Archive for the ‘Dalai lama Kalachakra Graz 02 EN-IT’ Category

S.S. Dalai Lama: Insegnamenti Kalachakra Graz 1

Sua Santità il Dalai Lama: "Quando inizierete ad osservare con attenzione la sofferenza degli altri esseri senzienti, allora sarete in grado di sviluppare la grande compassione".

Sua Santità il Dalai Lama: "Quando inizierete ad osservare con attenzione la sofferenza degli altri esseri senzienti, allora sarete in grado di sviluppare la grande compassione".

Iniziazione al Kalachakra per la Pace nel Mondo Graz 2002

Insegnamenti di Sua Santità il 14° Dalai Lama su:

Gli stadi intermedi della Meditazione

di Acharya Kamalashila,

Le trentasette pratiche del Bodhisattva

di Ngulchu Thogme Zangpo,

La lampada sul sentiero verso l’illuminazione

di Lama Atisha Dipamkarashrijnana

Appunti, traduzione ed editing del Dott. Luciano Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Prima parte del primo giorno, 15 Ottobre 2002

Ci siamo oggi riuniti in questa meravigliosa città di Graz sulla base d’un antefatto che ne spiega il motivo. In occasione della mia ultima visita a Graz, avvenuta pochi anni or sono, il Sindaco mi invitò a tornare in questa città tanto suggestiva, manifestandomi anche il desiderio che, per l’occasione, conferissi l’iniziazione del Kalachakra. Tra le motivazioni, figurava non solo la posizione centrale che la città di Graz ricopre nella geografia europea, ma anche la sua facile accessibilità dai diversi paesi del continente. Dal momento che, inoltre, la vicina Svizzera ospita in verità molti tibetani, la scelta di questa città avrebbe permesso loro di raggiungere agevolmente, anche in un numero consistente, questo luogo per ascoltare gli insegnamenti del Kalachakra. LEGGI TUTTO … Continua »

 

S.S. Dalai Lama: Insegnamenti Kalachakra Graz 1B

Iniziazione al Kalachakra per la Pace nel Mondo Graz 2002

Insegnamenti di Sua Santità il 14° Dalai Lama su: Gli stadi intermedi della Meditazione di Acharya Kamalashila, Le trentasette pratiche del Bodhisattva di Ngulchu Thogme Zangpo, La lampada sul sentiero verso l’illuminazione di Lama Atisha Dipamkarashrijnana.

Appunti, traduzione ed editing del Dott. Luciano Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Seconda parte del primo giorno, 15 Ottobre 2002

Sua Santità il Dalai Lama

UNA SOFFERENZA IN PIÙ

Gli esseri umani, a diversità di quanto accade agli animali, sono dotati d’una formidabile capacità di pensiero, di pianificazione, di valutazione e di progettazione a lungo termine. Conseguentemente, i piaceri ed i dolori che proviamo come esseri umani, si rivelano anche come sensazioni molto più intense e dirompenti. E’ perciò possibile che gli esseri umani finiscano per provare una sofferenza in più, un dispiacere ulteriore, dipendente proprio dalle capacità di pensiero che li contraddistingue. Facciamo un esempio. Nel nostro caso, non ci basta, a diversità degli animali, raggiungere una qualche dimensione di felicità provvisoria ed essere capaci d’eliminare delle situazioni di sofferenza contingente. Come dicevo prima, proprio perché noi, esseri umani, abbiamo la capacità di fare progetti a lunga scadenza, inoltrandoci in valutazioni ma anche in congetture, finiamo per stabilire delle separazioni fra noi stessi e gli altri. Basandoci su queste divisioni, operiamo una serie di distinzioni che ci portano ad individuare delle differenziazioni tra nazioni, tra razze e tra religioni. Continua »

 

S.S. Dalai Lama: Insegnamenti Kalachakra Graz 2

Sua Santità il Dalai Lama: Riguardo al come trasformare la mente, è importante capire che la sua modificazione dovrebbe compiersi in modo ordinato e sistematico.

Sua Santità il Dalai Lama: Riguardo al come trasformare la mente, è importante capire che la sua modificazione dovrebbe compiersi in modo ordinato e sistematico.

Iniziazione al Kalachakra per la Pace nel Mondo Graz 2002

Insegnamenti di Sua Santità il 14° Dalai Lama su: Gli stadi intermedi della Meditazione di Acharya Kamalashila, Le trentasette pratiche del Bodhisattva di Ngulchu Thogme Zangpo, La lampada sul sentiero verso l’illuminazione di Lama Atisha Dipamkarashrijnana.

Appunti, traduzione ed editing del Dott. Luciano Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Prima parte del secondo giorno, 16 Ottobre 2002

Sua Santità il Dalai Lama

KARMA

Quando ieri abbiamo iniziato ad esporre le fasi della meditazione dal testo di Kamalashila, abbiamo affrontato in una forma più grossolana il concetto buddista dell’origine interdipendente dei fenomeni. In generale, quando discutiamo circa l’origine interdipendente delle cose, ne individuiamo differenti livelli: quelli più grossolani e quelli più sottili. LEGGI TUTTO … Continua »

 

S.S. Dalai Lama: Insegnamenti Kalachakra Graz 2B

Iniziazione al Kalachakra per la Pace nel Mondo Graz 2002

Insegnamenti di Sua Santità il 14° Dalai Lama su: Gli stadi intermedi della Meditazione di Acharya Kamalashila, Le trentasette pratiche del Bodhisattva di Ngulchu Thogme Zangpo, La lampada sul sentiero verso l’illuminazione di Lama Atisha Dipamkarashrijnana.

Appunti, traduzione ed editing del Dott. Luciano Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Prima parte del secondo giorno, 16 Ottobre 2002

Sua Santità il Dalai Lama

LA FEDE SOSTENUTA DALLA SAGGEZZA

Nel caso d’una persona dall’intelligenza acuta, quest’ultima inizierebbe, in primo luogo, da sé stessa ad analizzare gli insegnamenti, evidenziandone i difetti, i vantaggi, gli svantaggi, i relativi benefici provvisori ed ultimi, le finalità di tale pratica e così via. Ed avendo compreso del tutto gli insegnamenti, potrà sviluppare una forte fede. Cosicché, questa convinzione rappresenta l’autentico processo di sviluppo della fede per un praticante buddista. Di conseguenza, si afferma che lo sviluppo della fede deve essere sorretto dalla maturazione della saggezza. Continua »

 

S.S. Dalai Lama: Insegnamenti Kalachakra Graz 3

Iniziazione al Kalachakra per la Pace nel Mondo Graz 2002

Insegnamenti di Sua Santità il 14° Dalai Lama su: Gli stadi intermedi della Meditazione di Acharya Kamalashila, Le trentasette pratiche del Bodhisattva di Ngulchu Thogme Zangpo, La lampada sul sentiero verso l’illuminazione di Lama Atisha Dipamkarashrijnana.

Appunti, traduzione ed editing del Dott. Luciano Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Terzo giorno, 17 Ottobre 2002

I FRUTTI DELLA BODICITTA

All’inizio, riguardo al processo di generazione della bodhicitta, il signore Maitreya afferma:

Chi arresta il percorso verso l’esistenza negativa,

chi mostra la via verso la più alta condizione di felicità,

e chi distrugge le sofferenze della vecchiaia e della morte;

Rendo omaggio alla bodhicitta!

Come è descritto in questo verso di Maitreya, se possediamo un desiderio per beneficiare gli altri esseri senzienti, o se siamo dotati dell’aspirazione altruistica per realizzare l’illuminazione a favore di tutti gli esseri senzienti, in base alla quale perseguiamo il benessere degli altri esseri senzienti più di quanto non facciamo per noi stessi, di conseguenza, in quella occasione, smetteremo sicuramente di accumulare le azioni non-meritorie, che sono responsabili della rinascita nelle condizioni negative dell’esistenza.

Continua »

 

H.H. Dalai Lama: Kalachakra Teachings Graz 2002, Day 1

Kalachakra for World Peace Graz 2002

Teachings by His Holiness the 14th Dalai Lama on:

The Middling Stages of Meditation

by Acharya Kamalashila,

The Thirty-Seven Practices of Bodhisattvas

by Ngulchu Thogme Zangpo,

The Lamp for the Path to Enlightenment

by Lama Atisha Dipamkarashrijnana


Day 1, October 15, 2002

Today we have gathered here in this beautiful city of Graz. A few years back when I visited Graz, I was requested by the Mayor to visit this beautiful city again and in conjunction with the celebration they have planned I was asked that it would be very nice if I were able to confer the Kalachakra initiation at that time. Graz being located in the center of Europe, it would be easy for many interested people to come from different parts of Europe, and particularly since many Tibetans live in Switzerland it would also be very easy for these Tibetans to come to receive the Kalachakra teachings and therefore we have gathered here to receive the Kalachakra empowerment.

Normally, when I confer the Kalachakra empowerment, it is presided by three or four days of preliminary teachings and these religious teachings are practices related to the common practices of preparing our mind, during which I will make an attempt to give an introduction to Buddha’s teaching. As usual we will have here three days of preliminary teachings.

His Holiness then asked how many Tibetans are here and asked them to raise their hands, and he also asked the people from Mongolia, Tuva, Kalmykia and Buryatia to raise their hands.

The Tibetans and all those living in the Himalayan region – they are also Buddhists like the Tibetans – and similarly the people from Mongolia and from the four republics in Russia, we are all same in following the Buddha’s teachings right from the time of our forefathers. In these areas people primarily practice the Buddha’s teachings or Buddhism, and there are pockets and areas where Bön is also practiced.

And for those people who came from different other parts of the world, like those that came from Europe or from America, in your case Buddhism is not the religion from the time of your forefathers. In your case most of you either follow Christianity, Judaism or Islam, so therefore normally I tell people that it would be much safer and much better if you follow the religious tradition of your forefathers, because if you try to follow a particular tradition which is not in the culture that you inherited form your forefathers, initially you might show great excitement and embrace that religion, but later on you might find a lot of complications and it is possible that you then gradually will belong neither here nor there. Therefore it is much safer and much more reliable to follow the religious tradition of your forefathers. Continua »

 

H.H. Dalai Lama: Kalachakra Teachings Graz 2002, Day 2

Kalachakra for World Peace Graz 2002

Teachings by His Holiness the 14th Dalai Lama on:

The Middling Stages of Meditation

by Acharya Kamalashila,

The Thirty-Seven Practices of Bodhisattvas

by Ngulchu Thogme Zangpo,

The Lamp for the Path to Enlightenment

by Lama Atisha Dipamkarashrijnana

Day 2, October 16, 2002

Yesterday, when we started explaining the Stages of Meditation by Kamalashila, we studied about the Buddhist concept of interdependent origination in a grosser form. In general, when we discuss about interdependent origination, it has different levels – the grosser level and the subtler levels. There are also differences in terms of profundity of the interpretations of different Buddhist schools of thought. But here, what we have studied in the beginning of the Stages of Meditation is the concept and the meaning of interdependent origination, which is accepted commonly by all the Buddhist philosophical systems. The interdependent origination that we have studied there was in the context of cause and effect relationship, which primarily states that the happiness that we experience, and the sufferings that we experience, they arise from their individual causes and factors, and therefore the happiness that we experience and the sufferings that we experience can be changed if we change the causes and factors, that are responsible for experiencing happiness and suffering. And therefore this whole concept of cause-effect relationship or karma, should be understood within the general context of the law of causality, that in general there is a process, or there is a way how cause-effect functions as a natural phenomenon, as a natural process of the law of nature. Within that context of the general process of functioning of cause-effect relationship, when human beings in relation to their mental emotions, in relation to certain motivations, when they commit certain positive deeds and negative deeds, that is what is known as karma that we primarily understand in Buddhism. Continua »

 

H.H. Dalai Lama: Kalachakra Teachings Graz 2002, Day 3

Kalachakra for World Peace Graz 2002

Teachings by His Holiness the 14th Dalai Lama on:

The Middling Stages of Meditation

by Acharya Kamalashila,

The Thirty-Seven Practices of Bodhisattvas

by Ngulchu Thogme Zangpo,

The Lamp for the Path to Enlightenment

by Lama Atisha Dipamkarashrijnana

Day 3, October 17, 2002

In the beginning, with regard to the process of generation of bodhicitta, Lord Maitreya says:

One that stops the path to negative existence,

One that shows the path to higher state of happiness,

And one that destroys old age and death;

I pay homage to the bodhicitta!

As is outlined in this verse by Maitreya, if we possess a wish to benefit other sentient beings, or if we possess the altruistic wish to achieve enlightenment for the sake of all sentient beings, based on which we cherish the well-being of other sentient beings more than oneself, then naturally as a byproduct one will stop accumulating the non-meritorious actions, which are responsible for taking birth in the negative states of existence. And when we are able to develop a positive mind like that of bodhicitta, which we can say is the ultimate form of beneficial mind, because of generation of such a mind our virtuous practices will naturally get increased, and it is in this way that we will gradually achieve a higher status. Continua »