Archive for the ‘Dalai Lama Gyalwa Gyatso Dharamsala 84 EN-IT’ Category

1 Commentario S.S. Dalai Lama su Gyalwa Gyatzo

Sua Santità il Dalai Lama Prima parte del Commentario su Gyalwa Gyatso dato da Sua Santità il Dalai Lama a un gruppo di occidentali al Tempio di Teckchen Choeling a Dharamsala, in India, il 1 settembre 1984.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Non ho il lignaggio effettivo su questo insegnamento, né il lignaggio della trasmissione orale, ma vi darò una introduzione generale a questa pratica.
All’inizio potrebbe essere d’auspicio recitare cento MANI, penso che è meglio.
(seguono: Preghiere, Offerta del Mandala, Mani.)

Per distinguerci dai seguaci del sentiero distorto, prendiamo Rifugio per distinguerci dalle motivazioni inferiori, dalla motivazione Hinayana, perciò vi è lo sviluppo di Bodhicitta. Dobbiamo ripetere i versi del Rifugio e Bodhicitta …

san ghie cio dan tso chi cio nam la (Nei supremi Buddha, Dharma e Sangha)
cian ciub bar du dag ni chiab su ci
(prendo rifugio fino all’Illuminazione)

dag ghi gin sog ghi pe so nam chi (Per i meriti da me accumulati per generosità ecc.)
dro la phen cir san ghe drup par sciog
(Possa io diventare Buddha per essere di beneficio agli altri esseri) (x3)

Quanti di voi capiscono il tibetano? Un poco?
Poiché non vi è molto tempo, non entrerò in una spiegazione molto dettagliata. Ritengo inoltre che è possibile leggere i dettagli per quanto riguarda la visualizzazione, si può capire questo attraverso la lettura. Ho intenzione di sottolineare, provare a spiegare, quei punti che sono importanti non solo in questa pratica, ma come una pratica generale, la pratica tantrica, o fondamentalmente pratica buddhista, poi la pratica Mahayana, entro tale pratica Tantrayana, all’interno di tale pratica Maha-Anuttarayoga. Ho pensato che potrebbe essere meglio per spiegare questi punti importanti.
Continua »

 

2 Commentario S.S. Dalai Lama su Gyalwa Gyatzo

Sua Santità il Dalai Lama, Commentario su Gyalwa Gyatso: Quando fate una purificazione delle varie illusioni o attitudini disturbanti, la purificazione viene fatta applicando i poteri opponenti, ad esempio, usate un modo di approccio completamente diverso dalla cosa che dovete abbandonare.

Sua Santità il Dalai Lama, Commentario su Gyalwa Gyatso: Quando fate una purificazione delle varie illusioni o attitudini disturbanti, la purificazione viene fatta applicando i poteri opponenti, ad esempio, usate un modo di approccio completamente diverso dalla cosa che dovete abbandonare.

Seconda parte del Commentario su Gyalwa Gyatso dato da Sua Santità il Dalai Lama a un gruppo di occidentali al Tempio di Teckchen Choeling a Dharamsala, in India, il 1 settembre 1984.

Appunti, traduzione dall’inglese della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi, revisione ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Il Dharmakaya

Riguardo al Dharmakaya, l’unico che può avere la percezione diretta del Dharmakaya è un Buddha. Continua »

 

3 Commentario S.S. Dalai Lama su Gyalwa Gyatzo

Sua Santità il Dalai Lama, Commentario su Gyalwa Gyatso: Provate, provate, provate, ma fermatevi prima di essere troppo stanchi, è meglio. Poi, quando il Buddha uscì dal suo periodo di silenzio in concentrazione univoca, insegnò il Dharma.

Sua Santità il Dalai Lama, Commentario su Gyalwa Gyatso: Provate, provate, provate, ma fermatevi prima di essere troppo stanchi, è meglio. Poi, quando il Buddha uscì dal suo periodo di silenzio in concentrazione univoca, insegnò il Dharma.

Terza parte del Commentario su Gyalwa Gyatso dato da Sua Santità il Dalai Lama a un gruppo di occidentali al Tempio di Teckchen Choeling a Dharamsala, in India, il 1 settembre 1984.

Appunti, traduzione dall’inglese della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi, revisione ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

LA PURIFICAZIONE DEL NOSTRO FLUSSO MENTALE Continua »

 

4 Commentario S.S. Dalai Lama su Gyalwa Gyatzo

Sua Santità il Dalai Lama, Commentario su Gyalwa Gyatso: La qualità interiore di base, lo spazio significa vacuità, Shunyata, o, talvolta, la Chiara Luce interiore. Così la persona, maschio o femmina, la persona che sperimenta quella fase, è chiamata Khadro o Khadroma, Daka o Dakini.

Sua Santità il Dalai Lama, Commentario su Gyalwa Gyatso: La qualità interiore di base, lo spazio significa vacuità, Shunyata, o, talvolta, la Chiara Luce interiore. Così la persona, maschio o femmina, la persona che sperimenta quella fase, è chiamata Khadro o Khadroma, Daka o Dakini.

Quarta parte parte del Commentario su Gyalwa Gyatso dato da Sua Santità il Dalai Lama a un gruppo di occidentali al Tempio di Teckchen Choeling a Dharamsala, in India, il 1 settembre 1984.

Appunti, traduzione dall’inglese della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi, revisione ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Domanda: Potrebbe Sua Santità spiegare il significato del Mantra completo?

Sua Santità il Dalai Lama:

Non conosco il significato molto bene. OM MANI PADME HUM – sei lettere, il loro significato è piuttosto vasto. Continua »

 

1 H.H. Dalai Lama Commentary on Gyalwa Gyatso

First part of the Commentary on Gyalwa Gyatso given by His Holiness the Dalai Lama to a group of Westerners in His Audience Hall at Teckchen Choeling Palace at Dharamsala, India, on 1st September 1984 from 10-12 noon and 2-4 pm.

His Holiness the Dalai Lama

I do not have the actual lineage of the discourse on this teaching nor the lineage of the oral transmission of this but I shall give you a general introduction to this practice.

At the beginning it might be good to recite MANI, one hundred, I think that is better.

(Prayers, Mandala Offering, Manis follow.)

To distinguish ourselves from the followers of the distorted path we take refuge to distinguish ourselves from the lower motivations, from the Hinayana motivation, there is the development of Bodhicitta. We shall repeat the verses of Refuge and Bodhicitta…

Sang-gyae ch’o-d’ang tseg-kyi ch’og-nam-la
J’ang-ch’ub b’ar-d’u dag-ni kyab-su-ch’I
Dag-g’I jin-sog gyi-pai so-nam kyi
Dro-la p’an-ch’ir sang-gyae drug-bar-shog

How many of you understand Tibetan? A little?

As there is not much time I shall not go into a very detailed explanation. I also feel that you can read details regarding visualization, you can understand this through reading. I am going to emphasize, try to explain, those points which are important not only in this practice but as a general practice, Tantric practice, or basically Buddhist practice, then the Mahayana practice, within that Tantrayana practice, within that Maha-Anuttarayoga practice. I thought it might be better to explain these important points. Continua »

 

2 H.H. Dalai Lama Commentary on Gyalwa Gyatso

Second part of the Commentary on Gyalwa Gyatso given by His Holiness the Dalai Lama to a group of Westerners in His Audience Hall at Teckchen Choeling Palace at Dharamsala, India, on 1st September 1984 from 10-12 noon and 2-4 pm.

His Holiness the Dalai Lama

THE DHARMAKAYA

Now the Dharmakaya, the only one who can have direct bare perception of the dharmakaya is a Buddha. The main ones who can have direct bare perception of Sambhogakaya are Arya Bodhisattvas, and those ordinary persons who have the karma to meet with it can see the Nirmanakaya. Deep sleep, dream-body and rough body, it is like that. The actual transformation of the three bases into Buddha’s three kayas takes place in the second stage of practice, Dzog-rim. In Deity Yoga there must be a preparation for it. Continua »

 

3 H.H. Dalai Lama Commentary on Gyalwa Gyatso

Third part of the Commentary on Gyalwa Gyatso given by His Holiness the Dalai Lama to a group of Westerners in His Audience Hall at Teckchen Choeling Palace at Dharamsala, India, on 1st September 1984 from 10-12 noon and 2-4 pm.

His Holiness the Dalai Lama

THE PURIFICATION OF ONE’S MINDSTREAM

Then there is the purification of one’s mindstream and that is done in terms of slowly in stages ridding the mindstream of its various stains. But the way of purification here, of purifying the basis of which is Death, Bardo and Rebirth, is a different one. It is done by meditating on the path which is similar to the basis being purified and by means of that accomplishing a result which is likewise similar to the basis being purified. Here, for instance, when we are talking about death for the basis of purification then by meditating on a path which is similar to the way that death comes ordinarily through its own forces, then one accomplishes the purification of that basis which is death. Here what is being purified is the type of death that comes about for beings of this world with the six elements. Because, if we can purify the kind of death, birth and Bardo that occurs for human beings of the southern continent then it is possible to purify any other type of birth, etc. in other realms. Continua »

 

4 H.H. Dalai Lama Commentary on Gyalwa Gyatso

Fourth part of the Commentary on Gyalwa Gyatso given by His Holiness the Dalai Lama to a group of Westerners in His Audience Hall at Teckchen Choeling Palace at Dharamsala, India, on 1st September 1984 from 10-12 noon and 2-4 pm.

His Holiness the Dalai Lama

Question: Could His Holiness explain the meaning of the full Mantra?

His Holiness the Dalai Lama: I don’t know the meaning very well. OM MANI PADME HUM – six letters, the meaning of that is quite vast. The main points are: OM represents A U M-three letters. These three letters symbolize on the basis our body, speech and mind and in the Buddhahood stage the Buddha’s body, speech and mind. In other words, the impure three things are transformed into completely pure three things. What is the method to purify these three, impure body, speech and mind? That is the MANI PADME, these two words, MANI jewel, PADME lotus. The Jewel symbolizes method or motivation; the Lotus symbolizes Wisdom. There are many different stages on the levels of meaning of the method and wisdom. Continua »