Sua Santità il Dalai Lama: Non c’è modo di sfuggire alla morte.

Sua Santità il Dalai Lama:  Bisogna abbandonare tutto ciò che contraddice l’esperienza e la logica.

Sua Santità il Dalai Lama: Bisogna abbandonare tutto ciò che contraddice l’esperienza e la logica.

Sua Santità il Dalai Lama – SETTEMBRE

1 SETTEMBRE – IL COMPITO DELL’UOMO è aiutare gli altri: questo è il mio fermo insegnamento, questo è ilmio messaggio, questa è la mia personale convinzione. È fondamentale creare migliori relazioni tra gli esseri umani e dare il proprio personale contributo a questo scopo.

2 SETTEMBRE – UNA GRANDE questione soggiace alla nostra esperienza, sia che ne siamo consapevoli o me-no: qual è lo scopo della vita? Fin dal momento della nascita, ogni essere umano desidera la felicità e non la sofferenza. Né i condizionamenti sociali, né l’educazione, né l’ideologia possono intaccare questo assunto. Dal profondo del nostro essere, noi desideriamo semplicemente la contentezza. Perciò, è importante scoprire che cosa genera il massimo grado di felicità. Continue reading »

1 – Insegnamenti S.S. Dalai Lama, Dharamsala 19.03.11

Sua Santità il Dalai Lama: "Nel Buddhismo ci occupiamo proprio delle basi della realtà, abbiamo perciò una comprensione filosofica, da ciò scaturisce la pratica"..

Sua Santità il Dalai Lama: "Nel Buddhismo ci occupiamo proprio delle basi della realtà, abbiamo perciò una comprensione filosofica, da ciò scaturisce la pratica"..

Prima parte degli Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Dharamsala il 19 marzo 2011 per le celebrazioni del Monlam, il nuovo anno tibetano, sul tema: “I racconti di Jataka”, la vita del Buddha.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Consigliamo vivamente di ascoltare, visionare e scaricare il filmato in inglese di questo insegnamento liberamente disponibile qui http://dalailama.com/webcasts/post/176-jataka-tales .

Sua Santità il Dalai Lama

Le motivazioni di queste celebrazioni del Monlam coincidono con quelle di Buddha Sakyamuni che in questo stesso periodo dell’anno fece dei miracoli in una serie di dispute con maestri non buddhisti. Per questo motivo, questo viene chiamato il mese dei miracoli. La pratica del Dharma dipende dalla nostra mente. Nagarjuna ed Aryadeva spiegano infatti che il Dharma ha sì un aspetto fisico, ma quello più importante non è solo quello basato sull’ascolto degli insegnamenti ma sopratutto sulla pratica mentale. Continue reading »

2 – Insegnamenti S.S. Dalai Lama, Dharamsala 19.03.11

Sua Santità il Dalai Lama: “La compassione e l'altruismo sono il motore della felicità”.

Sua Santità il Dalai Lama: “La compassione e l'altruismo sono il motore della felicità”.

Seconda parte degli Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Dharamsala il 19 marzo 2011 per le celebrazioni del Monlam, il nuovo anno tibetano, sul tema: “I racconti di Jataka”, la vita del Buddha.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Consigliamo vivamente di ascoltare, visionare e scaricare il filmato in inglese di questo insegnamento liberamente disponibile qui http://dalailama.com/webcasts/post/176-jataka-tales .

Sua Santità il Dalai Lama Nel buddhismo crediamo che il nostro benessere o malessere attuale è null’altro che il risultato di cause e condizioni. Se ponete le basi per una causa positiva, vi scaturirà felicità. Viceversa , se seminerete delle cause negative, che danneggiano gli altri esseri, vi deriveranno esperienze e risultati negativi. Vi sarà capitato che, se affrontate qualcuno con acrimonia, prima verbalmente, quindi fisicamente, quando lo scontro sarà terminato, anche voi, ammesso che ne siate il vincitore, proverete della vergogna, non ve ne sentirete certo soddisfatti. Se ad esempio vi siete arrabbiati col vostro vicino, quando gli passerete davanti a casa l’indomani, proverete certo una qual ritrosia, senso d’imbarazzo. Continue reading »

3 – Insegnamenti S.S. Dalai Lama, Dharamsala 19.03.11

Sua Santità il Dalai Lama: “Il fatto che il Buddha abbia raggiunto l'illuminazione è perché noi tutti possediamo la natura del Buddha”.

Sua Santità il Dalai Lama: “Il fatto che il Buddha abbia raggiunto l'illuminazione è perché noi tutti possediamo la natura del Buddha”.

Terza parte degli Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Dharamsala il 19 marzo 2011 per le celebrazioni del Monlam, il nuovo anno tibetano, sul tema: “I racconti di Jataka”, la vita del Buddha.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Consigliamo vivamente di ascoltare, visionare e scaricare il filmato in inglese di questo insegnamento liberamente disponibile qui http://dalailama.com/webcasts/post/176-jataka-tales .

Sua Santità il Dalai Lama: Siamo al 24° capitolo delle Jataka http://www.sangye.it/altro/?p=315 : “Quando i virtuosi sono feriti da altri, non piangono tanto per il proprio dolore quanto per il demerito maturato da coloro che li hanno feriti”.

Gli esseri santi quando sono colpiti o peggio feriti dagli altri, ovviamente soffrono, ma non per il proprio dolore ma per coloro che li hanno aggrediti. Continue reading »