Archive for the ‘Dalai Lama Stadi Meditazione Kamalashila Tolosa 11 IT’ Category

1 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 13.08.11


Sua Santità il Dalai Lama: "Non credete ai miei insegnamenti soltanto perché vi giungono dalla mia voce, non cadete nell'errore di generare una fede cieca in quel che vi dico. Ma mettete alla prova la bontà di ciò che ascoltate da me, verificatelo!"

Sua Santità il Dalai Lama: "Non credete ai miei insegnamenti soltanto perché vi giungono dalla mia voce, non cadete nell'errore di generare una fede cieca in quel che vi dico. Ma mettete alla prova la bontà di ciò che ascoltate da me, verificatelo!"

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il mattino del 13 agosto 2011 (prima parte del primo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Quando conferisco degli insegnamenti su dei testi Buddhisti, sono solito aprire la sessione con la recitazione del Sutra del Cuore, che Buddha Sakyamuni stesso trasmise più di 2.500 anni fa in India, sul Picco dell’Avvoltoio a Ragyr, comunicando le basi del suo pensiero.

Perciò, recitiamo ora il Sutra del Cuore.

Solitamente, e l’occasione odierna ne e’ la conferma, inizio sempre con un’introduzione al Dharma. Soprattutto in questa situazione, dobbiamo essere i Buddisti del 21mo secolo, con una conoscenza estremamente solida, comprese le nuove acquisizioni della scienza, a partire della filosofia buddista. Come possiamo raggiungere la possibilità di diventare buddisti? Continua »

 

2 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 13.08.11

Sua Santità il Dalai Lama: "Ora, nella nostra società globale, si e' più interessati allo sviluppo della scienza e della tecnologia che ai valori spirituali, religiosi".

Sua Santità il Dalai Lama: "Ora, nella nostra società globale, si e' più interessati allo sviluppo della scienza e della tecnologia che ai valori spirituali, religiosi".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il mattino del 13 agosto 2011 (seconda parte – primo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Il mio compito principale consiste nel promuovere l’armonia inter-religiosa.

Quando in occidente impartisco insegnamenti buddisti metto sempre in guardia chi è venuto ad ascoltarmi dalla tentazione di convertirsi ad un’altra fede. Va bene interessarsi del buddismo, ma e’ molto meglio che rimaniate nella vostra fede religiosa.

Negli anni ’60, in occasione dei tragici avvenimenti che portarono decine e decine di migliaia di tibetani all’esilio dal Tibet ed anche alla mia precipitosa fuga in India, ricevemmo l’aiuto di molti fratelli cristiani, anche tramite ONG organizzazioni non governative. Accadde che il padre, ancor giovane funzionario del nostro governo ma in esilio, d’una famiglia tibetana di tre figli, mori’ improvvisamente, lasciando la moglie ed i figli senza risorse. Quest’ultima si rivolse ai missionari cristiani che le diedero aiuto, cosicché i figli crebbero alla scuola missionaria. Negli anni ’60 la ricevetti in udienza. Ella mi disse d’aver trovato molto aiuto da parte dei cristiani e di voler diventare cristiana per questa vita, ma che per la prossima sarebbe tornata alle sue origini buddiste. Il che lo ritenni un chiaro segno di confusione. Continua »

 

3 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 13.08.11

Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa: "Dov'è l'errore su cui si basa la nostra infelicità? L'errore consiste proprio nel cadere nella trappola delle emozioni disturbanti".

Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa: "Dov'è l'errore su cui si basa la nostra infelicità? L'errore consiste proprio nel cadere nella trappola delle emozioni disturbanti".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il pomeriggio del 13 agosto 2011 (terza parte – primo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Non esiste un se’ dipendente da corpo e mente. Non esiste un atman indipendente o assolutamente, di per se’ esistente, non soggetto al cambiamento.

Sua Santità il Dalai Lama ridacchia.

L’unico se’ esistente e’ quello che coinvolgiamo nella pratica del prendere e dare, del ton len. Ma non esiste un’anima indipendente, un se’ auto referente, solido, immutabile, assoluto. Questo non e’ condiviso dal buddismo. Non esiste un io permanente, come questo mio corpo, come il mio ora di persona anziana, non e’ percepito come attraente. Il corpo e’ soggetto al cambiamento, cosi’ come si trasformano le situazioni. Da quando sono nato da mia madre sono cambiato moltissimo, ma come potrebbe l’io rimanere sempre lo stesso? Continua »

 

4 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 13.08.11

Matthieu Ricard parla a Sua Santità il Dalai Lama, che ha asserito: "La mente che medita lo fa per trasformarsi in quell'entità d'amore e compassione, perciò quando la sua coscienza si trasforma, genera appunto amore e compassione".

Matthieu Ricard parla a Sua Santità il Dalai Lama, che ha asserito: "La mente che medita lo fa per trasformarsi in quell'entità d'amore e compassione, perciò quando la sua coscienza si trasforma, genera appunto amore e compassione".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il pomeriggio del 13 agosto 2011 (quarta parte – primo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

La tradizione del Buddhismo tibetano deriva direttamente da quella della grande università indiana di Nalanda, nell’odierno Bihar. Nell’VIII – IX secolo, proprio da Nalanda vennero in Tibet i grandi maestri buddhisti che crearono le prime scuole e fondarono i primi monasteri nel Pese delle Nevi, come Shantarakshita ed il suo maestro Kamalashila. Continua »

 

5 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 13.08.11


Sua Santità il Dalai Lama: "Non esiste alcun io indipendente, che non esiste alcuna esistenza indipendente, che è di conseguenza priva di senso la concezione d'un esistenza indipendente dei fenomeni ed lo e' ancor più l'atteggiamento di forte senso d'attaccamento al se', a se' stessi, al proprio io".

Sua Santità il Dalai Lama: "Non esiste alcun io indipendente, che non esiste alcuna esistenza indipendente, che è di conseguenza priva di senso la concezione d'un esistenza indipendente dei fenomeni ed lo e' ancor più l'atteggiamento di forte senso d'attaccamento al se', a se' stessi, al proprio io".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il pomeriggio del 13 agosto 2011 (quinta parte – primo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Il modo d’esistenza dei fenomeni è come mera esistenza condizionata. Esistono ovviamente differenti livelli d’ignoranza in base alla diversa natura delle cose, all’accumulazione di cause e condizioni. Ne deriva che ogni fenomeno risulta deformato nella sua percezione, proprio sulla base d’impronte precedenti. Per alleviare le conseguenze a catena dell’interdipendenza del samsara occorre evitare di sviluppare e di soffermarsi sugli aspetti esteriori, anzi e’ opportuno alimentare la comprensione sottile, sulla base degli insegnamenti e definizioni delle cose e dei fenomeni di Buddha il Vittorioso, meditando e sforzandoci di comprendere il concetto della relatività delle cose e che le cause delle azioni e dei fenomeni non esistono di per se’ stesse ma sono relative, esclusi i fenomeni essenziali.

Qualcuno di voi potrebbe pensare che si tratti d’una visione filosofica complicata. Quel che e’ fondamentale e’ che tutti abbiano ben presente che l’odio, l’avversione sono fattori negativi che creano problemi. E che quest’odio e’ generato dal troppo attaccamento, dal troppo se’, dal troppo IO e MIO, dalla separazione, dagli steccati, dalla divisione tra noi e voi. Continua »

 

6 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 14.08.11

Sua santità il Dalai Lama: "Credo che in questo momento storico sia giunta l'ora di tornare alle radici della tradizione di Nalanda".

Sua santità il Dalai Lama: "Credo che in questo momento storico sia giunta l'ora di tornare alle radici della tradizione di Nalanda".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia, il mattino del 14 agosto 2011 (sesta parte – secondo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

È la prima volta che ascolto il sutra del cuore così ben cantato, e per giunta in una lingua occidentale: il francese. Continua »

 

7 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 14.08.11

Sua santità il Dalai Lama: "La base della compassione è la responsabilità universale che sorge sulla base della meditazione".

Sua santità il Dalai Lama: "La base della compassione è la responsabilità universale che sorge sulla base della meditazione".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il mattino del 14 agosto 2011 (settima parte – secondo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Il Buddha insegnò dapprima le Quattro Nobili Verità. Se avesse insegnato solo la Prima Nobile Verità, la sofferenza, e le sue cause, e non avesse anche insegnato che quell’ignoranza ha un antidoto che risiede nel profondo della nostra mente, non avrebbe indicato la via alla liberazione: la via della rinuncia, il sentiero che porta al Nirvana. Continua »

 

8 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 14.08.11

Sua Santità il Dalai Lama: "Per tranquillizzare la mente realizziamo ora i nove cicli di respirazione.

Sua Santità il Dalai Lama: "Per tranquillizzare la mente realizziamo ora i nove cicli di respirazione".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il pomeriggio del 14 agosto 2011 (ottava parte – secondo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

Prima d’applicarle al discepolo, il maestro deve precedentemente generare qualità essenziali come la conoscenza profonda della pratica e le virtù, senza le quali non è possibile beneficiare gli altri, come è ben espresso nel Lankara Sutra Mahayana. Continua »

 

9 Insegnamenti S.S. Dalai Lama Tolosa 14.08.11


Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa: "Non limitatevi alle citazioni, non basatevi semplicemente sulle citazioni, nemmeno se l'ha detto il Buddha. Tutto va confrontato con l'esperienza: così s'approfondisce la visione filosofica".

Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa: "Non limitatevi alle citazioni, non basatevi semplicemente sulle citazioni, nemmeno se l'ha detto il Buddha. Tutto va confrontato con l'esperienza: così s'approfondisce la visione filosofica".

Insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama a Tolosa, Francia il pomeriggio del 14 agosto 2011 (nona parte – secondo giorno) su “Gli stadi intermedi di meditazione” di Acharya Kamalashila liberamente disponibile qui http://www.sangye.it/altro/?p=1698. Traduzione dal tibetano in italiano di Fabrizio Pallotti. Appunti ed editing del Dott. Luciano Villa, dell’Ing. Alessandro Tenzin Villa e di Graziella Romania nell’ambito del Progetto “Free Dalai Lama’s Teachings” per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.

Sua Santità il Dalai Lama

La mente può cadere nel torpore. Pur essendo apparentemente e stabilmente in concentrazione, pian piano la mente si sente come affondare, perde d’intensità, è allentata sull’oggetto. Qui diventa fondamentale la forza della memoria, affinché la mente lo ricordi intensamente. Continua »