Archive for the ‘Mahamudra IT’ Category

Ven. Sangye Nyenpa Rinpoce: Mahamudra Dorge Chang Tungma

Ven. Sangye Nyenpa Rinpoce: La potenzialità della realizzazione è nell'insegnamento stesso. Perché non ci sono risultati? Perché non si pratica in modo serio.
Ven. Sangye Nyenpa Rinpoce: La potenzialità della realizzazione è nell’insegnamento stesso. Perché non ci sono risultati? Perché non si pratica in modo serio.

Insegnamenti su Mahamudra, Dorge Chang Tungma del Ven. Sangye Nyenpa Rinpoce al Centro per la Meditazione e la Pratica Buddhista Benchen Karma Tegsum Tashi Ling, Cancello, Verona giovedì 08.10.2015. Trascrizione basata anche sulla traduzione del Dr. Massimo Dusi e del curatore Dr. Luciano Villa del Centro Studi Tibetani Sangye Cioeling Sondrio, nell’ambito del progetto Free Dharma Teachings per il beneficio di tutti gli esseri senzienti. Testo basato su appunti non revisionati, qualsiasi errore od omissione è del curatore. Leggi il testo radice http://www.sangye.it/altro/?p=6828.

Ven. Sangye Nyenpa Rinpoce

Generiamo innanzitutto bodicitta per essere di beneficio a tutti gli esseri senzienti, per fare in modo che questa sessione abbia un gran significato. Dobbiamo considerare che tutto dipende dalla motivazione della nostra mente. Continua »

 

Mahamudra, Dorge Chang Tungma

Mahamudra, Dorge Chang Tungma

GHIU PA / ZIN NO / NAM TAR / GIN GHI LOB

Seguo la vostra tradizione, datemi la vostra benedizione, ispiratemi con il vostro esempio.

SCEN LOG / GOM GHI / CAN PAR / SUNG PA SCIN SE NOR / CÜN LA / CIAG SCEN / ME PA DANg

Il distacco è detto essere i piedi della meditazione; al meditante che recide i vincoli che lo legano a questa vita,

TSE DIR / DÖ TAg / CIO PE / GOM CEN LA GNE CUR / SCEN PA / ME PAR / GIN GHI LOB Continua »

 

Il Sentiero Principale dei Vittoriosi

Nagarjuna: Colui che vede il sorgere per relazione dipendente Vede anche la sofferenza, L’origine di tutto, la cessazione E il Sentiero.

Il Sentiero Principale dei Vittoriosi

Un testo radice per la preziosa tradizione Gelug/Kagyu del Mahamudra.

Panchen Losang Chökyi Gyeltsen (1567-1662)

Qui, come spiegazione delle istruzioni sul mahamudra secondo la tradizione degli esseri santi che sono dotti (pandita) e realizzati (siddha), vi sono tre linee-guida:

  1. attività per entrare nella composizione.

  2. spiegazione effettiva delle istruzioni composte,

  3. dedica della virtù sorta dall’avere composto queste istruzioni.

  1. Attività per entrare nella composizione.

NAMO MAHAMUDRAYA – Omaggio al Grande Sigillo

Mi prostro rispettosamente ai piedi del mio guru immacolato,

maestro dei realizzati, che ha esposto direttamente il grande sigillo

del mahamudra, la natura onnipervadente di tutto,

l’indivisibile inesprimibile e indistruttibile sfera della mente. Continua »

 

Ode alla Mahamudra composta da Tilopa per Naropa.

Tilopa

Tilopa

Ode alla Mahamudra composta da Tilopa per Naropa.

Mahamudra, la via regale,
è libera da ogni parola e simbolo sacro.

Per te solo, amato Naropa, questa meravigliosa ode

nasce da Tilopa 
per l’infinita amicizia spontanea.

La natura completamente aperta di tutte le dimensioni e gli eventi

è un arcobaleno che continuamente si ripresenta ed a cui non ci si deve mai afferrare.

La via della di Mahamudra
non crea alcuna chiusura.

In questo aperto cammino non e’ necessario alcun strenuo sforzo mentale.

Il naturale flusso di consapevolezza si muove naturalmente lungo di essa. Continua »

 

Tilopa: Il grande sigillo

Il Mahasiddha Tilopa (928-1009)

Il Mahasiddha Tilopa (928-1009)


Tilopa: Il grande sigillo

Il Grande Sigillo non può essere insegnato, ma tu, benedetto, intelligente Naropa, che affrontando le difficili prove sei paziente nella sofferenza grazie alla devozione verso il maestro, accogli nel cuore queste parole.

Lo spazio si appoggia forse su qualcosa? Similmente, il Grande Sigillo non ha nulla su cui appoggiarsi.
 Rimani rilassato nello stato naturale inalterato.
Se si rilasciano i legami senza dubbio si è liberi.

Quando si osserva il centro dello spazio si cessa di vedere tutto il resto. 
Similmente, se si osserva la coscienza, le forme di pensiero si dissolvono e si consegue il sommo risveglio.

I banchi di nebbia si dissolvono nello spazio senza andare altrove né rimanere da qualche parte.
Similmente, le forme di pensiero scaturiscono dalla coscienza, ma quando si ha la visione della propria coscienza l’onda delle immagini mentali si dissolve. Continua »

 

Ven Ghesce Gendun Tharchin: Meditazione di Māhamudhrā

Ven Ghesce Gendun Tharchin: Tutta la pratica è istante per istante.
Ven Ghesce Gendun Tharchin: Tutta la pratica è istante per istante.

Geshe Gedun Tharchin: Meditazione di Māhamudhrā

La ragione del nostro incontro è la ricerca del significato della vita, un passaggio affatto scontato e spesso problematico, in quanto tendenzialmente riteniamo obiettivi primari, da conquistare con qualsiasi mezzo, gli ottenimenti materiali e la soddisfazione dei desideri mondani.

A volte incontriamo persone a cui apparentemente non manca nulla per avere felicità, sono sani, agiati, in una condizione di benessere generale, eppure vivono in perenne stato di smarrimento e di incertezza verso un futuro che temono e preferiscono ignorare, rimuovono tutto ciò che non cade materialmente nel cerchio della loro comprensione, decidono di eliminare ogni dubbio e negano drasticamente qualsiasi possibile continuità.

Se non si muore improvvisamente a causa di un incidente, ma si sperimenta nell’agonia il processo della fine è possibile avere nell’ultimo istante la percezione della vita futura, però è ormai troppo tardi, manca il tempo per riflettere e allora si è assaliti da una disperata tristezza. Continua »

 

La Suprema Sorgente


bh-mandLa Suprema Sorgente Kunje Gyalpo

Il tantra radice

Ascolta, Sattvavajra! Ti mostrerò la tua stessa natura.
Tu sei me, la sorgente.
Io sono da sempre pura e totale coscienza.
Cos’è la pura e totale coscienza?
Lo spazio totale di Vajrasattva
E l’immensa dimensione dell’esistenza in cui tutto è sempre bene

(Sa- mantabhadra).

Siccome è la perfetta via universale che tutto libera,
È al di là del nascere e dell’interrompersi, e del pensare.
Essendo amore, realizza il vero scopo,
E non si sforza di esercitare la grande compassione.
Essendo lo stato totale, non c’è bisogno di lodare
Le sue profonde e supreme qualità.
Tutti i fenomeni non si allontanano dalla condizione naturale Continua »

 

Istruzioni essenziali sulla Grande Perfezione

Dilgo Khyentse Rinpoche
Dilgo Khyentse Rinpoche

Istruzioni essenziali sulla Grande Perfezione di Dilgo Khyentse Rinpoche

La pratica quotidiana consiste semplicemente nel generare una completa accettazione, una piena apertura verso tutte le situazioni, le emozioni e le persone – così da sperimentare ogni cosa in maniera totale, senza riserve mentali né blocchi, in modo tale che non ci si ritragga mai in se stessi, che non ci si concentri mai su se stessi.

Questa apertura produce un’energia immensa, che solitamente è bloccata dai vari processi dell’evasione mentale, del pensare, del fuggire dall’esperienza diretta della vita. Negli stadi iniziali, la chiarezza della consapevolezza potrebbe essere spiacevole, o spaventare; se questo accade bisogna aprirsi completamente al dolore o alla paura, dar loro il benvenuto. In questo modo si infrangono le barriere create dalle reazioni emotive abituali e dai preconcetti. Continua »

 

Il grande sigillo della natura di Buddha

Il grande sigillo della natura di Buddha
di Giuseppe Baroetto. Tratto da: “Mahâmudrâ”, in Occidente Buddhista, n. 16, Milano, 1997, pp. 60-63.

Etimologicamente maha vuol dire grande, mentre mudrâ ha il significato di sigillo, matrice, segno e simbolo. Continua »

 

Lama Thubten Yeshe: La non dualità.

Lama Thubten Yeshe: Ogni fenomeno è caratterizzato da due qualità o nature.

Lama Thubten Yeshe: Ogni fenomeno è caratterizzato da due qualità o nature.

Lama Thubten Yeshe: La non dualità.

Studiare questo argomento semplicemente per soddisfare l’intelletto è una attività priva di valore o di scopo – sarebbe solo uno spreco di tempo. La conoscenza contenuta negli insegnamenti di Maitreya è incredibilmente profonda, ma vale la pena affrontarla solo se si possiede la giusta motivazione. Se non ci cimentiamo in questo studio con il fine di sradicare i nostri problemi psicologici, allora sarebbe meglio spendere il nostro tempo a preparare una bibita – così facendo almeno riusciremo a placare la nostra sete.

Probabilmente abbiamo sentito molto parlare della meditazione sul mahamudra.“Maha” significa grande e “mudra” significa sigillo. Se io possiedo il sigillo Reale, nessuno può ostacolarmi o infastidirmi. Quando il mio passaporto viene vistato con il sigillo di Stato, io posso andare e viaggiare liberamente. Il sigillo che è mahamudra è una cosa molto simile anche se stiamo parlando di uno stato della mente che è oltre la nostra ordinaria visione dualistica dell’esistenza. Questo è il grande sigillo che ci libera dal samsara. Continua »

 

Nâropa: La sintesi del Grande Sigillo

Nâropa

Nâropa

La sintesi del Grande Sigillo di Nâropa

Tutti i fenomeni sono la propria coscienza. La visione della realtà esterna è la mente che si inganna; è come un sogno, priva di sostanza. Anche la coscienza è soltanto il movimento della consapevolezza. Non ha un’identità propria, perché è l’energia del prâna: come lo spazio celeste, è vuota di un’identità.

Tutti i fenomeni si trovano nell’equanimità come nel cielo, e ciò vien detto “Grande Sigillo”. Non ha un’identità propria che possa essere indicata, perciò la vera natura della coscienza è la stessa condizione del Grande Sigillo. In essa non c’è nulla da correggere né da trasformare.

Continua »