Gli Insegnamenti di S.S. il Dalai Lama 17-19 agosto ’09 Zanskar

Il Primo Ministro dello Stato di Jammu e Kashmir Omar Abdullah col suo governo è venuto ad accogliere Sua Santità il Dalai Lama all’aeroporto di Leh.
Il Primo Ministro dello Stato di Jammu e Kashmir Omar Abdullah col suo governo è venuto ad accogliere Sua Santità il Dalai Lama all’aeroporto di Leh.

Il gruppo del Centro Studi Tibetani FPMT Sangye Cioeling (il cui nome è stato conferito proprio da Sua Santità il Dalai Lama http://www.dalailama.com/)  Dharma per la pace e l’armonia interiore, di Sondrio, in cammino attraverso gli altissimi passi himalayani del Ladak ha raggiunto il cuore della cultura del Paese delle Nevi in India: la remota valle dello Zanskar dove Sua Santità il Dalai Lama darà i suoi preziosi insegnamenti dal 17 al 19 agosto che si concluderanno con l’Iniziazione di Mitrupka. E noi ci saremo e scriveremo su questo blog le parole di saggezza di Sua Santità il Dalai Lama a beneficio di tutti gli esseri senzienti e di coloro che non sono potuti venire fin quassù.

Sua Santità il Dalai Lama è arrivato oggi 10 agosto 2009 in Ladakh, la regione prevalentemente buddista dello Stato di Jammu e Kashmir per un tour di 20 giorni che si concluderà il 29 Agosto, in cui conferirà diverse iniziazioni e darà insegnamenti in diversi luoghi tra cui la remota valle dello Zanskar ed a Choklamsar, nei pressi di Leh, la capitale del Ladakh.


Il Primo Ministro dello Stato di Jammu e Kashmir Omar Abdullah con gli altri ministri e funzionari di governo ha accolto calorosamente il leader tibetano facendogli addirittura da autista dall’aeroporto Bakula a Shiwai Gatsel, il palazzo residenza di Sua Santità a Choklamsar. Un saluto caloroso come un grande abbraccio si è levato dall’immensa folla di Ladaki. Ad assiepare entrambi i lati della lunga strada del percorso dall’aeroporto al palazzo, esprimendo il loro caloroso ed affettuoso benvenuto al leader tibetano, non sono giunti soli i tanti buddisti, ma tantissimi musulmani ed indù, che offrivano fiori, incenso e le tradizionali sciarpe bianche (khatag). Una volta arrivati a palazzo, il leader tibetano ha espresso la sua gratitudine al Primo Ministro per l’ospitalità offerta dal suo stato, ricordando ad Omar quanto cordiale fosse il rapporto che aveva con suo nonno Sheikh Mohammad Abdullah, fondatore della Conferenza Nazionale, e suo padre Farooq Abdullah. Intanto anche il nostro gruppo, dopo aver valicato i Passi del Cielo che oltrepassano i 5.000 metri giunge oggi a Leh per proseguire verso la lontana Valle dello Zangskar, vero e proprio regno tibetano incastonato tra le altissime vette dell’Himalaya. Noi ci siamo finalmente, oggi 17 agosto, a Padum, dove registreremo e realizzeremo questo nuovo blog dei tre giorni d’insegnamenti di Sua Santità.