriamo tutti insieme su diversi aspetti. L’umanità è il nostro luogo di lavoro. Inoltre, non sono molto qualificato per insegnare in quanto non ho portato a termine i miei studi e pertanto l’unica strada percorribile è lavorare insieme.

Sto cercando una via nuova per questa generazione. Un modo di farlo è attraverso la musica, i filmati e le tecniche audio-visive. In un film si possono condensare diverse storie, si può aggiungere la musica, si possono inserire diverse situazioni e diversi messaggi. Anche solo l’immagine di un semplice tramonto può essere sufficiente a dare pace e  favorire un momento di meditazione. La realizzazione di un film racchiude  milioni di diverse possibilità.

Ma non solo i film. Si possono girare documentari sulle persone che hanno raggiunto un elevato livello sul  sentiero e che si trovano in pace con se stessi.

Questo è più o meno quello che intendo fare, ma una cosa è pianificare e un’altra è far sì che le cose avvengano come noi desideriamo - e qui torniamo alle proiezioni mentali. Per ora, però, questo è quello che intendo fare.

Con affetto

Osel”

 

 Cari amici


Comments are closed

»  Substance: www.sangye.it   »  Style: Ahren Ahimsa