SIDEBAR
»
S
I
D
E
B
A
R
«
Meeting Participants in an International Conference on the Middle Way Approach
Mag 31st, 2018 by admin

May 30, 2018. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – His Holiness the Dalai Lama met 500 Tibetans from different parts of the world and 170 Tibetans from various settlements in India and Nepal in the yard of the Tsuglagkhang this morning. They had gathered in Dharamsala to participate in an International Conference on the Middle Way Approach. “Since I formulated the Middle Way Approach,” His Holiness told them, “I feel I have a responsibility to explain it.”

He recounted his initial experiences of dealing with the outside world, including China, beginning in the 1950s. Next, he recalled his introduction to Indian Prime Minister Jawaharlal Nehru

“I met him first in 1954 at Beijing, then again in 1956 when I was invited to attend the 2500th Buddha Jayanti Celebrations in India. By then, the Chinese communists had already begun their brutal crackdown in Tibet. Consequently, my ministers, as well as my brothers, were utterly opposed to my returning to Tibet. They sought to persuade me to stay in India. I discussed this with Nehru, who advised me to return to Tibet. He highlighted certain points in the Seventeen Point Agreement which he felt we could still negotiate with the Chinese. He recommended that I try to do that within Tibet. Read the rest of this entry »

Incontro con i partecipanti alla Conferenza Internazionale sull’Approccio della Via di Mezzo
Mag 31st, 2018 by admin

Sua Santità il Dalai Lama posa per una delle numerose foto di gruppo con i tibetani che hanno partecipato alla Conferenza Internazionale sull’Approccio della Via di Mezzo presso il cortile del Tempio Tibetano Principale di Dharamsala, India, il 30 maggio 2018. Foto di Tenzin Choejor

30 maggio 2018. Thekchen Chöling, Dharamsala, India – Sua Santità il Dalai Lama ha incontrato questa mattina 500 tibetani provenienti da diverse parti del mondo e 170 tibetani provenienti da vari insediamenti in India e Nepal nel cortile dello Tsuglagkhang, arrivati a Dharamsala per partecipare alla Conferenza Internazionale sull’Approccio della Via di Mezzo. “Da quando ho elaborato l’Approccio della Via di Mezzo” ha detto Sua Santità “sento di avere la responsabilità di spiegarlo”.

Il Dalai Lama ha raccontato le sue prime esperienze con il mondo esterno, Cina compresa, a partire dagli anni Cinquanta e ha ricordato il suo incontro con il Primo Ministro indiano Jawaharlal Nehru.

“L’ho incontrato prima nel 1954 a Pechino, poi di nuovo nel 1956 quando sono stato invitato a partecipare alle celebrazioni in occasione del 2500°Buddha Jayanti in India. All’epoca, i comunisti cinesi avevano già iniziato la loro brutale repressione in Tibet. Di conseguenza, i miei ministri, così come i miei fratelli, erano assolutamente contrari al mio ritorno in Tibet. Hanno cercato di convincermi a rimanere in India. Ne ho discusso con Nehru, che tuttavia mi ha consigliato di tornare in Tibet perché c’erano alcuni punti dell’Accordo in Diciassette Punti che, a suo parere, avrei potuto ancora negoziare con i cinesi e che sarebbe stato preferibile ciò avvenisse in Tibet. Read the rest of this entry »

Tashi Wangchuk condannato a cinque anni di carcere
Mag 25th, 2018 by admin

Tashi Wangchuk,

24 maggio 2018. Con l’accusa di “incitamento al separatismo” il tribunale della prefettura di Yushu ha condannato a cinque anni di carcere Tashi Wangchuk, strenuo difensore del diritto dei tibetani a studiare ed esprimersi nella loro lingua.
Tashi Wangchuk, trentatré anni, Tashi fu arrestato il 27 gennaio 2016, due mesi dopo la pubblicazione sul New York Times di un articolo e di un documentario in cui l’attivista tibetano denunciava le pressioni e lo stato di paura in cui versano i suoi connazionali ed esprimeva il timore dell’annientamento della cultura tibetana attuato dal governo cinese attraverso la progressiva riduzione e deterioramento della lingua scritta e parlata. Accusato di “incitamento al separatismo” nonostante avesse sempre dichiarato di non volere l’indipendenza del Tibet, Tashi comparve davanti al Tribunale del Popolo della Prefettura di Yushu, nella regione del Kham, la mattina del 4 gennaio 2018. Liang Xiaojun, il suo avvocato, fece sapere che il processo, durato circa quattro ore, si era concluso senza una sentenza, rinviata a data da stabilirsi.

Read the rest of this entry »

H. H. Dalai Lama: 2° Day of Interaction with Vietnamese Groups
Mag 24th, 2018 by admin

His Holiness the Dalai lama posing for one of several group photos at the conclusion of his two day meeting with Vietnamese business leaders, artists, intellectuals and members of youth delegations and groups in Vietnam by live teleconference link, at his residence in Dharamsala, HP, India on May 22, 2018. Photo by Tenzin Choejor

May 22, 2018 Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – His Holiness the Dalai Lama met Vietnamese business leaders, artists, intellectuals and members of youth delegations for a second time today. First of all he undertook the preparatory ritual for a White Manjushri Permission, while members of the audience recited the mantra of Buddha Shakyamuni. “The 7 billion human beings alive today can be categorized into three groups,” His Holiness explained, “one that does not pay much attention to inner values, another that considers religion to be negative and one that has respect for spiritual practice. Everybody has an equal right to be happy, however, it seems that when faced with difficulties or desperate circumstances, people who have the support of religious belief find it easier not to lose hope.

“Jainism, one branch of the Samkhyas and Buddhism do not believe in a creator. Apart from Buddhism, all other religious traditions accept the notion of an independent, permanent self, or atman. The Buddhist theory of dependent origination means this idea of an independent self is untenable.

“The Buddha taught that things do not exist as they appear. Later, four major schools of thoughts evolved within Buddhism, each of which explains the four noble truths, the two truths and the concept of selflessness, but among them all it is the Middle Way (Madhyamaka) presentation that is most scientific.” Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama: 2° giorno di incontro coi gruppi di praticanti vietnamiti
Mag 23rd, 2018 by admin

Sua Santità il Dalai Lama durante il rituale preparatorio per l’iniziazione di Manjushri Bianco, all’inizio del secondo giorno del suo incontro con gruppi provenienti dal Vietnam, presso la sua residenza a Dharamsala, India, 22 maggio 2018. Foto di Tenzin Choejor

22 maggio 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, India – Sua Santità il Dalai Lama ha incontrato oggi, per la seconda volta imprenditori, artisti, intellettuali e membri di delegazioni di giovani vietnamiti. Prima di tutto ha eseguito il rituale preparatorio per l’iniziazione di Manjushri Bianco, mentre il pubblico ha recitato il mantra di Buddha Shakyamuni. “I 7 miliardi di esseri umani che vivono oggi possono essere classificati in tre tipologie”, ha spiegato Sua Santità, “quelli che non prestano molta attenzione ai valori interiori, quelli che considerano negativamente la religione e quelli che hanno rispetto per la pratica spirituale”. Ogni tipologia ha l’identico diritto di essere felice, tuttavia, sembra che di fronte alle difficoltà o a circostanze particolarmente dolorose, le persone che hanno il sostegno di un credo religioso riescono a non perdere la speranza.

“Il giainismo, un ramo della Samkhya e il Buddhismo non credono in un dio creatore. A parte il Buddhismo, tutte le altre tradizioni religiose accettano la nozione di un sé indipendente, permanente o atman. La teoria buddhista dell’originazione dipendente significa che questa idea di un sé indipendente è insostenibile”. Read the rest of this entry »

H. H. Dalai Lama: Interacting with Vietnamese Business Leaders, Artists and Intellectuals
Mag 23rd, 2018 by admin

His Holiness the Dalai Lama waving to participants in Hanoi, Ho Chi Minh City and Hai Phong attending a meeting over a live teleconferencing link with a group from Vietnam at his residence in Dharamsala, HP, India on May 21, 2018. Photo by Tenzin Choejor

May 21, 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – His Holiness the Dalai Lama met with approximately 80 business leaders, artists, intellectuals and members of youth delegations from Vietnam at his residence today. Another 500 participated in the interaction in Hanoi, Ho Chi Minh City and Hai Phong over a live teleconferencing link. His Holiness began by emphasising the need to appreciate the oneness of humanity. He expressed regret about the extent of violence in the world and the way the poor are neglected leading to children dying of starvation.

“Meanwhile,” he added, “many of those who are otherwise well-off are neither happy nor at peace. Still, scientists finding evidence that basic human nature is compassionate is a source of hope. Virtually all of us have benefited from our mother’s affection at the start of our lives. When someone is on their deathbed, if he or she is surrounded by loved ones they can pass away peacefully. From birth to death we all need affection. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama: 1° giorno di incontro coi praticanti vietnamiti
Mag 22nd, 2018 by admin

Sua Santità il Dalai Lama durante l’incontro con diversi gruppi provenienti dal Vietnam, presso la sua residenza di Dharamsala, India, il 21 maggio 2018. Foto di Tenzin Choejor

21 maggio 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, India – Sua Santità il Dalai Lama ha incontrato oggi presso la sua residenza circa 80 imprenditori, artisti, intellettuali e membri di delegazioni giovanili provenienti dal Vietnam. Altre 500 persone hanno partecipato all’incontro da Hanoi, Ho Chi Minh City e Hai Phong tramite videoconferenza. Sua Santità ha esordito sottolineando la necessità di riconoscere l’unicità dell’umanità e si è rammaricato per le continue violenze nel mondo, per l’indifferenza per i più poveri e perché ancora oggi ci sono bambini che muoiono di fame.

“Nel frattempo” ha aggiunto “le persone ricche e benestanti non sono né felici né in pace. Tuttavia prove scientifiche dimostrano che la natura umana di base è compassionevole è ciò è una fonte di speranza. Quasi ciascuno di noi ha beneficiato dell’affetto della propria madre, all’inizio della vita e quando una persona è sul letto di morte, se è circondata da persone care, può morire tranquillamente. Dalla nascita alla morte tutti abbiamo bisogno di affetto”. “Molti dei problemi che ci troviamo ad affrontare sorgono perché prestiamo troppa attenzione a differenze del tutto secondarie. L’antidoto a questa abitudine è coltivare una comprensione più profonda dell’unità dell’umanità. Anche se noi tibetani abbiamo sofferto enormemente sotto lo rigido controllo delle autorità cinesi, non usiamo questa scusa per fomentare ostilità verso i nostri fratelli e sorelle cinesi. Al contrario, uno spirito di fraternità è essenziale per il nostro benessere comune”. Read the rest of this entry »

H. H. Dalai Lama’s Meeting with Visitors from Around the World
Mag 20th, 2018 by admin

His Holiness the Dalai Lama greeting younger members of the audiences as he joins in group photos with people from around the world at the Tsuglagkhang courtyard in Dharamsala, HP, India on May 19, 2018. Photo by Tenzin Choejor

May 19, 2018, Thekchen Chöling, McLeod Ganj, Dharamsala, HP, India – His Holiness the Dalai Lama met with about 1000 people from different parts of South Asia, including India, North America, South America, Europe, Russia and Israel today in the yard of the Tsuglagkhang, next to his residence. He first posed for photographs with them in groups arranged according to geographical region.

Visiting the Kalachakra Temple and Tsuglagkhang to pay his respects, His Holiness greeted Tibetans who have gathered to take part in prayers and recitations of ‘Om mani padme hung’, mantra of Avalokiteshvara, to celebrate the month in which the Buddha was born, enlightened and passed away.
Back in the temple yard, he addressed the international visitors:

“I hope this meeting will allow us to interact with one another—I look forward to hearing your questions.

“In the past, although we Tibetans traditionally prayed for the welfare of all sentient beings, we weren’t really concerned with what happened in the rest of the world, remaining isolated behind the mountains that surround our land. However, the reality today is that we are all so interdependent, trying to preserve such isolation is inappropriate and out of date. We need instead to think of the oneness of humanity. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama: 21st Century must embrace compassion and oneness
Mag 19th, 2018 by admin

Dharamsala, May 19, 2018. His Holiness the Dalai Lama on Saturday said the 21st century must pursue compassion, dialogue and a new system of education that inculcates moral values to its future generation.

While there could be innumerable sentient beings across the infinite galaxies, there are only 7 billion human beings on this planet. These 7 billion beings are biologically the same,” he said. “As human beings we share a fundamental wish to be happy and avoid suffering. On top of that, each of our lives are interconnected so much that a person’s future depends on the wellbeing of another”.

His Holiness was addressing a group of 960 Indians and foreign tourists from 42 countries across the globe.

Wherever I go, I consider myself as one of the 7 billion human beings. This thinking makes me feel close and relate to people as brothers and sisters. If we consider the ways in which we are all the same, the barriers between us will diminish,” His Holiness said. Read the rest of this entry »

Moving Towards Global Compassion: His Holiness the Dalai Lama in conversation with Dr Paul Ekman
Mag 19th, 2018 by admin

His Holiness the Dalai Lama taking part in an interactive teleconferencing event with Dr Paul Ekman and group of scientists on topic “Moving Towards Global Compassion”.

Dharamsala: His Holiness the Dalai Lama participated in an interactive teleconferencing event with Dr Paul Ekman and groups of scientists, psychologists and spiritual members in San Francisco, California earlier this morning.

Dr Paul Ekman, an American psychologist and a pioneer in the study of emotions and facial expressions co-created the Atlas of Human Emotions Project with His Holiness the Dalai Lama.

The theme of the dialogue was ‘Moving Towards Global Compassion’. The live webcast received over 293,000 views on Facebook.

His Holiness started off the meeting reiterating a favourite theme and his lifelong commitment: promotion of basic human values.

My friend, Paul knows my way of thinking. I have totally dedicated my body, speech and mind towards the well-being of others”. Read the rest of this entry »

Proibita a diplomatici europei la visita a Liu Xia. L’appello di Amnesty International
Mag 18th, 2018 by admin

17 maggio 2018. Le autorità cinesi hanno bloccato cinque diplomatici europei che volevano visitare Liu Xia, vedova del defunto dissidente e premio Nobel per la pace Liu Xiaobo, fra gli autori della Carta 08, un manifesto per i diritti umani e la democrazia in Cina.

Liu Xia, 57 anni, è agli arresti domiciliari dal 2010, da quando il marito fu insignito del premio, anche se contro di lei non vi è alcuna accusa formale. Liu Xiaobo, condannato a 11 anni per “sovversione contro lo Stato” a causa di alcuni suoi articoli sulla democrazia, è stato lasciato morire in prigione per un cancro al fegato (nella foto Liu Xia con il marito Liu Xiaobo).

Il gruppo europeo ha cercato di incontrare Liu Xia lo scorso 11 maggio, ma sono stati fermati al cancello della sua casa dalla guardia di sicurezza che non ha consentito loro di entrare. Read the rest of this entry »

Divieto d’insegnare ai monaci buddisti “erroneamente istruiti” in India
Mag 17th, 2018 by admin

16 maggio 2018 Una contea cinese ha vietato ai monaci tibetani, “erroneamente istruiti” in India, di insegnare il buddismo temendo che potessero diffondere contenuti “separatisti”.
In un recente rapporto sul Global Times viene detto che un funzionario cinese dell’ufficio affari etnici e religiosi di Litang ha dichiarato che:
I monaci istruiti erroneamente in India sono stati banditi dall’insegnare il buddismo ai residenti della contea di Litang, nella provincia del Sichuan della Cina sudoccidentale. 

La contea conduce sezioni di educazione patriottica ogni anno per quelli istruiti e i più meritevoli vengono premiati con il Gexe Lharampa, il più alto grado accademico negli studi buddisti tibetani, in India.

Coloro che si sono comportati in modo inappropriato durante l’educazione patriottica o hanno mostrato “qualche segno di intenti separatisti” sono rigorosamente monitorati e banditi dall’insegnare il buddismo al pubblico. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama Incontra l’Associazione delle donne tibetane
Mag 16th, 2018 by admin

Sua Santità il Dalai Lama saluta i membri dell’Associazione delle Donne Tibetane al loro arrivo nella sua residenza di Dharamsala, India, 14 maggio 2018. Foto di Tenzin Damchoe

15 maggio 2018 Thekchen Chöling, McLeod Ganj, Dharamsala, India – Sua Santità il Dalai Lama ha incontrato questa mattina 190 membri della Tibetan Women’s Association (TWA), provenienti da 37 diversi insediamenti in India, Nepal, Belgio e Stati Uniti, in occasione della riunione triennale del consiglio d’amministrazione dell’organizzazione. “Siamo diventati dei rifugiati quasi sessant’anni fa” ha esordito Sua Santità. “Durante tutto questo tempo, il mondo ha imparato ad apprezzare la tradizione del buddhismo tibetano. Persino gli scienziati si stanno interessando a ciò che la nostra tradizione ha da dire. Da rifugiati siamo riusciti anche a presentare al mondo la nostra identità tibetana che si esprime attraverso le nostre varie tradizioni religiose, la nostra lingua, il nostro modo di scrivere e così via”.

“Molte persone mi dicono quanto apprezzano la natura compassionevole, allegra e gentile dei tibetani e i loro sorrisi affettuosi. Siamo riusciti a offrire al mondo un’immagine positiva del Tibet”.

“Quando siamo arrivati in India, eravamo all’incirca ottantamila. Molto presto abbiamo iniziato un processo di democratizzazione sistematica del nostro governo in esilio. Con il sostegno del Primo Ministro indiano Jawaharlal Nehru abbiamo creato scuole presso le quali i bambini tibetani potessero ricevere sia un’educazione tradizionale tibetana sia un’istruzione moderna”. Read the rest of this entry »

14 maggio 1995: Gedun Choekyi Nyima, il monaco bambino nominato Panchen Lama, prima di scomparire
Mag 15th, 2018 by admin

Il Dalai Lama è la carica più importante del Buddhismo tibetano: spetta a lui nominare la seconda carica più prestigiosa, il Panchen Lama, che, una volta deceduto, secondo la tradizione, si reincarna in un’altra persona, che il Dalai Lama deve individuare. Alla morte del X Panchen Lama nel 1989, Tenzin Gyatso, l’attuale Dalai Lama, doveva rintracciare la nuova incarnazione del Panchen: nel 1995 venne finalmente individuato.

Il Panchen Lama numero XI era un bambino di sei anni, Gedun Choekyi Nyima, che si apprestava, già così giovane, a essere cresciuto con una grandissima responsabilità sulle spalle. Era il 14 maggio del 1995. Restò in carica per soli tre giorni: il 17 di quel mese fu rapito dal Governo cinese e da allora non si sa più niente di lui. Il posto di Panchen Lama è stato affidato a Gyancain Norbu, quasi coetaneo del predecessore, riconosciuto da una parte minoritaria dei monaci tibetani, quelli favorevoli alle politiche cinese in Tibet, mentre la maggior parte, fedele al Dalai Lama rifiuta questa imposizione.

Del Panchen Lama legittimo non si sa niente: oggi sarebbe un ragazzo di ventinove anni e le autorità cinesi sostengono che sia in buona salute, alto un metro e sessantacinque e al sicuro, come da volontà della famiglia. C’è chi ritiene che il giovane sia in realtà morto tempo fa, per leucemia. In ogni caso, Gedun Choekyi Nyima è il più giovane prigioniero politico di tutti i tempi: un bambino vittima dei giochi dei più grandi.
Fonte: L’Indro, 14/05/2018, http://www.laogai.it/14-maggio1955-gedun-choekyi-nyima-il-monaco-bambino-nominato-panchen-lama-prima-di-scomparire-video/

English version, Phayul: “Panchen Lama still alive according to reliable information”, says Dalai Lama

His Holiness the Dalai Lama Meets Tibetan Women’s Association
Mag 15th, 2018 by admin

His Holiness the Dalai Lama posing for group photos with members of the Tibetan Women’s Association after their meeting at his residence in Dharamsala, HP, India on May 14, 2018. Photo by Ven Tenzin Damchoe

May 14, 2018 Thekchen Chöling, McLeod Ganj, Dharamsala, HP, India – His Holiness the Dalai Lama met this morning with 190 members of the Tibetan Women’s Association (TWA) who have gathered from 37 different settlements in India, Nepal, Belgium and US for their triennial board meeting. “We became refugees nearly sixty years ago,” His Holiness told them. “During that time the world has come to appreciate the Tibetan tradition of Buddhism. Now even modern scientists take a keen interest in what it has to say. As refugees we have succeeded in presenting to the world our unique Tibetan identity as expressed through our distinct religious traditions, our language, our modes of writing and so forth.

Many people tell me how much they appreciate Tibetans’ compassionate, cheerful, good nature and their warm smiles. We have succeeded in presenting a positive image of Tibet to the world.

When we first arrived in India, about eighty thousand Tibetans had managed to escape. Very early on we began the systematic democratization of our administration in exile. With Indian Prime Minister Jawaharlal Nehru’s support we established  schools where Tibetan children could receive both a traditional Tibetan upbringing and a modern education.” Read the rest of this entry »

Announcing the Release of Dalai Lama App for Android
Mag 11th, 2018 by admin

May 10, 2018. Announcing the release of the official Dalai Lama app for Android now available for download at https://bit.ly/2rqd3i6. Dalai Lama, the official app from the Office of His Holiness the Dalai Lama, lets you stay up to date with what His Holiness is doing, his travels, and his teachings. Get official news, videos, and photos from His Holiness’s Office, including live video streams when they are available.

Also available for iPhone at http://apple.co/2C5zpco.

https://www.dalailama.com/news/2018/release-of-dalai-lama-app-for-android

Comprendere il mondo. Il Dalai Lama, gli scienziati, il cervello e la mente
Mag 8th, 2018 by admin

Sua Santità il Dalai Lama ha raccontato che il fisico nucleare indiano Raja Ramana gli ha detto che la fisica quantistica è nuova per la scienza, «ma concetti corrispondenti possono essere trovati negli scritti del maestro buddista Nagarjuna».

Aprendo a Dharamsala, in India, “Understanding the World”, il secondo dialogo tra scienziati e studenti russi e tibetani, il Dalai Lama ha detto che «Per me, i re, il Papa, i lama, i mendicanti e i poliziotti sono tutti uguali». Il leader spirituale tibetano ha anche rivelato che cerca sempre di strappare un sorriso a tutti, persino agli ufficiali di polizia, «E se non sorridono, comincio a fargli il solletico».

Partendo da queste battute, il meeting russo-Tibetano, basato sul libro del Dalai Lama “The Universe in a Single Atom: the Convergence of Science and Spirituality”, il secondo di questo  tipo dopo quello di New Delhi dell’agosto 2017 –  organizzato del Center of tibetan ulture and information, Save Tibet Foundation e Dalai Lama Trus con il sostegno del Centro studi sulla coscienza dell’università statale Lomonosov di Mosca e dell’Istituto di filosofia dell’Accademia delle scienze russa (Ras) – si è occupato di temi complessi come neurobiologia, fisiologia, fisica quantistica e genetica per costruire costruzione di “ponti concettuali” nell’ambito del progetto “Conoscenza fondamentale: dialogo tra scienziati russi e buddisti”. Read the rest of this entry »

Comprendere il mondo. Il Dalai Lama, gli scienziati, il cervello e la mente
Mag 8th, 2018 by admin

07.05.18. Aprendo a Dharamsala, in India, “Understanding the World”, il secondo dialogo tra scienziati e studenti russi e tibetani, il Dalai Lama ha detto che «Per me, i re, il Papa, i lama, i mendicanti e i poliziotti sono tutti uguali». Il leader spirituale tibetano ha anche rivelato che cerca sempre di strappare un sorriso a tutti, persino agli ufficiali di polizia, «E se non sorridono, comincio a fargli il solletico».

Partendo da queste battute, il meeting russo-Tibetano, basato sul libro del Dalai Lama “The Universe in a Single Atom: the Convergence of Science and Spirituality”, il secondo di questo  tipo dopo quello di New Delhi dell’agosto 2017 –  organizzato del Center of tibetan ulture and information, Save Tibet Foundation e Dalai Lama Trus con il sostegno del Centro studi sulla coscienza dell’università statale Lomonosov di Mosca e dell’Istituto di filosofia dell’Accademia delle scienze russa (Ras) – si è occupato di temi complessi come neurobiologia, fisiologia, fisica quantistica e genetica per costruire costruzione di “ponti concettuali” nell’ambito del progetto “Conoscenza fondamentale: dialogo tra scienziati russi e buddisti”. Read the rest of this entry »

Dialogo tra studiosi russi e buddisti 2° giorno
Mag 5th, 2018 by admin

Namdol Lhamo, del Tibetan Medical and Astro-science Institute, durante la sua presentazione sulla comprensione del mondo nel contesto della tradizione medica tibetana, in occasione del Dialogo tra studiosi russi e buddhisti a Dharamsala, India, il 4 maggio 2018. Foto di Tenzin Choejor

4 maggio 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, India – Quando Sua Santità il Dalai Lama ha raggiunto il Tsuglagkhang questa mattina, ha reso omaggio e salutato i vari scienziati russi e ha preso posto al tavolo di discussione. Telo Rinpoche ha invitato immediatamente la dottoressa Namdol Lhamo dell’Men-tsee-khang, il Tibetan Medical and Astro-science Institute, a fare la sua presentazione su tema “Comprendere  il mondo nel contesto della tradizione medica tibetana”. La dottoressa ha spiegato che l’essere umano è un aggregato di sei elementi: terra, acqua, fuoco, vento e spazio. Sua Santità ha suggerito che, per facilitare la comprensione da parte delle persone che non hanno familiarità con questo sistema, è necessario specificare che per “fuoco” non si intende quello reale, ma il calore, e che con il termine “vento” ci si riferisce all’energia e al movimento. La dottoressa Lhamo ha aggiunto che il sesto costituente è la coscienza. Riprendendo la questione che Sua Santità aveva sollevato il giorno precedente, ha chiarito che la presenza di sperma e ovulo non sono condizioni sufficienti perché avvenga il concepimento, anche la coscienza è necessaria. Inoltre, è il karma a riunire questi tre elementi. Se uno dei tre è assente, il concepimento non ha luogo, cosa che avviene nel 20% dei casi. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama: Dialogue between Russian and Buddhist Scholars 2° Day
Mag 5th, 2018 by admin

His Holiness the Dalai Lama thanking the Russian scholars with presentations of traditional Tibetan scarves at the conclusion of the Dialogue between Russian and Buddhist Scholars at the Main Tibetan Temple in Dharamsala, HP, India on May 4, 2018. Photo by Tenzin Choejor

May 4, 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – When His Holiness the Dalai Lama reached the Tsuglagkhang this morning, he paid his respects, greeted the various Russian scientists and took his seat. Telo Rinpoche lost no time in introducing Dr Namdol Lhamo of the Men-tsee-khang, the Tibetan Medical and Astro-science Institute, who had been invited to make a presentation on Understanding the World in the context of the Tibetan medical tradition.

She began by explaining that a human being is an aggregate of six elements: earth, water, fire, wind and space. His Holiness suggested that it can help people unfamiliar with the system to understand it better if it is made clear that actual fire is not involved. The word fire represents heat, just as wind implies energy and movement. Dr Lhamo added that the sixth constituent is consciousness. Taking up the question that His Holiness raised yesterday, she clarified that the presence of sperm and ovum are not sufficient for the conception of a foetus to take place; consciousness is also required. In addition, it is karma that brings them together. If one of these constituents is absent, conception will not take place, which is what happens in 20% of cases. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama, Dialogo tra studiosi russi e buddisti: Comprendere il mondo
Mag 4th, 2018 by admin

Sua Santità il Dalai Lama durante il suo discorso di apertura in occasione del Dialogo tra studiosi russi e buddhisti a Dharamsala, India, 3 maggio 2018. Foto di Tenzin Choejor

3 maggio 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – Questa mattina, sotto un cielo tempestoso, Sua Santità il Dalai Lama ha lasciato la sua residenza al Tsuglagkhang, per prendere parte al secondo Dialogo tra studiosi russi e buddhisti, intitolato “Comprendere il Mondo”. L’evento è stato organizzato dal Centro di Cultura e Informazione Tibetana (Mosca), dalla Fondazione Save Tibet (Mosca) e dal Dalai Lama Trust, con il contributo del Centro di Studi sulla Consapevolezza dell’Università Statale Lomonosov di Mosca e dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze. Arrivato al tempio, il Dalai Lama ha reso omaggio alla statua del Buddha Shakyamuni e salutato i monaci presenti. Poi ha dato il benvenuto ad alcuni vecchi amici tra i nove scienziati russi che lo attendevano seduti al tavolo allestito nel corpo principale del tempio. Il resto dello spazio è stato occupato da circa 150 osservatori, tra cui 75 russi, 18 monaci tibetani studiosi di scienze, 17 studenti dell’Istituto di Dialettica Buddhista di Sarah, 25 del Men-tsee-khang, 50 studenti del Tibetan Children’s Village, tre di Tong-len e due insegnanti del Dharamsala Government College, oltre a 18 ospiti del Ganden Phodrang. Read the rest of this entry »

Dialogue between Russian and Buddhist Scholars, Understanding the World
Mag 4th, 2018 by admin

His Holiness the Dalai Lama greeting members of the public at the Main Tibetan Temple courtyard on his way to participate in the Dialogue Between Russian and Buddhist Scholars in Dharamsala, HP, India on May 3, 2018. Photo by Tenzin Choejor

May 3, 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – This morning, under stormy skies, His Holiness the Dalai Lama walked from his residence to the Tsuglagkhang, to take part in a second Dialogue between Russian and Buddhist Scholars – Understanding the World. The event was organized by the Center of Tibetan Culture and Information (Moscow), Save Tibet Foundation (Moscow), and the Dalai Lama Trust, with the support of the Center for Consciousness Studies at the Lomonosov Moscow State University and the Institute of Philosophy, Russian Academy of Sciences. In the temple, he paid his respects before the statue of Buddha Shakyamuni and saluted the monks sitting nearby. He then turned to greet old friends among the nine Russian scientists gathered round a table in the main body of the temple. The remaining space was filled by about 150 observers including 75 Russians, 18 Tibetan monks who have experience of studying science, 17 students from the Institute of Buddhist Dialectics, Sarah, 25 from the Men-tsee-khang, 50 students from the Tibetan Children’s Village, three from Tong-len and two teachers from the Dharamsala Government College, in addition to 18 guests of the Ganden Phodrang.

Telo Rinpoche, Representative of His Holiness the Dalai Lama at the Office of Tibet in Moscow, briefly introduced this second Dialogue between Russian and Buddhist Scholars in Dharamsala. He welcomed the Russian scientists, as well as people viewing the webcast online, noting that proceedings were being made available in English, Russian, Chinese and Tibetan. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama si congratula con i due leader coreani
Mag 1st, 2018 by admin

30 aprile 2018 Thekchen Chöling, Dharamsala – Sua Santità il Dalai Lama ha scritto separatamente ai leader nordcoreano e sudcoreano per congratularsi per l’impegno che hanno assunto, in seguito ai recenti colloqui, di lavorare per liberare la penisola coreana dalle armi nucleari e trasformare l’armistizio che ha posto fine alla guerra di Corea in un trattato di pace entro quest’anno. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama Congratulates the Two Korean Leaders and Welcomes Steps towards Nuclear Disarmament.
Mag 1st, 2018 by admin

April 30, 2018, Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – His Holiness the Dalai Lama has written separately to the North Korean and South Korean leaders to congratulate them on the pledge they made following recent talks to work to rid the Korean peninsula of nuclear weapons and turn the armistice that ended the Korean War into a peace treaty this year. Read the rest of this entry »

»  Substance:WordPress   »  Style:Ahren Ahimsa