Archive for the ‘Dalai Lama AMBIENTE’ Category

Sua Santità il Dalai Lama: Il mondo naturale

Sua Santità il Dalai Lama: Il prezzo da pagare per il pianeta, e di conseguenza per l’umanità tutta, di stili di vita ormai non sostenibili è semplicemente troppo alto.

Sua Santità il Dalai Lama: Il mondo naturale

Se esiste un tema per quale l’educazione e i media hanno una particolare responsabilità è, io credo, l’ambiente naturale. Questa responsabilità ha ben poco a che fare con cosa è giusto o cosa è sbagliato, quanto piuttosto riguarda la nostra sopravvivenza.
Il mondo naturale è la nostra casa. Non necessariamente è qualcosa di sacro: è semplicemente il luogo in cui viviamo. E’ dunque nel nostro interesse averne cura. E’ normale buon senso. Solo recentemente la dimensione della popolazione mondiale e il potere della scienza e della tecnologia sono cresciuti al punto da avere un impatto diretto sulla natura.
Continua »

 

S. S. il Dalai Lama: perché sono fiducioso riguardo al futuro del mondo

Sua Santità il Dalai Lama: Abbiamo tutti la responsabilità di impedire che nel XXI secolo si ripetano le sofferenze e gli spargimenti di sangue del passato.

Tenzin Gyatso, il XIV Dalai Lama

Sono passati ormai quasi 60 anni da quando ho lasciato la mia terra natale, il Tibet, per diventare un rifugiato un rifugiato. La gentilezza del governo e del popolo indiano ha permesso a noi tibetani di trovare una seconda casa, dove poter vivere con dignità, liberi e con la possibilità di mantenere vive la nostra lingua, le nostre tradizioni e la nostra cultura.

La mia generazione ha assistito a tanta violenza: gli storici stimano che più di 200 milioni di persone hanno perso la vita durante le guerre del XX secolo. Continua »

 

Sua Santità il Dalai Lama: Messaggio per il nuovo Millennio

Sua Santità il Dalai Lama: Per trasformare in realtà la non-violenza dobbiamo innanzi tutto procedere a un disarmo interiore, e poi passare a quello esteriore.

Messaggio per il nuovo Millennio

C’è grande eccitazione per l’inizio di un nuovo millennio. Ma in sé non è nulla di speciale: ci saranno le stesse cose e non accadrà nulla di diverso. Tuttavia, se davvero desideriamo che il nuovo millennio sia più felice, più pacifico, con una maggiore armonia tra esseri umani dobbiamo sforzarci affinché si realizzino alcuni cambiamenti. E’ una nostra responsabilità, e lo è in special modo delle generazioni più giovani. Durante l’ultimo secolo abbiamo vissuto molte esperienze, alcune positive, altre estremamente distruttive. Ed è da queste ultime dobbiamo imparare. Continua »

 

S. S. Dalai Lama: La terra è sovrapopolata.

Sua Santità il Dalai Lama: "E che dire dei crescenti scarti fra paesi ricchi e poveri?"

Sua Santità il Dalai Lama: "E che dire dei crescenti scarti fra paesi ricchi e poveri?"

La terra è sovrapopolata.

Sua Santità il Dalai Lama: “Nessuna specie, la specie umana non più di un’altra, può porsi fuori dal mondo, fuori dalla ruota dell’universo. Noi siamo uno dei denti di questa ruota.”

Jean-Claude Carriere: “Una ruota che cigola sempre più forte. Ricordo i lamenti di Bhumi, la Terra, nel Mahabharata: “Ogni giorno sono calpestata da passi di uomini arroganti… Sono ferita, soffro e mi domando: domani, che cosa mi faranno ancora?”.

Sua Santità il Dalai Lama approva scrollando la testa. Conosce Bhumi e i suoi timori.

Jean-Claude Carriere: “Lei ha detto che stiamo attraversando una crisi, e ha anche detto che il tempo stringe. È sensibile all’esplosione demografica cui sta assistendo il XX secolo?”

Sua Santità il Dalai Lama: “Molto sensibile. È un problema di estrema importanza.” Continua »

 

Sua Santità il Dalai Lama: Agli agricoltori


Sua Santità il Dalai Lama: Tutti gli esseri sensibili hanno diritto di vivere.

Sua Santità il Dalai Lama: Tutti gli esseri sensibili hanno diritto di vivere.

Sua Santità il Dalai Lama: Agli agricoltori

Gli agricoltori svolgono un ruolo essenziale nella protezione o nel deterioramento dell’ambiente e della salute. Attualmente con l’inquinamento delle falde freatiche, l’impiego abusivo di concimi, pesticidi e di altre sostanze nocive che viene scoperto di continuo, ci si rende sempre più conto della responsabilità degli uomini nel degrado del sistema ecologico e nella comparsa di malattie nuove. Continua »

 

S.S. Dalai Lama: L’ecologia dal Cuore Umano

Sua Santità il Dalai Lama: Anche i computer più sofisticati non vi potranno fornire la pace mentale. La pace mentale deve venire dalla mente.

Sua Santità il Dalai Lama: Anche i computer più sofisticati non vi potranno fornire la pace mentale. La pace mentale deve venire dalla mente.

Sua Santità il Dalai Lama – Secondo l’insegnamento buddista, vi è una interdipendenza molto stretta tra l’ambiente naturale e gli esseri senzienti che vi vivono. Alcuni dei miei amici mi hanno detto che di base la natura umana è un po violenta, ma ho detto loro che non sono d’accordo. Se prendiamo in esame diversi animali, per esempio, quelli la cui sopravvivenza dipende dal prendere la vita altrui, come le tigri o leoni, apprendiamo che la loro natura di base fornisce loro zanne ed artigli affilati. Animali pacifici, come i cervi, che sono completamente vegetariani, si fanno più dolci e hanno denti più piccoli e senza artigli. Da questo punto di vista noi esseri umani abbiamo una natura non violenta. Per quanto riguarda la questione della sopravvivenza umana, gli esseri umani sono animali sociali. Per sopravvivere abbiamo bisogno di compagni. Senza altri esseri umani semplicemente non c’è possibilità di sopravvivere, il che è una legge della natura. Continua »

 

S.S. Dalai Lama: Un approccio etico alla protezione dell’ambiente

Sua santità il Dalai lama: Molti degli habitat della terra, animali, piante, insetti ed anche microrganismi che noi conosciamo come rari o minacciati d'estinzione, non potranno essere conosciuti dalle generazioni future. Abbiamo le capacità e la responsabilità. Dobbiamo agire prima che sia troppo tardi.

Sua Santità il Dalai Lama: Molti degli habitat della terra, animali, piante, insetti ed anche microrganismi che noi conosciamo come rari o minacciati d'estinzione, non potranno essere conosciuti dalle generazioni future. Abbiamo le capacità e la responsabilità. Dobbiamo agire prima che sia troppo tardi.

Sua Santità il Dalai Lama: Un approccio etico alla protezione dell’ambiente

La pace e la sopravvivenza della vita sulla Terra, come la conosciamo, sono minacciate dalle attività umane prive di valori umani. La distruzione della natura e delle risorse naturali sono i risultati dell’ignoranza, dell’avidità e della mancanza di rispetto per gli esseri viventi della terra. Questa mancanza di rispetto si estende anche alle prossime generazioni dell’umanità sulla terra, alle generazioni future che erediteranno un pianeta molto degradato, se la pace nel mondo non diventerà una realtà e la distruzione dell’ambiente naturale dovesse continuare al ritmo attuale. I nostri antenati considerarono la terra come ricca e generosa, e lo è. Molte persone in passato hanno visto la natura come una risorsa inesauribile, che ora sappiamo è così solo se ce ne prendiamo cura.
Non è difficile perdonare le distruzioni del passato, che furono provocate dall’ignoranza.
Continua »

 

Sua Santità il Dalai Lama: Azioni concrete per la protezione dell’ambiente

Betty Williams, Sua Santità il Dalai Lama, Shirin Ebadi, Mairead Maguire e Lech Walesa mentre piantano un albero dopo il 13° Summit dei Nobel per la Pace a Varsavia (Polonia), il 23 ottobre 2013 (Foto di Jeremy Russel/OHHDL)

Sua Santità il Dalai Lama

Oggi giorno l’ambiente – la fonte di vita di tutti gli esseri al mondo compreso il Tibet, il Paese delle Nevi – sta subendo una vasta devastazione. Giunti a questo punto, è importante che ogni essere umano, secondo le proprie capacità, compia il maggior sforzo possibile per assicurare la conservazione e la protezione dell’ambiente e degli abitanti di questo pianeta. I benefici di un ambiente incontaminato sono molteplici: un albero sano, ad esempio, purifica l’aria e fornisce l’ossigeno necessario alla respirazione degli esseri viventi. Armonizza gli elementi e allunga l’aspettativa di vita. La sua ombra offre un posto rinfrescante ove riposare. Porta la pioggia al momento giusto. Nutre campi e armenti, mantiene in equilibrio la temperatura. Contribuisce a rendere splendido il paesaggio riempiendolo di vegetazione. Porta a uno sviluppo naturale e sostenibile nell’ambito dell’educazione, dell’economia e così via. Continua »