8 Sua Santità il Dalai Lama: Generazione preliminare di bodhicitta

Sua Santità il Dalai Lama: La pratica di unire l’amore, la compassione e la saggezza è molto efficace, in particolare la meditazione sulla vera natura della vostra mente e sul fatto che la potenziale «buddhità» è presente in tutti gli esseri senzienti e la natura della mente è pura e non contaminata dalle illusioni. 

Sua Santità il Dalai Lama: La pratica di unire l’amore, la compassione e la saggezza è molto efficace, in particolare la meditazione sulla vera natura della vostra mente e sul fatto che la potenziale «buddhità» è presente in tutti gli esseri senzienti e la natura della mente è pura e non contaminata dalle illusioni.

Sua Santità il Dalai Lama: Generazione preliminare di bodhicitta

8 Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama del Lamrim del Panchen Lobsang Choekyi Gyaltsen a Dharamsala, in India, marzo 1988.

Sua Santità il Dalai Lama

Il significato etimologico del termine tibetano “sem kye”, usato per tradurre bodhicitta è: «intensificare il coraggio e l’attitudine mentale». Quindi con bodhicitta si deve intendere uno stato mentale altruistico, che aspira a ottenere la completa Illuminazione per il beneficio di tutte le creature.

Per generare una mente altruistica così potente è necessario concentrarsi su tutti gli esseri senzienti che vi circondano e comprendere che, proprio come voi, anche loro desiderano ottenere la felicità ed evitare la sofferenza. Continue reading »

9 Sua Santità il Dalai Lama: La pratica dei quattro Incommensurabili

Sua Santità il Dalai Lama: Desiderando che tutti gli esseri siano liberi dalla sofferenza e dalle sue cause, possano esserne liberati.

Sua Santità il Dalai Lama: Desiderando che tutti gli esseri siano liberi dalla sofferenza e dalle sue cause, possano esserne liberati.

Sua Santità il Dalai Lama: La pratica dei quattro Incommensurabili

9 Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama del Lamrim del Panchen Lobsang Choekyi Gyaltsen a Dharamsala, in India, marzo 1988.

Sua Santità il Dalai Lama

La generazione di bodhicitta, l’aspirazione altruistica a ottenere l’Illuminazione per il bene altrui, dovrebbe essere arricchita dalla pratica dei quattro incommensurabili: amore, compassione, gioia ed equanimità. Sono fattori che daranno un forte impulso alla realizzazione della vostra mente altruistica.

Per realizzare questa pratica, pensate che, sebbene siate molto fortunati a potervi trasformare in un Buddha durante le visualizzazioni, questo accade solo a livello di immaginazione, perché voi rimanete pur sempre esseri ordinari. Quindi dovrete cercare di comprendere cosa vi impedisce di diventare effettivamente un Buddha. Allora scoprirete che il motivo risiede nel fatto che la vostra mente è sotto l’influenza di emozioni di ogni genere. Per poterle superare dovrete praticare l’amore, l’equanimità e così via. Continue reading »

7 Dalai Lama: Otto versi, Washington ’98

Sua Santità il Dalai Lama: Ecco come addestrare la mente a coltivare l'aspirazione altruistica di aiutare altri esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama: Ecco come addestrare la mente a coltivare l'aspirazione altruistica di aiutare altri esseri senzienti.

Insegnamenti di Sua Santità il XIV Dalai Lama

a Washington DC, USA, 8 novembre 1998

Tema degli Insegnamenti: gli Otto versi di trasformazione della mente

Trasformare la mente: Verso 7

Traduzione dall’inglese all’italiano della Dott.ssa Nicoletta Nardinocchi, revisione del Dott. Luciano Villa, per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Trasformare la mente:

Il settimo verso riassume tutte le pratiche discusse fino ad ora. Si legge:

In breve direttamente e indirettamente offro

Ogni beneficio e felicità a tutti gli esseri senzienti mie madri,

possa io segretamente prendere su di me

tutte le loro azioni negative e sofferenze. Continue reading »

10 Sua Santità il Dalai Lama: La bodhicitta eccezionale

Sua Santità il Dalai Lama: Dite quindi a voi stessi: «Per raggiungere lo stato della completa Illuminazione nel più breve tempo possibile, dovrò impegnarmi nel profondo sentiero del guru yoga».

Sua Santità il Dalai Lama: la pratica preliminare del Lamrim è strettamente connessa con il guru yoga del tantra.

Sua Santità il Dalai Lama: La bodhicitta eccezionale

10 Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama del Lamrim del Panchen Lobsang Choekyi Gyaltsen a Dharamsala, in India, marzo 1988.

Sua Santità il Dalai Lama

Poi dovete generare quella che è convenzionalmente chiamata la bodhicitta eccezionale, una forma molto forte e potente di bodhicitta che non può essere coltivata da praticanti poco coraggiosi. Infatti i praticanti di questo Lamrim, nella loro generazione di bodhicitta, devono mettere un forte senso di urgenza, l’idea di voler ottenere lo stato di completa Illuminazione all’interno di un breve periodo di tempo, magari una sola vita. Il testo usa la frase «in fretta, in fretta»; il primo in fretta si riferisce all’ottenimento della completa Illuminazione nel corso di una sola vita e il secondo prevede l’ottenimento di tale stato entro tre anni. Continue reading »

3 Dalai Lama: Leh, Ladakh 2002

Sua Santità il Dalai Lama: "Tutti gli insegnamenti dei grandi maestri sono improntati alla grande compassione".

Sua Santità il Dalai Lama: "Tutti gli insegnamenti dei grandi maestri sono improntati alla grande compassione".

Insegnamenti di Sua Santità il XIV Dalai Lama a Choklamsar, vicino a Leh, la capitale del Ladakh, dal 16 al 18 agosto 2002. Commentario agli antichi testi di Atisha “La lampada del sentiero per l’illuminazione” http://www.sangye.it/altro/?p=81 e sulle “Trentasette pratiche del Bodhisattva” di Togmey Sangpo http://www.sangye.it/altro/?p=134.

Traduzione dal tibetano all’inglese del Ven. monaco Lakdhor. Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Terza parte del primo giorno.

Sua Santità il XIV Dalai Lama

Perché i Buddha sono considerati i vittoriosi?

Esaminiamo il testo di Atisha: la “Lampada del sentiero dell’illuminazione”. Egli esordisce con l’omaggio a Manjustri, ai Buddha dei tre tempi: del passato, del presente e del futuro. Perché i Buddha sono considerati i vittoriosi? Perché essi sono considerati i conquistatori delle forze negative, i vincitori delle emozioni affliggenti, delle oscurazioni della nostra mente. Sono i vittoriosi perché la loro via c’indica il cammino per l’illuminazione. I Buddha sono infiniti, perché senza numero sono gli esseri illuminati. Il Sangha è connesso alla suprema emanazione del corpo di Buddha. Il Dharma sviluppa la nostra introspezione interiore, sviluppa saggezza perché ci porta alla comprensione della realtà ultima che contraddistingue gli esseri superiori. Il Buddha rappresenta lo stadio del non più apprendimento. Continue reading »

H. H. Dalai Lama: How to Deal with Negative Emotions

His Holiness the Fourteenth Dalai Lama: How to Deal with Negative Emotions.
Nottingham, England, 24 May 2008
Transcribed and lightly edited by Alexander Berzin.

The Definitions of “Good” and “Bad” or “Positive” and “Negative”

How do we deal with negative emotions? This is an important topic – one that brings up the question of what’s positive and what’s negative. Is there anything that’s absolutely negative or absolutely positive? I don’t really know. Everything is interdependent and everything has different aspects. Continue reading »

H. H. Dalai Lama: Finding Inner Peace

His Holiness the Fourteenth Dalai Lama: Finding Inner Peace and Fulfillment. Nottingham, England, 24 May 2008.
Transcribed, translated in parts, and lightly edited by Alexander Berzin.

The Importance of Investigating the Reality of a Situation

Inner peace is related to mental calmness. Physical experience doesn’t necessarily determine our mental peace. If we have mental peace, then the physical level is not so important.

Now, do we develop inner peace through prayer? No, not really. Through physical training? No. Just through gaining knowledge? No. Through deadening our feeling? No. But when facing any difficult situation, if, on the basis of full awareness of the benefits and harms of any possible action and its consequences, we face that situation, then our mind is not disturbed and that’s real inner peace. Continue reading »

H. H. Dalai Lama: What Is the Self?

His Holiness the Fourteenth Dalai Lama: What Is the Self, Does the Self Have a Beginning, Will It Have an End? Nottingham, England, May 26, 2008. Transcribed, translated in parts and slightly edited by Alexander Berzin.

Introductory Remarks

When we speak about religions or about spirituality in general, it’s important to develop respect for each of the different traditions. For that, it’s important to know and appreciate the essence of these religions in order to appreciate their value. This is part of the value of promoting religious harmony. Continue reading »