SIDEBAR
»
S
I
D
E
B
A
R
«
Sua Santità il Dalai Lama presenta un volume sulla mente
Nov 15th, 2020 by admin

Sua Santità il Dalai Lama esibisce una copia di “Science and Philosophy in the Indian Buddhist Classics, Vol. 2 – The Mind” dalla sua residenza a Dharamsala, HP, India, il 13 novembre , 2020. Foto del Ven Tenzin Jamphel

13 novembre 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – Daniel Aitken, CEO di Wisdom Publications, ha aperto oggi i lavori di presentazione della traduzione inglese del secondo volume della serie “Science and Philosophy in the Indian Buddhist Classics” augurando il “Buongiorno” a Sua Santità il Dalai Lama, ringraziandolo di essersi unito all’incontro virtuale al quale partecipano anche il curatore della collana Thupten Jinpa, i traduttori di questo volume Dechen Rochard e John Dunne, nonché i traduttori di altri volumi, Ian Coghlan e Donald Lopez.

Aitken ha descritto la pubblicazione di questa serie come un progetto ambizioso. Ha osservato che i tibetani sono i custodi della tradizione di Nalanda che, attraverso questa collana editoriale, fa ritorno all’India e si offre al mondo intero. Dichiarando che Wisdom Publications è onorata di rendere disponibili questi libri, ne porge a Sua Santità la prima copia avvolta in una sciarpa di seta bianca.

Aitken ha quindi invitato John Dunne a parlare dei sui saggi d’introduzione ad ogni capitolo del libro. “Questo volume sulla mente”, ha spiegato Dunne da Madison, Wisconsin, “è importante perché il buddismo offre delle spiegazioni sul modo in cui funziona la mente, di cui la scienza moderna è carente. Per rendere questo volume accessibile ai lettori in Occidente abbiamo pensato che fossero necessari dei saggi introduttivi.

I contributi buddisti sulla mente sono motivati da un obiettivo generale di alleviare la sofferenza. Inoltre, le teorie buddiste forniscono una spiegazione della cognizione o conoscenza che, a differenza dei primi modelli occidentali, non presume che ci sia un unico “sé” autonomo e controllante che è l’agente di quelle cognizioni. Ho scritto questi saggi tenendo conto di tali differenze e cercando di costruire ponti tra la scienza buddista e la scienza moderna. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama Launches a Book on the Mind
Nov 14th, 2020 by admin

His Holiness holding a copy of “Science and Philosophy in the Indian Buddhist Classics, Vol. 2 – The Mind” as he stands in front of the TV displaying the faces of the various contributors at his residence in Dharamsala, HP, India on November 13, 2020. Photo by Ven Tenzin Jamphel

November 13, 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – Daniel Aitken, CEO of Wisdom Publications, opened proceedings for the launch today of the English translation of the second volume of the series Science and Philosophy in the Indian Buddhist Classics by wishing His Holiness the Dalai Lama, “Good morning.” He thanked him for joining a virtual gathering in which series editor Thupten Jinpa, translators of this volume Dechen Rochard and John Dunne, as well as translators of other volumes, Ian Coghlan and Donald Lopez, were also participating.

Aitken described the publication of this series as an ambitious project. He noted that Tibetans are the custodians of the Nalanda Tradition, which through the series is being offered back to India and the entire world. Declaring that Wisdom Publications is honoured to be making these books available, he went through the motions of holding out a first copy, with a white silk scarf, to His Holiness.

Next, he invited John Dunne to talk about the essays he had written to introduce each chapter of the book. “This volume on the mind,” Dunne explained from Madison, Wisconsin, “is important because Buddhism has perspectives on the way the mind works that modern science lacks. We thought that introductory essays were necessary in order to make this volume accessible to readers in the West. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama: Commentario a Bodhichitta – 3
Nov 12th, 2020 by admin

Sua Santità il Dalai Lama: “Coltivare la mente del risveglio di bodhicitta e la comprensione del vacuità rappresentano le mie pratiche primarie”.

7 novembre 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – Quando Sua Santità il Dalai Lama è arrivato davanti alle telecamere questa mattina ha sorriso e, vedendo i volti dei vecchi amici sugli schermi davanti a lui, li ha salutati con un cenno di mano. Telo Rinpoché ha ringraziato ancora una volta Sua Santità per l’insegnamento che stava dando. Ha spiegato che, oggi, la recitazione del “Sutra del Cuore” https://www.sangye.it/altro/?p=6098 sarebbe stata in lingua Calmucchia o Calmicchia dalla “Dimora d’oro di Buddha Shakyamuni”, il monastero buddista centrale, costruito su iniziativa dell’ex presidente della Calmucchia o Calmicchia, Kirsan Ilyumzhinov. Ha aggiunto che il monastero svolge un ruolo vitale nel sostenere il Dharma, la cultura e la lingua locale. Fornisce inoltre aiuto ai poveri ed ai bisognosi e gestisce programmi sociali legati alla salute ed all’istruzione.

Sua Santità ha seguito con evidente piacere la recita del “Sutra del Cuore” in lingua Calmucchia.

“Oggi è un giorno speciale”, ha esordito. “La madre del Buddha, che morì dopo la sua nascita, rinacque in un regno celeste. Ed il Buddha andò a visitare la sua reincarnazione per trascorrervi del tempo. Oggi commemoriamo il suo ritorno nel mondo umano dal Cielo dei Trentatré. Come ho suggerito ieri, facciamo un’offerta al Buddha meditando sulla vacuità e sulla bodhicitta. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama: Commentary on the Awakening Mind – 3
Nov 8th, 2020 by admin

His Holiness the Dalai Lama: “Cultivating the awakening mind of bodhichitta and an understanding of emptiness are my primary practices.”

November 7, 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – When His Holiness the Dalai Lama arrived before the video cameras this morning he smiled and seeing the faces of old friends on the screens in front of him waved to them in greeting. Telo Rinpoché thanked His Holiness once again for the teaching he was giving. He explained that, today, recitation of the ‘Heart Sutra’ would be in the Kalmyk language from the ‘Golden Abode of Buddha Shakyamuni’ the Central Buddhist Monastery, built at the initiative of former President of Kalmykia, Mr. Kirsan Ilyumzhinov. He added that the monastery plays a vital role in supporting the dharma, culture and language. It also provides aid to the poor and needy and runs social programs related to health and education.

His Holiness followed the Kalmyk recitation of the ‘Heart Sutra’ with evident pleasure.

Today is a special day,” he began. “The Buddha’s mother, who passed away after he was born, took birth in a celestial realm. He went to visit her reincarnation and spent some time there. Today commemorates his return to the human world from the Heaven of Thirty-three. As I suggested yesterday let’s make an offering to the Buddha by meditating on emptiness and bodhichitta. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama: Commentario a Bodhichitta – 2
Nov 7th, 2020 by admin

Sua Santità il Dalai Lama: “Quando comprendi correttamente la vacuità, vedrai come questa promuove l’altruismo e l’aiutare gli altri. Vedrai anche come le emozioni distruttive portano sofferenza. Avere un senso di “io” porta all’attaccamento. È aggrappandoci alle cose che ci spingiamo nell’esistenza ciclica.”

6 novembre 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – Oggi, Telo Rinpoché ha accolto Sua Santità il Dalai Lama e ha aperto la sessione ricordandogli che ha visitato l’ultima volta Tuva nel 1992, ricordando che quest’anno il Sangha di Tuva ha perso per il Coronavirus il suo leader spirituale, il Khamby Lama, Ven Jamphel Lodoi. Rinpoché ha porto le condoglianze alla gente di Tuva. Il 4 ottobre è stato eletto un nuovo Khamby Lama, il Ven Gelek Natsyk Dorjuu. Telo Rinpoché si è congratulato con lui per la sua nomina ed ha offerto preghiere per la sua buona salute ed il suo successo.

È seguita una recita del “Sutra del cuore” in lingua tuva da Tsechenling Khuree a Tuva.

Sua Santità ha iniziato annunciando che, dal momento che domani, il terzo giorno di questa serie di insegnamenti, è considerato un giorno di buon auspicio, condurrà una cerimonia per generare la mente di bodhicitta del risveglio. È questa l’occasione per commemorare la discesa del Buddha Shakyamuni dal Paradiso dei Trentatré, dove era andato a visitare la sua defunta madre.

“Tuttavia”, ha osservato, “non abbiamo bisogno di dimostrare le qualità uniche degli insegnamenti del Buddha sulla base dei miracoli, né esclusivamente in termini di fede. Il Buddha era un filosofo ed i maestri di Nalanda verificarono i suoi insegnamenti sulla base della ragione.

Oggi affrontiamo una serie di problemi perché le nostre menti sono indisciplinate. I maestri di Nalanda raccomandarono innanzitutto di esaminare ciò che disturba la mente e poi di considerare ciò che contrasta quei disturbi. La natura fondamentale della mente è la chiarezza e la consapevolezza, ma i disturbi e le contaminazioni sono avventizi. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama: Commentary on the Awakening Mind – 2
Nov 7th, 2020 by admin

His Holiness the Dalai Lama: “When you understand emptiness properly, you’ll see how it supports altruism and helping others. You will also see how destructive emotions bring suffering. Having a sense of ‘I’ leads to attachment. It’s by clinging to things that we propel ourselves into cyclic existence.

November 6, 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – Today, Telo Rinpoché welcomed His Holiness the Dalai Lama and opened the session by reminding him that he last visited Tuva in 1992. He mentioned that this year the Tuva Sangha lost their spiritual leader, the Khamby Lama, Ven Jamphel Lodoi to the Coronavirus. Rinpoché offered condolences to the people of Tuva. A new Khamby Lama, Ven Gelek Natsyk Dorjuu, was elected on 4th October. Telo Rinpoché congratulated him on his appointment and offered prayers for his good health and success.

There followed a recitation of the ‘Heart Sutra’ in the Tuvan language from Tsechenling Khuree in Tuva.

His Holiness began by announcing that since tomorrow, the third day of this series of teachings, is regarded as an auspicious day, he would conduct a ceremony for generating the awakening mind of bodhichitta. The occasion is the commemoration of the Buddha Shakyamuni’s descent from the Heaven of Thirty-three, where he had gone to visit his late mother.

Nevertheless,” he remarked, “we don’t need to demonstrate the unique qualities of the Buddha’s teachings on the basis of miracles, nor solely in terms of faith. The Buddha was a philosopher and the Nalanda masters verified his teachings on the basis of reason. Read the rest of this entry »

Sua Santità il Dalai Lama: Commentario a Bodhichitta – 1
Nov 6th, 2020 by admin

Sua Santità il Dalai Lama: “Per quanto riguarda aiutare i propri cari malati, specialmente durante questa pandemia, consiglio di esaminare se c’è qualcosa da fare e se c’è, farlo. Se non ci sono passi da fare, cedere alle preoccupazioni non migliorerà le cose “.

5 Novembre 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – La sessione di questa mattina è iniziata con Telo Rinpocé, il rappresentante di Sua Santità il Dalai Lama in Russia, Mongolia e paesi della CSI, che ha ringraziato Sua Santità per aver conferito dal 2009 i suoi insegnamenti a gruppi di russi in generale e per aver dato loro insegnamenti dal 2014 a Riga, in Lettonia. Si è rallegrato del fatto che, nonostante la pandemia, grazie alle tecnologie attuali, è possibile che un gruppo come questo si riunisca su Internet.

Telo Rinpocé ha annunciato che innanzitutto ci sarebbe stata una recitazione del “Sutra del cuore” https://www.sangye.it/altro/?p=6098 dal Kuntse Choinoei Datsang a San Pietroburgo, che fu costruito su iniziativa di Tsenshab Ngawang Dorje con i contributi del 13° Dalai Lama e dei buddisti dalla Mongolia e di tutta la Russia. Rinpocé ha aggiunto che la seconda recitazione del “Sutra del Cuore” https://www.sangye.it/altro/?p=216 sarebbe stata in lingua buriata dal suo Bagsha Datsang a Ulaan Udé.

Una volta completate queste recitazioni del “Sutra del cuore”, Sua Santità si è rivolto al pubblico.

Devoti delle repubbliche russe, oggi possiamo incontrarci virtualmente tramite il collegamento video. Noi tibetani abbiamo avuto per secoli legami con persone provenienti da Kalmykia, Buriazia e Tuva. Nel 1959, quando ho sostenuto i miei esami di Ghesce, c’erano molti Gesce di queste repubbliche che discutevano con me. Tra loro c’erano Khensur Ngawang Lekden, l’abate Thupten Nyima di Buryat e Geshé Yangdak di Tuva, che credo parlassero bene il russo. Quindi, durante la mia vita c’erano i migliori studiosi come questi, e, generalmente, li chiamavamo col nome di “Sokpo”. Read the rest of this entry »

His Holiness the Dalai Lama: Commentary on the Awakening Mind – 1
Nov 6th, 2020 by admin

His Holiness the Dalai Lama:: “With regard to helping loved ones who are sick, especially during this pandemic, I recommend to examine whether there is anything to be done and if there is, to do it. If there are no steps to be taken, giving in to worry will not make things better.”

November 5, 2020. Thekchen Chöling, Dharamsala, HP, India – This morning’s session began with Telo Rinpoché, who is His Holiness the Dalai Lama’s representative in Russia, Mongolia and CIS countries, thanking His Holiness for teaching groups of Russians in general since 2009 and for teaching them in Riga, Latvia since 2014. He rejoiced that, despite the pandemic, due to the technology we have today, it’s possible for a group like this to gather over the internet.

Telo Rinpoché explained there would first be a recitation of the ‘Heart Sutra’ from Kuntse Choinoei Datsang in St Petersburg, which was built on the initiative of Tsenshab Ngawang Dorje, with contributions from the 13th Dalai Lama and Buddhists from Mongolia and across Russia. Rinpoché mentioned that the second ‘Heart Sutra’ recitation would be in the Buryati language from Rinpoche Bagsha Datsang in Ulaan Udé.

Once these recitations of the ‘Heart Sutra’ were complete, His Holiness addressed the audience.

Devotees in the Russian Republics, we are able to meet virtually today via video link. We Tibetans have had links with people from Kalmykia, Buryatia and Tuva for centuries. In 1959, when I sat for my Geshé exams there were many Geshés from these republics who debated with me. Among them were Khensur Ngawang Lekden, Abbot Thupten Nyima from Buryat and Geshé Yangdak from Tuva, who I believe spoke Russian well. So, during my lifetime there were top scholars like these, and we referred to them generally by the name ‘Sokpo’. Read the rest of this entry »

»  Substance:WordPress   »  Style:Ahren Ahimsa