Archive for the ‘Dalai Lama Mente Illuminaz. Nagarjuna Milano 07 IT-EN’ Category

H.H. Dalai Lama: The Relevance of Religion in Modern Times.

His Holiness the Fourteenth Dalai Lama: The Relevance of Religion in Modern Times. Milan, Italy, 7 December 2007. Transcribed and lightly edited by Alexander Berzin.

I would like to speak about the relevance of religion in modern times. Everyone, by nature, has a feeling of self and, with that, experiences knowable phenomena with a painful, joyful, or neutral feeling. These are facts, without any need to investigate why. Continua »

 

Insegnamenti di S.S. il Dalai Lama a Milano il 7.12.07 mattino.

Sua Santità il XIV DALAI LAMA venerdì 7 e sabato 8 dicembre 2007 ha conferito a Milano i suoi preziosi insegnamenti sul testo: “Commentario alla mente dell’illuminazione” del venerabile Pandit Nagarjuna.

Secondo il Buddismo, la causa principale del nostro malessere e della nostra sofferenza è l’innata attitudine egoistica di prenderci cura solo di noi stessi e di ignorare completamente gli altri. Da questo fondamentale egoismo sorgono le nostre sofferenze personali, ma anche i problemi sociali, come l’odio, la guerra, l’intolleranza. È possibile superare questo egoismo di base, trasformando la propria mente tramite riflessioni, ragionamenti e meditazioni, che sono stati esposti da Buddha stesso e dai Maestri che gli sono succeduti. Generando un’autentica attitudine altruistica di agire solo per il bene degli altri, si ottiene la vera pace interiore.
Sua Santità il Dalai Lama, esempio vivente della pratica dell’altruismo, tolleranza e non violenza, ha spiegato, sulla base della sua stessa esperienza, come l’antichissimo insegnamento di Buddha possa essere un’autentica risposta al malessere contemporaneo.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

primo giorno d’insegnamenti: venerdì 7 dicembre 2007 – mattino

Sua Santità il XIV Dalai Lama

IL DIRITTO DI NON SOFFRIRE E DI UNA VITA FELICE

Sono felice ancora una volta d’essere qui a Milano. Abbiamo di fronte delle giornate d’insegnamenti molto importanti sul Buddismo, che si concluderanno con l’iniziazione al Buddha della compassione Avalokitesvara. – LEGGI TUTTO …

Continua »

 

Insegnamenti di S.S. il Dalai Lama a Milano 7.12.07 pomeriggio.

Sua Santità il XIV DALAI LAMA venerdì 7 e sabato 8 dicembre 2007 ha conferito a Milano i suoi preziosi insegnamenti sul testo “COMMENTARIO ALLA MENTE DELL’ILLUMINAZIONE” del venerabile Pandit NAGARJUNA.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Primo giorno d’insegnamenti: venerdì 7 dicembre 2007 – pomeriggio

IL BUDDISMO IN INDIA ED IN TIBET

Sua Santità il XIV Dalai Lama

Il Buddismo si è sviluppato sostanzialmente secondo due tradizioni: quella Pali e quella Sanscrita. La tradizione Pali ha trovato diffusione prevalentemente in Sri Lanka, Birmania, Tailandia e Cambogia. Mentre quella Sanscrita si è maggiormente diffusa in India, Cina, Corea, Giappone, Vietnam, Tibet e Mongolia. Il primo grande centro di promozione degli studi della dottrina del Buddha fu Takshila nella Valle dello Swat, collocata nell’attuale Pakistan settentrionale. Qui si sviluppò una grande scuola di pensiero: la Vaibashika del Kashmir.

A partire da 500 anni dalla morte del Buddha, nell’odierno stato indiano del Bihar, dove il sanscrito risultava la lingua più parlata, sorse la più grande e rilevante università monastica: Nalanda.  L’altra università monastica a quel tempo molto importante e rinomata fu quella di Vikramalashila. Continua »

 

Insegnamenti di S.S. il Dalai Lama a Milano 8.12.07 mattino.

Sua Santità il XIV Dalai Lama a Milano venerdì 7 e sabato 8 dicembre 2007 ha conferito i suoi preziosi insegnamenti sul testo “Commentario alla Mente dell’Illuminazione” del venerabile Pandit Nagarjuna.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Secondo giorno d’insegnamenti: sabato 8 dicembre 2007 – mattino

INDIVIDUABILITÀ DELLA VACUITÀ ED ORIGINE INTERDIPENDENTE

Sua Santità il XIV Dalai Lama

Come confutare l’esistenza d’un sé autosufficiente distinto dagli aggregati, come è invece sostenuto dalle scuole non buddiste?

Nel Ratnavali o “Preziosa ghirlanda” di Nagarjuna, il sé non è rintracciabile nelle parti e neppure negli elementi fondamentali, come pure non lo è negli istanti e negli elementi cognitivi che formano il postulato di base del sé. Non è possibile. Altrimenti, non ci sarebbe alcuno dimorante e trasmigrante nell’esistenza ciclica e che, di conseguenza, realizzi il nirvana.

Nonostante che la mente convenzionale non percepisce la mancanza del sé della persona come sé autosufficiente, sostanziale, indipendente, quando tuttavia questo viene indagato, non risulta percepibile, anzi, è introvabile, proprio perché, alla base, non è come nel caso in cui appare alla mente convenzionale, perché questa apparenza non corrisponde alla realtà ultima. LEGGI TUTTO … Continua »

 

Insegnamenti di S.S. il Dalai Lama a Milano 8.12.07 pomeriggio.

Sua Santità il XIV Dalai Lama a Milano venerdì 7 e sabato 8 dicembre 2007 ha conferito i suoi preziosi insegnamenti sul testo “Commentario alla Mente dell’Illuminazione” del venerabile Pandit Nagarjuna.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Secondo giorno d’insegnamenti: sabato 8 dicembre 2007 – pomeriggio

L’IO HA UN INIZIO, HA UNA FINE?

Sua Santità il XIV Dalai Lama

Abbiamo esaminato la natura del sé dell’individuo, il quale è distinguibile in due aspetti: il sé convenzionale ed il sé ultimo. Dobbiamo giungere ad essere in grado di riconoscere tale natura. Ora, ci chiediamo: l’io ha un inizio, ha una fine? Per il Buddha non esiste un inizio alla mente, non è identificabile. Ma esiste una fine. Solo per alcune scuole non buddhiste, una volta che svaniscono le oscurazioni si perviene all’estinzione della mente nel continuum.

Per Nagarjuna non è così. Se non esiste l’individuo in modo inerente e permanente, non esiste neppure chi acquisisce il nirvana. L’ottenimento del nirvana corrisponde alla discontinuità dei fattori d’oscurazione samsarici, ma non significa l’estinzione, l’annullamento della mente. Altrimenti non ci sarebbe colui o colei che ottiene, consegue il nirvana. Si tratta quindi d’una condizione sperimentabile da parte della mente. Possiamo incorrere in momenti, in stadi in cui la mente è afflitta, in altre occasioni in cui queste afflizioni s’esauriscono, tuttavia tutti questi stadi non corrispondono all’estinzione dell’individuo. Continua »

 

Milano, 09.12.07 Sua Santità il Dalai Lama – conferenza pubblica: la via verso la pace interiore

SUA SANTITÀ IL XIV DALAI LAMA, CONFERENZA PUBBLICA: LA VIA VERSO LA PACE INTERIORE E LA NON VIOLENZA, MILANO 9 DICEMBRE 2007.

In occasione del 18° anniversario del conferimento del Premio Nobel per la Pace al leader tibetano in esilio, nell’ultimo giorno della sua visita a Milano, Sua Santità il Dalai Lama sulla base della sua esperienza personale, parla di pace e nonviolenza davanti a 9.000 persone al Palasharp.

Appunti, traduzione dall’inglese ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Per promuovere valori importanti come l’armonia tra le religioni, occorre sviluppare un vero cambiamento, occorre condividere le esperienze tra le varie fedi. Per questo motivo, per me è molto importante poter comunicare con la gente, perché è fondamentale parlare con le persone dei valori umani fondamentali, della promozione dell’armonia e della fratellanza tra le religioni. … Continua »

 

L’importanza della religione nei tempi moderni

L’importanza della religione nei tempi moderni

Sua Santità il XIV Dalai Lama, Milano, Italia, 7 dicembre 2007. Trascritto e leggermente redatto da Alexander Berzin. Traduzione italiana a cura di Ida Buraczewska.

Sua Santità il XIV Dalai Lama

Vorrei parlare dell’importanza della religione nei tempi moderni. Ognuno di noi prova di natura la sensazione di essere se stesso e tramite esso prova fenomeni riconoscibili come sensazioni di dolore, di gioia o neutri. Continua »